16.08.2022 - 17:23
Aggiornamento: 18:17

Una start-up biotech per far rinascere la tigre della Tasmania

Colossal Bioscience intende ricreare geneticamente il tilacino, estinto dal 1930, per riequilibrare l’ecosistema australiano

Ansa, a cura di Red.Web
una-start-up-biotech-per-far-rinascere-la-tigre-della-tasmania
Keystone

Far rinascere la tigre della Tasmania. È l’obiettivo della start-up Colossal Bioscience, nata per ridare vita alle specie estinte. Fondata dal genetista di Harvard George Church, la società vede fra i suoi investitori anche Paris Hilton. Con la rinascita del tilacino Colossal vuole aiutare a riequilibrare l’ecosistema australiano, da decenni sotto pressione e che ha sostenuto ingenti perdite in termini di biodiversità. Colossal intende prelevare cellule dai discendenti viventi della tigre della Tasmania, estinta nel 1930, e modificarle geneticamente con il dna del tilacino.

Il tilacino non è comunque l’unico progetto a cui Colossal sta lavorando. Fra gli altri c’è anche il riportare in vita il mammut. Obiettivi per i quali ha giù raccolto 75 milioni di dollari da vari investitori, inclusi i gemelli Tyler e Cameron Winklevoss e Chris Hemsworth, l’attore di ‘Thor’. Per riportare in vita la tigre della Tasmania Colossal Bioscience collaborerà con il Thylacine Integrated Genetic Restoration Research Lab. Ben Lamm, il co-fondatore di Colossal, ritiene che il tilacino potrebbe essere più facile da ricreare rispetto al mammut per la maggiore disponibilità di materiale genetico di alta qualità. "È altamente possibile che il tilacino possa rinascere prima del mammut", ha detto al Financial Times. Il processo comunque anche per la tigre della Tasmania è complesso visto il complicato albero genealogico del tilacino. Ricreare la tigre della Tasmania sarebbe un "risultato scientifico significativo", afferma Euan Ritchie, professore di ecologia alla Deakin University di Melbourne, senza nascondere comunque le sue perplessità sul rischio di riprodurre un ‘Jurassic Park’.

© Regiopress, All rights reserved