06.06.2022 - 15:57
Aggiornamento: 16:16

Tumore al cervello e giovani: buoni risultati per una terapia

Novartis ha presentato al congresso sul cancro Asco l’esito dello studio. Il trattamento si è rivelato più efficace della chemioterapia.

Ats, a cura de laRegione
tumore-al-cervello-e-giovani-buoni-risultati-per-una-terapia
Keystone

Al congresso sul cancro Asco di quest’anno, Novartis presenta una terapia combinata di Tafinlar (Dabrafenib) e Mekinist (Trametinib). Con pazienti fra 1 e 17 anni con tumore al cervello si è rivelata più efficace della chemioterapia, si legge in un comunicato odierno.

Nello studio la formula viene presentata in forma liquida, più facile da somministrare rispetto a una chemioterapia. Il nuovo rimedio ha ottenuto anche risposte migliori dai pazienti rispetto alla terapia tradizionale.

I gliomi a basso grado son secondo Novartis i tumori cerebrali più diffusi fra i bambini. Fino al 20% dei pazienti presenta una determinata mutazione (BRAF-V600). La chemioterapia standard fornisce al momento risultati scarsi con un grande impegno dal punto di vista delle cure, prosegue la nota.

I risultati della fase II/III mostrano che con la nuova terapia i pazienti in media hanno vissuto 20,1 mesi senza un ritorno della malattia o un peggioramento delle condizioni. Nell’86% dei casi il tumore si è ristretto, un dato che arriva solo al 46% con la chemioterapia tradizionale.

Tafinlar + Mekinist ha già l’approvazione delle autorità americane come farmaco antitumorale per i bambini.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved