premi-benoist-e-latsis-vincono-thomas-berger-e-nicola-aceto
Thomas Berger (sx) e Nicola Aceto (foto Keystone)
Scienze
13.09.2021 - 18:240

Premi Benoist e Latsis: vincono Thomas Berger e Nicola Aceto

Un pioniere della psicoterapia online il primo, un ricercatore oncologo del Politecnico di Zurigo il secondo. La premiazione il 4 novembre 2021

Un pioniere della psicoterapia online e un ricercatore oncologo sono i destinatari dei premi Marcel Benoist (250mila franchi) e Latsis (100mila). Si tratta di Thomas Berger (Università di Berna) per i suoi contributi innovativi allo sviluppo della psicoterapia online, destinatario del ‘Marcel Benoist’, e di Nicola Aceto (Politecnico di Zurigo) per i suoi sensazionali studi dedicati al trattamento delle metastasi, cui andrà il premio Latsis riservato ai ricercatori emergenti under 40.

Berger, professore di psicologia clinica e psicoterapia, è considerato il pioniere dello sviluppo, della sperimentazione e dell’applicazione di terapie per la prevenzione e il trattamento di problemi e disturbi psichici tramite strumenti digitali quali app e siti web. Esponente di spicco della ricerca nell’ambito della psicoterapia a livello internazionale, ha indagato queste tecniche mettendole a confronto con le forme di psicoterapia più convenzionali e ne ha dimostrato empiricamente gli effetti. I metodi di auto-aiuto online sviluppati da Berger possono essere impiegati anche per trattare la depressione e l’ansia, due tra i disturbi psichici più comuni in Svizzera. Altri possono invece rivelarsi utili in caso di disturbi del sonno o problemi psicologici dovuti a malattie e separazioni. A Berger si devono inoltre i cosiddetti blended treatments, una combinazione tra terapia online e sedute offline.

Nicola Aceto, italiano di nascita, è professore associato del PF di Zurigo e si aggiudica il premio per le sue scoperte rivoluzionarie in materia di ricerca oncologica. Non ha solo studiato le cellule tumorali circolanti (Ctc), che si distaccano dal tumore originale e viaggiano attraverso il flusso sanguigno per depositarsi in altri organi, dove andranno a costituire nuovi tumori, ma ha pure osservato che i cluster di Ctc hanno buone probabilità di trasformarsi in metastasi e che si rivelano cruciali in caso di cancro alla prostata o al seno. Ciò gli ha permesso d’ipotizzare che la diffusione delle cellule tumorali all’interno dell’organismo possa essere ridotta tramite l’impiego di farmaci che distruggono i legami tra queste cellule. Aceto è inoltre riuscito a isolare le Ctc vitali di quasi tutti i tipi di cancro.

La cerimonia di premiazione ufficiale avrà luogo il 4 novembre 2021 presso il Municipio di Berna. A consegnare i premi sarà Guy Parmelin, presidente della Confederazione e della Fondazione Marcel Benoist.

© Regiopress, All rights reserved