torna-il-castello-incantato-declinato-al-femminile
Irene Vecchia, a Cardada domenica 15 agosto alle 20.30 (foto: Francesco Cocco)
10.08.2021 - 13:00
Aggiornamento: 14:56

Torna 'Il castello incantato', declinato al femminile

Dei 12 spettacoli, 6 sono creati e interpretati da donne. L'edizione 2021, al via il giorno di ferragosto, è anche un tributo alle figure della tradizione italiana

L'appuntamento con la 23esima edizione de Il castello incantato è per ferragosto. Fino al 5 settembre, il festival internazionale di teatro di figura itinerante occuperà 9 piazze per 12 spettacoli, 2 dalla Svizzera, 7 dall'Italia e 3 dall'Argentina, e 20 giochi d'abilità e ingegno e 2 laboratori. Un castello incantato fortemente popolato da donne, anche negli stili più tradizionali affidati solitamente ai burattinai. La novità della programmazione di quest’anno è la grande presenza di donne (6 dei 12 spettacoli sono creati e interpretati da sole donne) soprattutto come soliste anche negli stili più tradizionali, affidati solitamente ai burattinai. L'edizione 2021 è anche un omaggio alle figure della tradizione italiana, presentate da maestri d’arte provenienti da Lombardia, Liguria, Veneto, Sicilia, Sardegna e Napoli. 

L’apertura si terrà a Cardada domenica 15 agosto alle 20.30 con lo spettacolo ‘Guarattelle, burattini napoletani’ dell’artista partenopea Irene Vecchia. Tra gli spettacoli, da segnalare: ‘E vissero...felici e contenti’, mercoledì 18 agosto a Muralto Barbaglio, con Burattini Cortesi. Burattini tradizionali anche a Ronco S/Ascona, giovedì 26 agosto, con la fiaba classica Cappuccetto rosso, di e con Gino Balestrino (con inedito finale); sabato 28 agosto, nel battezzato Prato alla Morettina, il Teatro dei Fauni presenta ‘Il bosco in valigia’, il suo eco-spettacolo che festeggia il 30ennale; domenica 29, al Portigon di Minusio, le ‘Storie di lupi’ della Compagnia Alberto De Bastiani. La proposta argentina riguarda il teatro d'ombre: giovedì 19 agosto a Gerra Gambarogno, Delta Valle, ‘Sombras de cine’ (Ombre del cinema), di e con Valeria Guglietti. Prima assoluta dei pupi siciliani venerdì 27 agosto a Minusio, Lungolago Portigon, con ‘La pazzia di Orlando’ della Compagnia dei pupi Ippogrifo da Palermo. 

In Verzasca, a Brione, sabato 21 agosto il Teatro dei Fauni porta ‘Anime e sassi’; venerdì 3 settembre a Losone, Piazza San Giorgio, marionette dalla Sardegna con Nadia Imperio in ‘Camminando sotto il filo’, cabaret con canti dei Tenores. Il finale è fissato per sabato 4 settembre a Locarno in Piazza San Francesco con ‘Il paese dei balocchi’, pomeriggio con spettacoli e giochi per tutte le età. Il programma completo su www.teatro-fauni.ch.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
castello incantato locarnese teatro dei fauni tradizione italiana
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved