laRegione
e-il-teatro-sociale-di-bellinzona-si-fa-vedere
TI-PRESS
Nel teatro, per davvero
Arte
05.07.2020 - 21:320

E il Teatro Sociale di Bellinzona si fa vedere

Lo stabile, monumento storico d'importanza nazionale, apre le porte alle visite gratuite dal 9 luglio al 5 settembre. Un viaggio nelle sue architetture

Per una volta sarà l'attore unico, la scena, lo spettacolo: il teatro. Sì, lui medesimo. Dal 9 luglio al 5 settembre, per diverse giornate e serate, infatti, il Teatro Sociale Bellinzona, unico teatro all'italiana ancora presente in Svizzera, monumento storico d'importanza nazionale e iscritto nella Strada Europea dei Teatri Storici, aprirà le sue porte a chi lo vorrà visitare.

Un'illuminazione particolarmente suggestiva accompagnerà le visite 

Sarà l'occasione - evidenzia in un comunicato la direzione del teatro della capitale ticinese - per la popolazione locale, come per i turisti, di visitare l’interno del Sociale, che si presenterà con un'illuminazione particolarmente suggestiva per metterne in risalto gli aspetti architettonici e decorativi più significativi. Le serate di apertura saranno in concomitanza con i sei eventi musicali che si terranno in Piazzetta Teatro per "Bellinzona Afterwork - La colonna sonora del tuo aperitivo" nell'ambito di "Estate in Città". Le altre aperture saranno al sabato mattina ogni due settimane, in concomitanza con il tradizionale mercato cittadino. L’ingresso è libero. Si raccomanda il rispetto delle note misure di distanziamento, di protezione e di igiene promulgate per prevenire una ulteriore diffusione del corona virus. Di seguito il calendario delle porte aperte estive al Teatro Sociale Bellinzona: giovedì 9 luglio ore 18.00 - 21.00; sabato 11 luglio ore 10.00 - 13.00; venerdì 17 luglio ore 18.00 - 21.00; sabato 25 luglio ore 10.00 - 13.00; venerdì 31 luglio ore 18.00 - 21.00; venerdì 7 agosto ore 18.00 - 21.00; sabato 8 agosto ore 10.00 - 13.00; giovedì 20 agosto ore 18.00 - 21.00; sabato 22 agosto ore 10.00 - 13.00; venerdì 28 agosto ore 18.00 - 21.00; sabato 5 settembre ore 10.00 - 13.00. 

© Regiopress, All rights reserved