Luganese

Oggi, 06:202017-03-25 06:20:00
Dino Stevanovic @laRegione

Lugano, droni sulla città... Se i test sono i notturni

Troppo rumore, troppa luce e troppo tardi la sera. Queste in estrema sintesi le critiche rivolte da un cittadino ai droni testati per il trasporto di...

Troppo rumore, troppa luce e troppo tardi la sera. Queste in estrema sintesi le critiche rivolte da un cittadino ai droni testati per il trasporto di campioni di laboratorio tra gli ospedali Civico e Italiano di Lugano. «Più volte siamo stati disturbati. Abbiamo sentito molto rumore e anche i flash continui erano disturbanti». La Posta, in collaborazione con l’Ente Ospedaliero Cantonale (Eoc) e la Matternet – la ditta che li produce – ha annunciato una decina di giorni fa dei test, una prima svizzera, fra le due strutture ospedaliere. L’iniziativa verrà presentata ufficialmente il 31 marzo, ma nell’attesa in città non mancano le polemiche. Settimana scorsa ne è nata un’interrogazione (prima firmataria Sara Beretta Piccoli) che chiedeva lumi in merito alla sicurezza dei voli. E ora,...

Oggi, 06:002017-03-25 06:00:00
Cristina Ferrari @laRegione

Recuperato il territorio, ma ora...

«La nostra attività in questi dieci anni ha subìto un’evoluzione». A raccontarci i mutamenti percepiti nella società e in un intero quartiere è Ugo Cancelli, fondatore e...

«La nostra attività in questi dieci anni ha subìto un’evoluzione». A raccontarci i mutamenti percepiti nella società e in un intero quartiere è Ugo Cancelli, fondatore e coordinatore di ‘Besso Pulita!’, l’associazione che da due lustri si è attivata per difendere una comunità di 5’500 abitanti dal degrado e dall’isolamento. «Se all’inizio ci siamo attivati per combattere lo spaccio di droga, recuperando il nostro territorio – evidenzia i mutamenti Cancelli – oggi che il fenomeno è divenuto più ‘invisibile’, vogliamo riguadagnare anche una nuova qualità di vita, curando per esempio il verde e le aree comuni». Recuperato, dunque, il territorio («ci sono stati momenti dove in una sola notte abbiamo contato 65 spacciatori») è tempo di ricostituire quel tessuto sociale andato perso: «È per...

Ieri, 15:492017-03-24 15:49:38
Cristina Ferrari @laRegione

A Maroggia contro l'Aparthotel: lanciata una petizione a favore del verde pubblico

'Siamo stufi del cemento'. Il grido è quello dei promotori della petizione che si prefigge di salvare un'area verde lacustre '...

'Siamo stufi del cemento'. Il grido è quello dei promotori della petizione che si prefigge di salvare un'area verde lacustre 'in pericolo'. Si tratta del 'pratone' di Maroggia dove, a detta delle modine che in questi giorni fanno bella mostra di sé, dovrebbe sorgere un Aparthotel, un nuovo complesso residenziale e ricettivo con appartamenti, albergo e diversi altri servizi. Un voluminoso progetto che andrebbe a compromettere, secondo i promotori della raccolta di firme, un'area verde destinata all'uso pubblico. 

Ieri, 15:342017-03-24 15:34:49
Cristina Ferrari @laRegione

Bissone, perde il controllo e plana su un lato

Sembra non aver avuto conseguenze gravi l'incidente capitato intorno alle 15 a Bissone lungo via Campione. Una piccola utilitaria nell'affrontare la stretta strada che...

Sembra non aver avuto conseguenze gravi l'incidente capitato intorno alle 15 a Bissone lungo via Campione. Una piccola utilitaria nell'affrontare la stretta strada che collega Bissone all'enclave ha perso il controllo e ha finito la sua corsa sul lato del conducente.

Ieri, 12:552017-03-24 12:55:21
Cristina Ferrari @laRegione

L'Europa approda a Lugano

Nell’ambito della sua visita nel Canton Ticino, Michael Matthiessen, ambasciatore dell’Unione Europea accreditato a Berna, è stato ricevuto questa mattina dal sindaco Marco Borradori. Nel...

Nell’ambito della sua visita nel Canton Ticino, Michael Matthiessen, ambasciatore dell’Unione Europea accreditato a Berna, è stato ricevuto questa mattina dal sindaco Marco Borradori. Nel corso dell’incontro, che si è tenuto a margine di una visita al Lac, è stato affrontato il tema delle relazioni tra Lugano e l’Ue. Oltre a contestualizzare la situazione luganese nell’ambito delle relazioni economiche e commerciali con alcuni Paesi europei, in primis l’Italia, si è discusso delle problematiche legate al mercato del lavoro e dei frontalieri. Tra gli altri temi emersi, anche 'l’armoniosa integrazione' in Città di importanti comunità di cittadini originari di Paesi Ue.  

 

Ieri, 06:002017-03-24 06:00:00
Cristina Ferrari @laRegione

Quando il cibo riempie un vuoto

Diana oggi ha 33 anni. Un fisico che è rimasto minuto ma che attraverso i suoi vivaci occhi esprime serenità. Dieci anni fa ha vissuto quella che definisce «una prigione». È stata...

Diana oggi ha 33 anni. Un fisico che è rimasto minuto ma che attraverso i suoi vivaci occhi esprime serenità. Dieci anni fa ha vissuto quella che definisce «una prigione». È stata indispensabile, infatti, una grande determinazione per uscire dalla sfiancante guerra con il cibo che, riducendola una decina di anni fa a 33 chili, l’aveva prosciugata di speranze e certezze. Oggi è una giovane donna, intelligente e affabile, consapevole di un percorso in salita ormai lasciato alle spalle. Tanto da volerlo condividere, nell’intento di mettere a beneficio di chi vive oggi la stessa situazione quella infelice esperienza, trovando motivi di riscatto personale per sé e per gli altri. Nasce, dunque, con l’obiettivo di riunire coloro che soffrono, o hanno sofferto, di disturbi alimentari il nuovo...

23.3.2017, 17:012017-03-23 17:01:01
Alfonso Reggiani @laRegione

Lugano, la Città stanzia 9 milioni per sistemare 12 sedi scolastiche

Il Municipio di Lugano ha approvato oggi la richiesta di un credito quadro per gli anni 2018 - 2022 di 8,96 milioni di franchi a favore degli...

Il Municipio di Lugano ha approvato oggi la richiesta di un credito quadro per gli anni 2018 - 2022 di 8,96 milioni di franchi a favore degli interventi di sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici comunali. Il credito quadro coprirà in particolare le esigenze legate alle sedi di Sonvico, Cadro, Dino, Villa Luganese, Maglio di Colla, Carona, Viganello, Pregassona, Breganzona, Pazzallo, Loreto e Lugano centro. Gli interventi previsti consentiranno di adeguare le misure di protezione antincendio, la sicurezza, la manutenzione e il risanamento energetico, e anche di migliorare la qualità d’uso degli edifici scolastici e diminuire in futuro le necessità di manutenzioni ordinarie importanti. Le opere di risanamento energetico saranno sussidiate dal Fondo energie rinnovabili (Fef). Gli interventi di manutenzione sono stati pianificati e coordinati con la programmazione generale di rinnovo nelle prossime legislature degli edifici scolastici, elaborata in collaborazione con i dicasteri scuole e sviluppo territoriale e illustrata nel
piano di investimenti allegato al preventivo.

23.3.2017, 16:442017-03-23 16:44:28
Alfonso Reggiani @laRegione

Ufficio postale, anche Manno annuncia il ricorso

"C'era una volta… la Posta, Istituzione federale pubblica efficiente ed affidabile, vero fiore all'occhiello della Confederazione,": comincia così la nota diffusa...

"C'era una volta… la Posta, Istituzione federale pubblica efficiente ed affidabile, vero fiore all'occhiello della Confederazione,": comincia così la nota diffusa oggi dal Comune di Manno. "C'era, ora è rimasto ben poco", scrive il Municipio, che si dichiara perfettamente consapevole "che le abitudini dei suoi utenti sono in parte cambiate grazie all'evoluzione tecnologica, ma quando lo scopo principale è ispirato unicamente alla ricerca del massimo profitto, questo diventa inaccettabile". Perciò, di fronte a questo atteggiamento arrogante, forte della sua posizione di monopolio, se la Posta vuole chiudere l'ufficio postale, anche il Municipio di Manno (1'300 abitanti e oltre 5'500 persone che vi lavorano) valuterà di chiudere tutte le collaborazioni che attualmente intrattiene con il "Gigante Giallo"! Sicuramente farà ricorso all'Ufficio di vigilanza!.

23.3.2017, 15:552017-03-23 15:55:45
Alfonso Reggiani @laRegione

Monteceneri, Daldini in Municipio al posto di Oleggini

Il consigliere comunale Andrea Daldini del Ppd e Generazione giovani è subentrato in Municipio all’uscente collega di partito Matteo Oleggini, in carica dal...

Il consigliere comunale Andrea Daldini del Ppd e Generazione giovani è subentrato in Municipio all’uscente collega di partito Matteo Oleggini, in carica dal 2010 e che ha dato le proprie dimissioni lo scorso gennaio. Daldini sedeva in legislativo invece dal 2016. La cerimonia di insediamento si è tenuta lunedì scorso alla presenza del Municipio in corpore, del segretario comunale e dei capi servizio.

22.3.2017, 18:152017-03-22 18:15:15
Guido Grilli @laRegione

La Corte dà fiducia all'ex hooligan

"La Corte vuole credere che l'imputato ha cambiato vita”. Il giudice Mauro Ermani (nella foto), presidente della Corte delle assise criminali ha ritenuto inutile far tornare in...

"La Corte vuole credere che l'imputato ha cambiato vita”. Il giudice Mauro Ermani (nella foto), presidente della Corte delle assise criminali ha ritenuto inutile far tornare in carcere il 24enne, ex hooligan violento che nel 2013 era stato condannato a 2 anni e mezzo di carcere per aver aggredito al Carnevale di Montagnola un agente della polizia cantonale e altri due agenti durante un derby di hockey alla Resega, nonché, uscito dal carcere, nel 2015 alzato le mani nei confronti di un altro agente. Il tempo, tuttavia, ha maturato il giovane, il quale dal suo ultimo reato dell'agosto 2015 ha dato prova di una nuova condotta: lavoro, attività sportive e soprattutto non ha più bevuto alcool, miccia che nei tre episodi ha scatenato l'inaudita violenza contro le autorità e i funzionari. La Corte ha confermato la pena proposta dalla pp Chiara Borelli: 7 mesi sospesi per quattro anni e rinuncia alla revoca dei 21 mesi sospesi del precedente giudizio, nonché obbligo di misure di condotta: controlli dell'astensione dall'alcool, anche a sorpresa e trattamento ambulatoriale da uno psicologo.

21.3.2017, 18:072017-03-21 18:07:10
Alfonso Reggiani @laRegione

Lugano, il rischio di crash? 'Caso unico con l'inchiesta Ufac ancora aperta', dice Borradori

«Il Municipio non ne era al corrente, è il primo caso noto e l’inchiesta dell’Ufficio federale dell’aviazione...

«Il Municipio non ne era al corrente, è il primo caso noto e l’inchiesta dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (Ufac) è ancora in corso». Queste le prime risposte fornite dal sindaco di Lugano Marco Borradori al termine della seduta di lunedì sera rispetto all’interrogazione di Tiziano Galeazzi (Udc) e Sara Beretta–Piccoli sul maldestro avvicinamento di un aereo all’aeroporto di Agno risalente all’ottobre 2015, quando un Dash Q400 della Austrian Airlines, per conto di Swiss sulla rotta tra Zurigo e Lugano, ha rischiato di schiantarsi sulla Collina d'Oro. Qualsiasi miglioramento è ben visto dall’esecutivo, ha proseguito il sindaco, «negli anni scorsi in accordo con l’Ufac sono state messe a punto procedure di avvicinamento e misure che le facilitino». Non è invece vero che alcune compagnie aeree abbiano piloti non abilitati ad atterrare ad Agno. Rispetto al rilancio dello scalo, il sindaco ha annunciato che dopo aver licenziato il messaggio la scorsa settimana, la Città ha subito scritto al Cantone perché «non vi sono state finora chiare e significative prese di posizione a favore dell’aeroporto e del suo indiscutibile ruolo nell’economia cantonale e regionale», mentre l’attuale area Check-in sarà interamente dedicata al Lac.

Codice etico ‘non per municipali’

Codice etico da sottoscrivere anche dai municipali in carica, oltre che dai docenti dell’Istituto scolastico cittadino? L’esecutivo di Lugano sarebbe anche disposto a farlo, ha risposto il direttore del Dicastero finanze Michele Foletti (supplente di Lorenzo Quadri assente in quanto a Berna per la seduta di Consiglio nazionale) lunedì ser. La richiesta formulata dal gruppo Ppd tramite un’interpellanza è stata ritenuta ridondante e di difficile applicazione. Foletti: «Esiste già la dichiarazione di fedeltà alle leggi in occasione dell’entrata in carica. Ci sarebbe poi un’altra questione: chi sarebbe l’organo preposto a sanzionare chi non rispetta il codice etico? Non potrebbe farlo la Sezione enti locali che è l’autorità di vigilanza sui Comuni ma non su un codice etico adottato volontariamente, per cui potrebbe toccare al Consiglio comunale…».

21.3.2017, 17:272017-03-21 17:27:40
Alfonso Reggiani @laRegione

Muzzano, salvato dai pompieri di Lugano il cervo finito in una vasca di contenimento

Un cervo è finito in una vasca di contenimento nei pressi del Comune di Muzzano. L'animale è stato rinvenuto daglii...

Un cervo è finito in una vasca di contenimento nei pressi del Comune di Muzzano. L'animale è stato rinvenuto daglii specialisti dell’Unità di intervento tecnico dei pompieri di Lugano stamattina e lo hanno tratto in salvo. Sul posto, è intervenuto anche il guardiacaccia. Per soccorrere l’animale impaurito si è resa necessaria la creazione di un varco in un muro. L’animale è stato in seguito liberato nel bosco adiacente, sano e salvo.

21.3.2017, 15:342017-03-21 15:34:16
Alfonso Reggiani @laRegione

Chiusure uffici postali, l'indignazione monta in Malcantone

Trasuda indignazione la nota stampa diffusa dal Comitato di coordinamento dei sindaci del Malcantone, dopo le recente riunione di Vernate. Il comitato ha...

Trasuda indignazione la nota stampa diffusa dal Comitato di coordinamento dei sindaci del Malcantone, dopo le recente riunione di Vernate. Il comitato ha reagito duramente alla richiesta di chiarimenti formulata in febbraio sul futuro degli uffici postali rimasti in Malcantone. Una risposta “che ha il solo scopo di avvolgere in una nuvola di fumo la problematica della chiusura degli uffici postali”.
Il Comitato stigmatizza anche le modalità operative per attuare le decisioni della Direzione generale che non tengono conto delle rivendicazioni degli enti locali. I sindaci invitano “il Consiglio di Stato a intervenire in modo deciso verso la direzione della Posta affinché la stessa metta una moratoria sulla chiusura degli uffici postali fintanto che non ci sarà chiarezza. Un invito è pure rivolto alla Deputazione ticinese a Berna affinché chieda al Consiglio federale di rivedere il piano di redditività della Posta. I Comuni malcantonesi sono invitati alla solidarietà territoriale per opporsi all’arroganza burocratica dei funzionari e a chiedere l’effetto sospensivo alla Commissione federale delle Poste.

21.3.2017, 15:132017-03-21 15:13:35
Alfonso Reggiani @laRegione

Bufale online, anche Lorenzo Quadri ci casca

Anche il municipale di Lugano e consigliere nazionale Lorenzo Quadri è caduto nella rete delle bufale. Dapprima ha postato: “Avanti, facciamoli entrare tutti come...

Anche il municipale di Lugano e consigliere nazionale Lorenzo Quadri è caduto nella rete delle bufale. Dapprima ha postato: “Avanti, facciamoli entrare tutti come vorrebbe la gauche-caviar spalancatrice di frontiere che si costituisce in nuovi comitati” in base a una notizia diffusa dal portale “Gazzetta della Sera”, poi l’ha cancellato. Nel frattempo, è stato bacchettato da Mirko D'Urso, direttore del Mat: “Quadri dovrebbe controllare le fonti dalle quali prende spunto per i suoi post biliosi!”.

21.3.2017, 10:332017-03-21 10:33:40
Dino Stevanovic @laRegione

Sequestrò, picchiò e abusò della ragazza; a processo un 26enne

Caricò la propria ragazza in auto e - convinto che lei lo tradisse e sotto gli effetti dell'alcol - la sequestrò impedendole di uscire e la...

Caricò la propria ragazza in auto e - convinto che lei lo tradisse e sotto gli effetti dell'alcol - la sequestrò impedendole di uscire e la picchiò. In un episodio successivo la costrinse anche a una rapporto orale. I fatti risalgono al 2008/2009 - quando imputato e vittima erano poco più che maggiorenni -, eppure il caso arriva alle Assise criminali solo oggi a causa delle responsabilità negate dal giovane negli anni, assunte solo in tempi relativamente recenti. Il 26enne svizzero dovrà rispondere di diverse ipotesi di reato: ripetuto sequestro di persona e ripetuta coazione, coazione sessule tentata e consumata, ripetuta guida in stato di inettitudine, guida in stato di revoca, ripetuta grave infrazione alle norme della circolazione e tentata istigazione a sviamento della giustizia. Altre accuse, legate all'uso di armi, sono invece cadute ormai in prescrizione.