30.11.2022 - 12:01
Aggiornamento: 18:27

Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio

Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.

un-lupo-ripreso-in-un-video-mentre-attraversa-la-strada-a-bodio
Ti-press
Negli scorsi mesi le predazioni si sono verificate anche a Novazzano

"In questi giorni viene segnalata da più parti la presenza del lupo sul fondovalle del nostro Cantone. L’ultimo avvistamento in ordine cronologico è avvenuto nella zona industriale della Bassa Leventina". Parte da questa considerazione – confermata da un video che immortala il lupo ‘a spasso’ – un’interrogazione al governo ticinese di Sara Imelli (Centro/Ppd). "Il lupo, definito dalle autorità cantonali come schivo e riservato, si aggira quindi tranquillamente attorno alle fabbriche, alle vie di comunicazione e, come nel caso di Bodio, puntando diritto alla zona dedicata agli orti e ai pollai adiacente al paese abitato", scrive Imelli.

Una situazione definita "prevedibile" visto l’arrivo dell’inverno. "Già nei mesi scorsi a Mendrisio, Blenio e in Leventina si era lanciato l’allarme sul tema presagendo ciò che sarebbe in effetti successo, sia nella stagione estiva sugli alpeggi sia con il sopraggiungere dell’inverno al piano: appello purtroppo caduto nel vuoto!" si legge nell’interrogazione, che afferma: "La questione lupo appare manifestamente fuori controllo in Ticino. È quindi urgente trovare delle immediate soluzioni concrete ed efficaci". Al Consiglio di Stato si chiede, nel concreto, se ha intenzione di prendere misure urgenti, se è previsto un monitoraggio degli esemplari nelle zone del fondovalle dove è stato avvistato e se sono previste serate pubbliche per incontrare la popolazione toccata dal problema.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved