12.09.2022 - 17:50
Aggiornamento: 18:06

Addio a Marisa Morandi, per 44 anni al servizio del Cantone

Scomparsa improvvisamente domenica a Giubiasco la segretaria amministrativa dei Servizi del Gran Consiglio. Il ricordo commosso di Venturelli e La Mantia

addio-a-marisa-morandi-per-44-anni-al-servizio-del-cantone
Classe 1960

Si è spenta improvvisamente domenica nella sua casa di Giubiasco Marisa Morandi, segretaria amministrativa dei Servizi del Gran Consiglio. Classe 1960, da 44 anni alle dipendenze del Cantone, era molto apprezzata da parlamentari, colleghi e cronisti.

‘Era un piacere averla con noi in ufficio, competente e solare’

«Era una professionista rigorosa che coordinava molti lavori e molti dossier, molto attenta, capace e competente», è il ricordo che consegna a ‘laRegione’ il segretario del Gran Consiglio Tiziano Veronelli. Morandi «era una persona molto discreta, mai invadente, rispettosa dei ruoli, delle cariche e con un grandissimo senso delle istituzioni, a volte quasi eccessivo». La sua era «una totale dedizione al lavoro, sempre con un’attitudine positiva e un piglio quasi militaresco». Ma «era anche tanto solare, elegante, curata, nessuno le ha mai sentito dire una parolaccia: era bellissimo lavorare con lei, averla con noi in ufficio. Ci manca già, e continuerà a mancarci».

‘Il suo un contributo fondamentale per il funzionamento dell’Amministrazione’

Anche la presidente del Gran Consiglio Gina La Mantia si unisce al dolore: «Sono molto toccata da questa disgrazia, nessuno poteva aspettarselo è stata davvero improvvisa». Morandi, ricorda la Prima cittadina, «era una persona davvero sempre, sempre molto cordiale, gentile, svolgendo il suo lavoro dietro le quinte, senza apparire ma dando sempre il suo importantissimo contributo per il funzionamento dell’Amministrazione». Il dispiacere di La Mantia «è di non poterla ringraziare personalmente per tutto quello che ha fatto in questi oltre quarant’anni».

Ai parenti, alle amiche e agli amici di Marisa Morandi vadano le condoglianze della redazione de ‘laRegione’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved