18.07.2022 - 17:00
Aggiornamento: 17:32

Caccia, è pronto il Regolamento venatorio 2022

Pubblicate le date per la caccia alta e alcune modifiche per la caccia al cervo. Per la caccia bassa confermate le regole dell’anno scorso

caccia-e-pronto-il-regolamento-venatorio-2022
Ti-Press

Regolamento venatorio 2022, ci siamo. Il Consiglio di Stato ha infatti stabilito che la caccia alta avrà luogo dal 3 al 17 settembre e dal 23 al 27 settembre.

Per quanto riguarda il camoscio, "sono confermate le modalità di prelievo basate su un contingentamento delle catture, allo scopo di tutelare e incrementare a medio termine le popolazioni di questo ungulato" scrive il governo. Il piano di abbattimento è il seguente: per i maschi e le femmine con età superiore a 2,5 anni 350 esemplari per genere; per gli anzelli, sia maschi che femmine, 100 esemplari. Per assicurare una maggiore protezione della specie, il Consiglio di Stato informa che la caccia al camoscio nel comprensorio Gambarogno-Tamaro-Lema è stata temporaneamente chiusa.

Detto del totale, si passa alle modalità di prelievo: tre capi per cacciatore, dei quali non più di due adulti. Tutti i dettagli si trovano sul sito www.ti.ch/caccia.

Per quanto concerne il capriolo, "anche quest’anno le catture saranno a contingente". Vale a dire 200 esemplari sia per i maschi con più di 1,5 anni sia per le femmine con più di 1,5 anni. Detto della pagina web per ogni informazione, i capi per cacciatore saranno due.

Con il cervo, invece, si cambia discorso: "Per favorire un incremento dei prelievi, è stato tolto il contingentamento delle catture dei cervi maschi di 1,5 anni (fusoni) ed è stata introdotta la possibilità di catturare una femmina adulta allattante senza il vincolo della cattura del suo cerbiatto ma con un limite altimetrico regionale (può essere catturata fino a una quota di 1’200 metri nel Sottoceneri e fino a una quota di 1’500 metri nel Sopraceneri".

Per il cinghiale il numero dei capi è illimitato, per le marmotte due capi per cacciatore dal 7 al 9 settembre.

Chi ha intenzione di cacciare il cervo e il camoscio, scrive il Consiglio di Stato, "è obbligato a informarsi, a partire dal 7 settembre 2022 (valido dunque per il giorno di caccia 8 settembre) in merito alle modalità di caccia valevoli".

Va notata, inoltre, "la conferma durante la caccia alta di una fascia oraria al di sotto dei 400 metri di quota durante la quale sarà vietato cacciare, in modo da garantire una migliore fruizione degli spazi pubblici naturali da parte della popolazione nelle aree maggiormente urbanizzate". Più precisamente, sarà permessa dal 3 al 17 settembre dalle 6 alle 10 e dalle 16.30 alle 20.30; dal 23 al 27 settembre dalle 6.30 alle 10 e dalle 16.30 alle 20.

In merito alla caccia bassa e alla caccia acquatica, le normative rispecchiano quale in vigore lo scorso anno".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved