responsabilita-sociale-del-comune-in-estate-il-piano-d-azione
Ti-Press
Da sinistra: Jenny Assi (ricercatrice Supsi), Marzio Della Santa e Norman Gobbi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
9 min

Conferenza sull’ambiente: 1° premio a una classe di Acquarossa

La quinta elementare della docente Nora Antonini ha vinto a livello nazionale grazie a un lavoro di studio sulle piante non autoctone (neofite)
Locarnese
16 min

Cevio, la Fondazione Silene Giannini fa spazio all’arte

Obiettivo: sostenere chi eccelle in pittura, fotografia, grafica e altri settori figurativi, creando anche una rete regionale
Luganese
43 min

Al Liceo di Lugano 1 è tempo di premiati

L’elenco degli studenti dell’ultimo anno più meritevoli fra alte medie e scelta opzionale di materie
Luganese
48 min

Liceo 1, nel 170° della fondazione sono 249 i neo maturati

Riportiamo tutti i nomi dei giovani studenti che hanno ottenuto a Lugano la licenza di scuola media superiore per l’anno 2021/2022
Locarnese
1 ora

Losone, la Lega: ‘Il sindaco dimissiona?’. Catarin: ‘Macché...’

Un’interpellanza ipotizza tensioni in Municipio. Secca la smentita: ‘Clima sereno e costruttivo’
GALLERY
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio e ‘l’energia positiva’ della Festa della Musica

Gli organizzatori tracciano il bilancio della nona edizione svoltasi nel fine settimana nel cuore del Borgo. L’appuntamento è per il giugno 2023
Bellinzonese
3 ore

Bellinzona, auto in fiamme sull’A2 in direzione nord

Sul tratto di autostrada si sono formati un paio di chilometri di coda
Luganese
5 ore

Lombardi: ‘Non mi aspetto molto dal vertice sull’Ucraina’

L’incontro sarà a Lugano il 4 e 5 luglio. L’ex consigliere agli Stati si chiede se abbia senso parlare di ricostruzione quando la guerra è ancora in corso
03.05.2022 - 14:24
Aggiornamento : 15:19

Responsabilità sociale del Comune, in estate il piano d’azione

Sarà ricavato dalle risultanze dell’indagine promossa da Dipartimento delle istituzioni e Dipartimento delle finanze e dell’economia

Attuazione di un piano regolatore che applichi il principio federale dello sviluppo centripeto, riqualifica urbanistica e rivitalizzazione dei quartieri. E ancora: adattamento ai cambiamenti climatici e riduzione degli impatti ambientali del Comune (stabili, veicoli, gestione dei rifiuti eccetera). Sono questi i punti su cui ha messo l’accento l’indagine – promossa per la prima volta in Ticino dal Dipartimento delle istituzioni e dal Dipartimento delle finanze e dell’economia – svolta tra gli enti locali con l’intento di rilevare l’orientamento degli enti locali nell’ambito dello sviluppo sostenibile della responsabilità sociale.

Dall’analisi dei dati raccolti è emersa una diffusa sensibilità verso il tema. L’adozione di buone pratiche è però distribuita in modo difforme, con alcune iniziative largamente applicate e quindi già entrate nella pratica del buon governo e alcune aree invece ancora poco implementate.

Nell’estate 2021, Dipartimento delle istituzioni e Dipartimento delle finanze e dell’economia avevano avviato un sondaggio tra i Comuni ticinesi con l’intento di rilevare l’orientamento degli enti locali nell’ambito dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale. Il lavoro di ricerca – condotto in collaborazione con la Supsi – è stato svolto tra giugno e settembre 2021; su 108 Comuni interpellati hanno risposto in 81, pari al 75% del campione totale.

Il progetto si inserisce nella riforma del funzionamento del Comune, uno dei tre assi di intervento sui quali sta lavorando il Dipartimento delle istituzioni per ridefinire il ruolo e il funzionamento del Comune insieme alla riforma dei compiti e della dimensione.

Parallelamente all’indagine, un gruppo di lavoro ad hoc ha analizzato il tema nell’ambito dei lavori preparatori della terza edizione del Simposio tra Cantone e Comuni. Gli approfondimenti elaborati dalla Sezione degli enti locali hanno portato all’identificazione di sei strumenti volti a rafforzare la capacità dei Comuni di mettere in atto politiche e azioni utili a promuovere la qualità di vita residenziale in una prospettiva di sviluppo sostenibile: il rapporto di sostenibilità; il portfolio delle buone pratiche; il benchmark intercomunale; la certificazione; la formazione e la sensibilizzazione, nonché il premio per il Comune socialmente responsabile.

Conclusioni e analisi svolte dal gruppo di lavoro verranno ora concretizzate dal Consiglio di Stato. Gli strumenti saranno introdotti gradualmente nelle realtà comunali nei prossimi anni, proprio per sostenere i Comuni in questo sforzo, pur assicurando la totale libertà dei Comuni nella scelta se aderirvi. Entro la fine dell’estate verrà poi presentata una risoluzione governativa nella quale sarà definita la fase esecutiva del progetto, che potrà poi essere attuato da tutte le realtà comunali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
enti locali governo responsabilità sociale comune
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved