22.04.2022 - 21:44

Nell’agenda formazione, energia, sanità...

Incontro tra l’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio ticinese e una delegazione di deputati del Grigioni italiano

nell-agenda-formazione-energia-sanita
Visita e riunione (foto Gc)

Formazione, pianificazione del territorio, energia, sanità.... . Questi e altri i temi al centro del recente incontro tra l’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio ticinese e una delegazione di deputati del Grigioni italiano, guidata dal presidente della deputazione Paolo Papa e composta da Samuele Censi, Rodolfo Fasani, Nicoletta Noi-Togni e Hans Peter Wellig. Il presidente Nicola Pini e le due vice Gina La Mantia e Nadia Ghisolfi, si legge in una nota del parlamento ticinese, hanno accolto gli ospiti accompagnandoli dapprima in una breve visita di Palazzo delle Orsoline e in particolare della Sala del Gran Consiglio.

Durante le successive discussioni, oltre che su aspetti procedurali e sull’importanza della valorizzazione dell’italianità e del plurilinguismo, l’accento è stato posto su alcuni temi che accomunano il Canton Ticino e il Grigioni italiano, in particolare il Moesano e la sua popolazione. Temi riguardanti "la pianificazione del territorio, la mobilità, la formazione scolastica, l’energia e le riversioni delle centrali idroelettriche, come anche le misure di lotta alla pandemia e l’importante supporto sanitario prestato dalle strutture ospedaliere ticinesi al Grigioni italiano". Proprio per questo, durante la riunione fra le delegazioni e in seguito all’inizio della seduta parlamentare, alla quale la delegazione grigionese ha assistito, Pini ha ribadito l’importanza di una collaborazione e di un dialogo politico costante tra i rappresentanti parlamentari di Ticino e Grigioni italiano, regioni che condividono non solo lingua e cultura italiane, ma anche progetti e sfide da affrontare insieme.

La visita – dando seguito al precedente incontro tenutosi a Coira nel 2020 tra la delegazione ticinese, allora presieduta da Claudio Franscella, e quella grigionese – si inserisce nel contesto degli incontri intesi a favorire lo scambio di esperienze e a curare i rapporti istituzionali tra i due Cantoni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved