in-ticino-resta-l-obbligo-di-mascherina-in-strutture-sanitarie
Ti-Press
01.04.2022 - 11:34
Aggiornamento : 15:55

In Ticino resta l’obbligo di mascherina in strutture sanitarie

L’obbligo vale per strutture sanitarie e sociosanitarie ambulatoriali, studi medici, farmacie e ogni luogo dove si esercita una professione sanitaria

a cura di Marco Narzisi

Negli ospedali, nelle case per anziani e anche nelle strutture sanitarie e sociosanitarie ambulatoriali, studi medici, farmacie e in ogni altro luogo dove viene esercitata una professione sanitaria in Ticino verrà mantenuto l’uso obbligatorio della mascherina a partire da oggi. Il Dipartimento sanità e socialità, dopo l’anticipazione del presidente del Governo Manuele Bertoli, conferma il ricorso al margine di manovra a disposizione dei Cantoni dopo la revoca, a partire da oggi, di tutti i provvedimenti per il contenimento della pandemia decisa dal Consiglio federale. Vengono dunque adeguate le Direttive del medico cantonale che entrano in vigore oggi. Per ospedali, cliniche e strutture sanitarie vengono messi in atto anche ulteriori allentamenti riguardo alle modalità delle visite ai pazienti. Inoltre, uscite e congedi sono nuovamente liberi.

Per il Dss "è importante che ognuno di noi faccia la sua parte. Basta poco per proteggere sé stessi e gli altri". Si chiede dunque di continuare a osservare le buone misure di igiene, a indossare la mascherina se le distanze non possono essere garantite o ci si trova in un luogo chiuso con forte affluenza. Se si avvertono sintomi, l’invito è di restare a casa e farsi testare evitando così di contagiare altre persone. Il Dipartimento della sanità e della socialità "continua a monitorare la situazione e confida nella buona osservanza delle misure igieniche tuttora raccomandate".

Leggi anche:

Bertoli: ‘Manterremo mascherine in luoghi di cura e per anziani’

Da venerdì 1° aprile stop all’isolamento e alle mascherine

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
mascherine obbligatorie strutture sanitarie
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved