modifica-del-calendario-ssic-ti-respinto-il-ricorso-di-unia
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
36 min

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
4 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
8 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
17 ore

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
18 ore

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
18 ore

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
18 ore

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
18 ore

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
Bellinzonese
18 ore

Luca Decarli presidente del Rotary Club Bellinzona

Succede ad Alessandra Alberti
Locarnese
19 ore

Giallo di Solduno, indagini a tutto campo

Per la morte del 25enne, rinvenuto senza vita e con una ferita al volto dopo diversi giorni, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi
Bellinzonese
19 ore

Piazza ex Mercato, un ‘sentiero’ in granito verso Palazzo civico

La riqualifica dell’area a Bellinzona è sul tavolo dell’Ufficio dei beni culturali. L’intenzione è di presentare un messaggio municipale entro fine anno
22.02.2022 - 15:12

Modifica del calendario Ssic Ti, respinto il ricorso di Unia

Il Tribunale federale ha giudicato infondato il ricorso del sindacato contro la decisione del Collegio arbitrale della Cpc

Il Tribunale federale ha respinto il ricorso del sindacato Unia contro la Società svizzera impresari costruttori Sezione Ticino (Ssic Ti), con all’oggetto l’interpretazione data al Contratto collettivo cantonale di lavoro (Ccl-Ti) del settore da parte del Collegio arbitrale dell’edilizia e del genio civile. I giudici federali hanno ritenuto infondato il ricorso "nella ridotta misura" in cui risultava ammissibile.

"Sindacato Unia sconfessato anche dal Tribunale federale. E così perdono tutti, lavoratori e imprese". Così si esprime la Società svizzera impresari costruttori Sezione Ticino (Ssic Ti) in un comunicato odierno circa la decisione dei giudici di Losanna che dà torto a Unia circa l’interpretazione data al Contratto collettivo cantonale di lavoro (Ccl-Ti) del settore da parte del Collegio arbitrale dell’edilizia e del genio civile. Il ricorso, "nella ridotta misura" in cui risultava ammissibile, è stato infatti ritenuto infondato.

La questione in breve

La questione prende le mosse dalle 4 settimane di blocco totale dei cantieri decretate durante il primo lockdown a partire dal 23 marzo 2020, a cui erano seguite altre 2 settimane con un numero limitato di lavoratori presenti per singolo cantiere. Decisione "drastica" che la Ssic Ti dichiara di aver "responsabilmente condivisa e sostenuta" con consapevolezza della necessità di evitare il collasso del nostro sistema sanitario.

Contemporaneamente, la Ssic Ti, nell’ottica di sostenere le imprese al momento della riapertura dei cantieri, aveva subito chiesto ai sindacati di intavolare una trattativa per cercare di introdurre alcuni accorgimenti. Proposte che, lamenta l’Associazione, sono state tutte respinte dai sindacati.

La Ssic Ti, come ultima opzione, aveva proposto di ricorrere alla norma nel Contratto nazionale mantello (Cnm) che concede alle imprese di rivedere il proprio calendario di lavoro annuale. Calendario che, spiega l’Associazione dei costruttori, una volta inoltrato entro la fine di gennaio alla Commissione paritetica cantonale (Cpc), diventa poi vincolante per il resto dell’anno.

Con tale proposta la Ssic Ti si proponeva di recuperare parte del tempo perso nei cantieri durante il lockdown e di dare la possibilità anche ai lavoratori di riavere il 20% di salario non coperto dalla disoccupazione parziale. Tempo perso quantificato in una quarantina di ore supplementari da distribuire su tutto il resto dell’anno 2020 – dopo che i dipendenti erano rimasti a casa fino a sei settimane – e che, a dire della Ssic Ti, avrebbero permesso ai lavoratori di recuperare i circa 1’500 franchi che invece sono mancati loro a fine anno.

Anche questa richiesta è stata però respinta dai sindacati, "a causa di una divergenza interpretativa del contratto cantonale che, diversamente da quello nazionale di cui è un’estensione, non cita espressamente la possibilità di modificare il calendario durante l’anno". A quel punto, "per favorire una decisione in tempi utili", la Ssic Ti aveva sottoposto la questione al Collegio arbitrale della Cpc (nominato e riconosciuto da tutti i partner sociali, incluso Unia, proprio per dirimere questo genere di divergenze) il quale, in data 15 maggio 2020, aveva dato ragione alla Ssic Ti.

Unia "cattivo perdente"

A quel punto, "dimostrandosi un cattivo perdente, e sicuramente per protrarre la decisione nel tempo così da renderla inefficace", il sindacato Unia ha deciso di inoltrare ricorso al Tribunale federale contro il lodo arbitrale. "Davvero una deludente caduta di stile da parte di Unia, a maggior ragione leggendo la tranciante sentenza del Tribunale federale che respinge in toto il ricorso", commenta la Ssic Ti nel comunicato stampa.

"Morale: con questa fallita azione di forza di Unia il partenariato sociale esce dalla pandemia sicuramente indebolito (e ciò non è di buon auspicio per il rinnovo del contratto in scadenza a fine 2022), le imprese non hanno potuto recuperare il tempo perso, ma soprattutto ai lavoratori mancano 1’500 franchi", conclude l’Associazione dei costruttori.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cpc ssic tribunale federale unia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved