ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
7 ore

Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’

La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
9 ore

‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’

A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
9 ore

Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni

Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
Bellinzonese
9 ore

Bellinzona: chiesto un progetto sociale nell’ex vivaio comunale

Lorenza Röhrenbach, Ronald David e Giulia Petralli chiedono al Municipio se intende valutare di realizzare un orto comunale sul sedime in via San Biagio
gallery
Mendrisiotto
9 ore

Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso

L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
9 ore

Sottopasso Genzana, luce verde unanime dalla Gestione

Firmato il rapporto per la realizzazione di un’opera che rappresenta un tassello del riordino di tutto il comparto della stazione
Luganese
10 ore

Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave

L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Luganese
10 ore

Un ‘Incontro’ per la nuova casa anziani a Melano

La giuria ha premiato il progetto dell’architetto Lorenzo Orsi per la realizzazione della struttura geriatrica che sorgerà al posto del vecchio posteggio
Bellinzonese
10 ore

‘La Resistenza in 100 Canti’ al Circolo Carlo Vanza a Bellinzona

Sabato 4 febbraio alle 16.15 è prevista la presentazione dell’opera da parte dell’autore e curatore Alessio Lega
Locarnese
11 ore

Giovani e finanze, una conferenza di Cosimo Massaro

Sabato al Palexpo Fevi l’intervento dello scrittore ed esperto di questioni finanziarie, invitato da ‘GenitorInformaTI’
Bellinzonese
11 ore

A Campo Blenio torna la passeggiata enogastronomica  

‘A Scpass in Sorasosct’ in agenda domenica 5 marzo. Iscrizioni aperte a partire dal 1° febbraio
02.02.2022 - 17:23

Garzoni: ‘Liberi tutti irragionevole dal punto di vista medico’

Il direttore sanitario della Clinica Moncucco critica le scelte di Berna: ‘Sbagliato mettere in dubbio l’obbligo di mascherina in pubblico e al chiuso’

garzoni-liberi-tutti-irragionevole-dal-punto-di-vista-medico
Ti-Press

«Decidere oggi di mettere in consultazione delle misure che tra due settimane potrebbero valere una sorta di liberi tutti dal punto di vista medico ed epidemiologico è assolutamente irragionevole». È un giudizio estremamente negativo quello che trae il direttore sanitario della Clinica Luganese Moncucco Christian Garzoni dalle comunicazioni del Consiglio federale in merito alla ‘road map’ tracciata a livello di limitazioni. «La situazione negli ospedali è stabile e accettabile, ma al limite e richiede sforzi importanti. E tutto ciò – sottolinea Garzoni – con il freno a mano tirato, cioè le misure di contenimento. Se si mollasse di colpo questo freno a mano il rischio di ripartenza di casi e ricoveri sarebbe purtroppo molto importante». È opinione del Consiglio federale che questa accelerata sia dovuta al fatto che Omicron abbia avuto un impatto relativo sulle ospedalizzazioni e sui letti di terapia intensiva, o quantomeno non rilevante come le precedenti varianti molto più virulente. Ma il dottor Garzoni avverte: «Grossi margini di aumento dei posti letto nei reparti ‘normali’ senza andare a inficiare l’attività ordinaria non ci sono». Per questo motivo «quanto comunicato oggi mi pare una mossa davvero azzardata, perché avrebbe potuto avere senso cominciare ad allentare un po’ dal momento che Omicron provoca meno ricoveri in terapia intensiva e che la popolazione ha un buon tasso di vaccinazione. Ad esempio – continua Garzoni – passare dall’obbligo di telelavoro alla raccomandazione mi trova d’accordo. Diverso è il discorso del togliere la quarantena dei contatti di un positivo: mi lascia perplesso, perché è uno strumento che permette comunque di ridurre gli asintomatici tra la popolazione che, oggi, rappresentano una bella fetta dei positivi».

‘Più ragionevole la seconda opzione’

Insomma, la situazione «è ancora critica» per il direttore sanitario della Moncucco: «Per questo mi sembra in ogni modo molto più ragionevole, anche se comunque non senza azzardo, la seconda opzione messa in consultazione dal Consiglio federale, più prudente e che porterebbe, in caso di positiva evoluzione epidemiologica, ad allentamenti che sarebbero già molto importanti».

Ciò che non trova in alcun modo l’approvazione di Garzoni «è il fatto di mettere in discussione l’obbligo della mascherina in pubblico e nei luoghi al chiuso, è un messaggio pericoloso, che genera confusione. Se i cittadini sentono il Consiglio federale chiedere ai Cantoni se sono d’accordo nel togliere l’obbligo di portare la mascherina nella loro testa la traduzione può essere che quindi non serve a niente, ed è un errore grave. Non era assolutamente necessario andare a discutere di questa cosa in questo momento, è assolutamente prematuro togliere uno strumento efficace e che non tocca praticamente le libertà individuali e di interazione tra le persone».

La preoccupazione resta alta

C’è preoccupazione, è inutile negarlo: «Siamo tutti d’accordo che la situazione per ora è gestibile, sta funzionando e che per fortuna si può cominciare a vedere la luce in fondo al tunnel. Ma ripeto, questa consultazione verso un liberi tutti è davvero prematura e preoccupante perché rischia di portare solo confusione e difficoltà in una popolazione che potrebbe far più fatica ad accettare misure che sono state estremamente utili nell’evitare ricoveri e salvare vite umane».

Leggi anche:

Revocato l’obbligo di telelavoro e la quarantena dei contatti

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved