il-conservatorio-e-una-scuola-deve-essere-accessibile-a-tutti
Ti–Press
20.01.2022 - 18:31
Aggiornamento : 18:55

‘Il Conservatorio è una scuola, deve essere accessibile a tutti’

Una mozione chiede di modificare la qualifica di due parti dell’istituto che attualmente sottostanno all’obbligo del certificato 2G

“Al rientro dalle vacanze di Natale, gli allievi – con più di 16 anni – sprovvisti del certificato Covid 2G hanno dovuto interrompere improvvisamente la loro formazione musicale, non potendo più accedere al Conservatorio”, si legge in una mozione con primo firmatario Paolo Pamini (Udc). I mozionanti chiedono al governo che l’istituto venga considerata come scuola e non come ‘attività culturale e da tempo libero’. Questa qualifica è stata data dal Dipartimento educazione cultura e sport (Decs) alla Scuola di musica (Smus) e al Pre-College (Pre) del Conservatorio della Svizzera italiana.

“Gli allievi di oltre 16 anni della Smus e del Pre hanno seguito numerosi anni di formazione impegnativa e i corsi offerti costituiscono una tappa preliminare indispensabile per diventare musicisti professionisti”, ricordano i firmatari. Per questo insistono sul fatto che “non si tratti di attività ricreative ‘da tempo libero’, bensì di una scuola vera e propria che prevede esami annuali consentendo agli studenti il conseguimento di un diploma”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
conservatorio coronavirus covid pass mozione paolo pamini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved