l-imposta-di-circolazione-2022-sara-invariata-rispetto-al-2021
Ti-Press
17.01.2022 - 11:35
Aggiornamento : 14:30

L’imposta di circolazione 2022 sarà invariata rispetto al 2021

In arrivo nei prossimi giorni le fatture, che andranno saldate entro il 1° marzo. Previsto un gettito di 104, 8 milioni di franchi

La fattura per l’imposta di circolazione del 2022, in arrivo nelle case ticinesi in questi giorni, sarà analoga a quella del 2021, dato che non è stata apportata nessuna modifica rispetto a quella del 2019, 2020 e del 2021, così come sono rimasti invariati i coefficienti bonus-malus, legati alle emissioni di CO2 dei veicoli immatricolati per la prima volta dopo l’1.1.2009.

Per il 2022 il Cantone per le imposte di circolazione fatturerà in totale 134,4 milioni di franchi – importo di poco superiore al 2021 – al quale si aggiungono circa 3,6 milioni per le imposte di navigazione. Il gettito dell’imposta di circolazione 2022, riferito unicamente alle 225’042 automobili immatricolate alla fine del 2021 (nel 2020 erano 224’887) sarà di 104,8 milioni di franchi, leggermente inferiore a quello del 2021 (104,9 milioni). Al 31 dicembre 2021 l’intero parco veicoli ticinese si attesta a ben 324’017 unità.

La nuova formula di calcolo, contenuta nel messaggio 7’670 approvato dal Governo il 12 maggio 2019, è tuttora al vaglio del Parlamento e si prefigge di allineare le imposte di circolazione richieste in Ticino alla media nazionale, seguendo i principi di sostenibilità ambientale e di copertura dei costi dell’infrastruttura stradale.

L’imposta andrà saldata entro il 1° marzo 2022: è possibile usufruire della procedura elettronica (e-fattura), alla quale, a partire da quest’anno, sarà allegato in formato Pdf l’abituale volantino informativo, intitolato “Info mobilità 2022”, che fino al 2021 era incluso unicamente nella busta inviata per posta. Il Dipartimento Istituzioni osserva che la Sezione della circolazione, che annualmente emette circa 580’000 fatture, è stata il primo Ufficio dell’Amministrazione cantonale a dotarsi, nel corso del mese di novembre 2021, delle nuove fatture con codice QR, che permetteranno in particolare agli utenti di effettuare i pagamenti anche digitalmente, in modo rapido e semplice tramite scansione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
imposta circolazione sezione circolazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved