ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
1 ora

Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole

Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
3 ore

Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’

A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
3 ore

Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’

La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
3 ore

Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’

Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
4 ore

Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione

Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Mendrisiotto
4 ore

‘Goccia a goccia’, i primi vent’anni di Espérance Acti

Il documentario che testimonia l’attività dell’associazione di Balerna verrà presentato il 14 e 15 ottobre alla Torre dei Forni
Luganese
4 ore

Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr

Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
4 ore

Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’

I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Locarnese
4 ore

Da ‘Stranociada a Strarisotada’, sempre di successo si tratta

Lasciata alle spalle (si spera) la pandemia, archiviata un’edizione 2022 gettonatissima dalla popolazione, si prepara il futuro dell’evento
Luganese
4 ore

Lugano, lotta alla povertà in tempi di crisi

Simposio con la Federazione delle Ong della Svizzera italiana sabato 22 ottobre nell’auditorio dell’Usi
13.01.2022 - 21:03

Più deduzioni per i figli e molto meno per le multe

Tra le novità fiscali per il 2022 c’è anche l’obbigo di comunicare un conto corrente per i rimborsi di imposte pagate in eccesso

piu-deduzioni-per-i-figli-e-molto-meno-per-le-multe
Ti-Press

Con l’inizio del 2022 sono entrate in vigore alcune novità legislative fiscali. Lo rende noto il Dipartimento delle finanze e dell’economia. In particolare la non deducibilità – per indipendenti e persone giuridiche – delle multe, fiscali e non fiscali, delle pene pecuniarie e delle sanzioni pecuniarie amministrative a carattere penale pronunciate da autorità svizzere.Lo stesso principio vale per le sanzioni pronunciate da autorità estere, fatto salvo i casi in cui queste decisioni risultino contrarie all’ordine pubblico secondo il diritto svizzero. Rimane possibile dedurre i costi relativi alle sanzioni che incidono sull’utile ma che non hanno carattere penale (art. 26 cpv. 2 lett. f e 68 cpv. 1 lett. f LT).

Senza conto, non c’è rimborso

Per questioni organizzative e di economia procedurale, è stata introdotta una nuova norma nella LT (art. 241 cpv. 4bis), la quale prevede che il contribuente è tenuto, su richiesta dell’autorità fiscale, a fornire un conto bancario o postale al fine di permettere le restituzioni di imposta tramite bonifico. Se il contribuente non ottempera a questa richiesta, l’autorità fiscale è autorizzata ad accreditare tali somme sulla partita fiscale dello stesso. La prassi antecedente di restituzione tramite assegno è abolita.

Sempre nell’ottica di razionalizzare i processi di lavoro e garantire una maggiore efficienza nell’evasione delle pratiche da parte dell’Ufficio di tassazione delle persone giuridiche, è stato deciso di inserire una norma nella LT (art. 198 cpv. 2 bis ) che prevede l’obbligo per le persone giuridiche di compilare la propria dichiarazione fiscale in formato elettronico tramite l’applicativo informatico denominato eTaxPG. Al fisco deve essere inviato, in forma cartacea e debitamente firmato, unicamente il modulo relativo al codice a barre, congiuntamente agli allegati prescritti all’art. 199 cpv. 2 LT. L’autorità fiscale intende a ogni modo agevolare il più possibile questo passaggio anche per quei contribuenti che non dovessero essere ancora dotati dei necessari strumenti (computer e/o accesso a internet). Per questi motivi, l’entrata in vigore della misura obbligatoria avverrà con effetto sul periodo fiscale 2022, la cui dichiarazione dovrà essere compilata solo nel corso del 2023. Inoltre, per chi non fosse adeguatamente attrezzato, il fisco potrà mettere a disposizione, su appuntamento, delle postazioni di lavoro apposite per poter allestire elettronicamente la propria dichiarazione.

Innalzamento della deduzione in caso di cura dei figli prestata da terzi

In una sentenza del 14 settembre 2020, l’Alta Corte aveva ritenuto la deduzione regressiva a dipendenza del reddito imponibile per spese di cura dei figli con meno di 14 anni (art. 32a LT) come contraria al diritto federale superiore e al principio dell’uguaglianza giuridica. L’Autorità cantonale fiscale ha pertanto proceduto, successivamente alla predetta sentenza, a disattendere tale aliquota regressiva e ad applicare a tutte le fattispecie ancora pendenti, indipendentemente dal reddito imponibile del contribuente, l’aliquota massima prevista nella LT pari a CHF 10’000.--. Il Gran Consiglio ha nel frattempo deciso di innalzare la deduzione annua massima in caso di cura dei figli da terzi sino a CHF. 25’000.--, la quale sarà applicabile a partire dall’anno fiscale 2022.

Tutte le circolari della Divisione delle contribuzioni sono consultabili e stampabili sul sito internet: https://www4.ti.ch/dfe/dc/basi-legali/circolari/2022/

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved