Ajoie
3
Lugano
4
2. tempo
(1-2 : 2-2)
Zugo
0
Bienne
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
Ginevra
2
Losanna
2
2. tempo
(2-1 : 0-1)
Friborgo
2
Berna
1
3. tempo
(1-1 : 0-0 : 1-0)
Langnau
1
Lakers
1
2. tempo
(0-0 : 1-1)
Zurigo
3
Davos
0
2. tempo
(3-0 : 0-0)
Langenthal
1
Olten
5
2. tempo
(1-0 : 0-5)
Ticino Rockets
2
GCK Lions
5
2. tempo
(2-2 : 0-3)
Sierre
0
Zugo Academy
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
psicologi-richiesta-una-proroga-per-il-cambio-di-prassi
Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
18 min

‘Riforma tutorie, ora bisogna accelerare’

Preture di protezione, la presidente della commissione Giustizia: ‘Come deputati non dobbiamo perdere tempo’. Agna intanto propone dei correttivi
Bellinzonese
31 min

Lupo in alta Valle, la Società agricola Bleniese scrive al CdS

Gli allevatori lamentano carenze nella comunicazione e sollecitano un incontro per definire una strategia da adottare in caso di presenza del predatore
Luganese
1 ora

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri
Locarnese
2 ore

Lungolago di Muralto, stop alla progettazione ‘totale’

Ritirato il messaggio per moderazione del traffico e riassetto urbano perché due dei tre comparti sono “troppo” legati alle incertezze in stazione
Ticino
2 ore

Scuole di musica e obbligo 2G: ‘Non ci sono margini di manovra’

Il Consiglio di Stato risponde al Conservatorio sulle novità introdotte a fine dicembre: formazioni non equiparate a scuola dell’obbligo o secondario II
Luganese
2 ore

Campione, ricorso al Tar contro il taglio della sanità ticinese

La delibera del Consiglio regionale della Lombardia è in vigore dal 15 dicembre. Un’avvocata chiede l’intervento del Tribunale amministrativo regionale
Mendrisiotto
2 ore

Piazza del Ponte, progetto in sospeso. ‘Che delusione’

La Lista civica torna alla carica con il Municipio di Mendrisio. ‘A che punto è il bando di concorso?’
06.12.2021 - 07:000
Aggiornamento : 08:13

Psicologi, richiesta una proroga per il cambio di prassi

Nel 2018 la Commissione federale ha apportato delle modifiche senza comunicarle

a cura de laRegione

Per chi non era a conoscenza del cambiamento di prassi si conceda una proroga. Sarà questo l’invito dell’Ufficio federale di sanità pubblica (Ufsp) alla Commissione federale delle professioni psicologiche (PsiCo) per quanto riguarda l’adeguamento, avvenuto nel 2018, delle norme per potersi iscrivere all’albo professionale svizzero degli psicologi.

Della modifica gli studenti di psicologia in Italia domiciliati in Ticino non sono stati informati e al riguardo Nicola Schoenenberger (Verdi) e altri granconsiglieri ticinesi avevano inoltrato a novembre al governo un’interrogazione. I firmatari puntavano il dito contro l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale (Uosp): “Questo cambiamento di prassi, che allunga il curriculum scolastico di chi intraprende gli studi in Italia di circa due anni, non è stato comunicato agli interessati”. Il Consiglio di Stato spiega – nella risposta all’atto parlamentare – che la Commissione non ha mai rilasciato alcuna comunicazione in merito alla modifica di procedura “con cui interpreta il valore dei titoli italiani in sede di riconoscimento”. Dunque “l’Uosp, come tutte le persone interessate, è venuto a conoscenza del cambiamento soltanto quando i primi studenti hanno inviato formalmente la richiesta di approvazione alla PsiCo al termine degli studi”. Inoltre la Commissione “non si esprime mai sulla possibilità di accettazione di un diploma prima che questo sia stato ottenuto”.

Il governo fa presente che “l’Uosp, appena venuto a conoscenza dei primi casi, ha rapidamente scritto una lettera alla Commissione per sollevare come la modifica della prassi portasse pregiudizio agli universitari ticinesi”. Infatti gli adeguamenti “non toccano gli studenti svizzeri che hanno studiato in Francia o in Germania”. Alcuni mesi dopo la PsiCo ha risposto “sostenendo la correttezza della loro procedura e rifiutando qualsiasi revisione della stessa”. Il Dipartimento educazione, cultura e sport (Decs) ha deciso così di agire su due livelli: informando gli interessati e avvertendo il Dipartimento federale degli interni (Dfi) “che gli adattamenti avrebbero dovuto essere comunicati adeguatamente”. Alla lettera del governo ticinese il consigliere federale capo del Dfi ha risposto “promettendo che l’Ufsp si metterà in contatto con la Commissione invitandola a esaminare la richiesta formulata dal Consiglio di Stato sulla possibilità di adottare una proroga sull’aggiornamento della prassi per le persone che non sapevano di questa modifica al momento dell’inizio dei loro studi di master in psicologia”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved