ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 ora

La cultura previene o alimenta le violenze fondate sul genere?

A queste e altre domande si cercherà di dare risposta lunedì 30 gennaio alle 19.45 alla Scuola Media Bellinzona 1
Luganese
1 ora

Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano

Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Grigioni
1 ora

Grono ha 66 abitanti in più

Nel Comune grigionese, al 31 dicembre 2022, abitavano 1’493 persone. Registrati 155 arrivi contro 88 partenze, 13 nascite e 14 decessi
Ticino
17 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
20 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
23 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
1 gior

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
1 gior

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
1 gior

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
1 gior

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
Ticino
1 gior

Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’

Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior

Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi

Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Bellinzonese
1 gior

Porte aperte alle Scuole Santa Maria di Bellinzona

Giovedì 9 febbraio possibilità di assistere alle lezioni e incontrare i docenti di scuole elementari e medie
laR
 
15.11.2021 - 05:20
Aggiornamento: 14:30

I Verdi liberali, non solo ambiente: ‘Obiettivo Gran Consiglio’

Il copresidente del Pvl Dias: ‘Siamo una start-up in crescita, non vogliamo una rivoluzione del sistema e ci vuole armonia con economia e innovazione’

i-verdi-liberali-non-solo-ambiente-obiettivo-gran-consiglio
Ti-Press

Radicati e in crescita a livello federale, l’ultimo Barometro elettorale Ssr li vede in salita del 2% rispetto alle federali del 2019 e attestandoli al 9,8%. Più nell’ombra per ora in Ticino, dove comunque «tante idee» sono state messe in moto raggiungendo a livello concreto, quindi passando dalla teoria ai numeri, otto consiglieri comunali. Il Partito verde liberale (Pvl) vive una sorta di Gottardograben che vorrebbe superare perché «l’ambiente è importante e al centro della nostra azione, ma il cambiamento deve avvenire anche a livello economico, di ricerca e di mentalità del Cantone». E come? Stefano Dias, co-presidente dei Verdi liberali ticinesi assieme a Marco Battaglia, è diretto: «Noi promuoviamo una protezione dell’ambiente che guardi all’economia, alla tecnologia, alla ricerca e vogliamo che tutto questo proceda in armonia». Con, in ottica cantonali del 2023, «l’obiettivo dichiarato di entrare in Gran Consiglio».

Partendo da quali concetti?

Ci piace considerarci una sorta di start-up in Ticino. Siamo in una fase iniziale di crescita, con l’intento di essere vicini al territorio, dare spazio a chi sostiene le nostre idee, innovare non solo sui temi ma anche nella modalità di fare politica. Insomma, vogliamo rappresentare una novità dove c’è spazio per coloro che si riconoscono nelle nostre idee e per chi vuole un Ticino improntato all’apertura, al cambiamento e all’innovazione.

Con quali proposte politiche? Rispetto ai Verdi voi vi caratterizzate per un ambientalismo più pragmatico e razionale, a partire dal sistema economico auspicato. Ma a essere diversa è anche la base di partenza a livello elettorale.

Non abbiamo come obiettivo la rivoluzione del sistema socio-economico in Svizzera, semmai di renderlo più sostenibile grazie allo sviluppo tecnologico, permettendo di coniugarlo con la sostenibilità attraverso una vita più responsabile e virtuosa. Il modello su cui puntiamo è quello dell’economia circolare, con il riutilizzo delle materie passando per la diminuzione dello spreco e lo sfruttare la digitalizzazione per aiutare nella riduzione dell’impatto e creazione di posti di lavoro. Intendiamo orientarci verso un’economia che porti la diminuzione dell’impatto ambientale attraverso la responsabilità individuale e l’evoluzione tecnologica.

La recente bocciatura popolare della Legge federale sul CO2 impone alla politica un cambio di approccio, non si scappa. Lei dice no a rivoluzioni: è quindi il pragmatismo la via?

Questa sconfitta dimostra che i pacchetti legislativi complessi, senza una chiara distinzione tra costi e benefici per tutte le categorie, possono portare a vanificare il lavoro fatto in tanti anni. Ora, a causa dell’urgenza della lotta al cambiamento climatico, occorre puntare su progetti più puntuali senza che questi vadano a incidere, soprattutto a livello di costi, sulla popolazione. Servono scelte pragmatiche con soluzioni positive per tutti e occorre convincere la popolazione con scelte condivise da sinistra a destra, altrimenti per ogni passo avanti se ne farà uno indietro perdendo troppi anni. Senza screditare gli avversari, senza essere polarizzanti: se un’idea è buona è buona, indipendentemente dall’area da cui arriva.

Nel vostro nome c’è l’aggettivo ‘liberali’. A livello locale in passato sono state trovate alleanze col Ppd. L’intesa col presidente del Plr Speziali sul Matrimonio per tutti o l’impegno del consigliere nazionale Cattaneo sul fotovoltaico possono indicare un avvicinamento?

Preciso subito che noi Verdi liberali siamo indipendenti, con una nostra chiarissima posizione politica e intendiamo rafforzarci anche in Ticino. Alcune collaborazioni puntuali coi due partiti citati a livello comunale hanno portato i primi frutti. Non diciamo no a priori, ma siamo disponibili all’ascolto e al confronto. Alle Cantonali correremo sicuramente da soli, dopodiché decideremo per Federali e Comunali.

Abbiamo parlato di ambiente, di economia, di auspici. Concretamente, quali sono altri temi su cui vorreste posizionare il Pvl nello scacchiere cantonale? Considerando come le Elezioni cantonali del 2023 sono dietro l’angolo e, complice la frammentazione politica, la battaglia sarà ardua.

Il Canton Ticino sta invecchiando: abbiamo una popolazione con l’età media fra le più alte della Svizzera e un calo demografico che continua da anni. Siamo convinti che su questo fronte occorra lavorare rapidamente per frenarne il declino. Inoltre siamo interessati ad approfondire il tema dell’educazione, valorizzando ulteriormente le formazioni professionali e tecniche che sono sempre più richieste sul mercato del lavoro. L’inserimento del Ticino nella Greater Zürich Area deve essere visto infine come un’opportunità per superare il Gottardograben e rafforzare gli scambi con le grandi Città a Nord delle Alpi. Come Verdi liberali promuoviamo un’apertura di spirito e di intenti non solo a livello internazionale, ma anche tra le regioni del nostro Paese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved