ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
5 min

I Matiröö presentano ‘Quand la toca la taca’

Domenica 29 gennaio la compagnia teatrale si esibirà in uno spettacolo offerto dal Comune di Novazzano
Luganese
23 min

Quale futuro per l’aeroporto di Agno?

Organizzata una serata informativa per discutere del futuro dello scalo. Presenti il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Luganese
27 min

Giovane arrestato mentre trasportava eroina

Il fermo è avvenuto agli inizi di questa settimana, l’ipotesi di reato è d’infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacienti
Mendrisiotto
2 ore

È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito

Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
Locarnese
4 ore

La Stranociada, gli altri e lo ‘scherzo’ che (non) vale

Lo spostamento e il raddoppio delle serate del carnevale di Locarno non fa felici i vicini di Maggia e Gordola, chiamati a far buon viso a cattivo gioco
Luganese
6 ore

La torre itinerante simbolo di una necessità condivisa

La Tour Vagabonde fa riflettere sugli spazi indipendenti da Friborgo, dove nasce, fino a Lugano, dove si ergerà fino al prossimo marzo
Ticino
6 ore

‘Rivitalizzare la politica di milizia, partendo dal cittadino’

Sarà uno dei temi del Simposio sui rapporti tra Cantone e Comuni. Della Santa: ‘Il coinvogimento attivo per destare l’interesse per la cosa pubblica’
Bellinzonese
11 ore

La Imerys di Bodio taglia sei impieghi

Non sono attualmente noti i motivi dei licenziamenti, che seguono ai quattordici del 2018 ma anche agli ingenti investimenti di due anni fa
Ticino
14 ore

Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’

L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
14 ore

Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia

Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
15 ore

Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale

Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
09.11.2021 - 14:52
Aggiornamento: 18:44

È un periodo difficile, ma contro l’indebitamento l’aiuto c’è

Il Dss lancia la campagna di prevenzione all’indebitamento eccessivo

e-un-periodo-difficile-ma-contro-l-indebitamento-l-aiuto-c-e

“È un periodo difficile, ma l’aiuto c’è”: è questo lo slogan con il quale il Dss lancia una nuova campagna di prevenzione all’indebitamento eccessivo in collaborazione con gli enti e le istituzioni attivi sul territorio.

L’effetto della pandemia sul budget delle famiglie

“Chi, nell’ultimo anno e mezzo, non ha riflettuto su quanto sia stato difficile il periodo che ha seguito la diffusione della pandemia” ci si chiede. Le finanze familiari sono uno degli aspetti toccati e stravolti dalla pandemia, fra chi ha perso il lavoro, chi ha visto le proprie entrate ridursi e chi ha visto peggiorare una situazione già difficile.

“Le prime situazioni di difficoltà hanno iniziato a emergere all’inizio del 2021, benché il ricorso alle richieste di aiuto sia stato più contenuto di quanto inizialmente immaginato”, osserva il Dss. Ma se le categorie a rischio sono diventate ancora più vulnerabili, altre se ne sono aggiunte. Un cambiamento “epocale”, con il quale il confronto, nonostante la lunga serie di misure messe in atto dall’ente pubblico, su differenti livelli istituzionali, “è stato inevitabile”.

Sapere e apprendere come affrontare il cambiamento

Considerato che alla base delle situazioni di indebitamento si trova spesso proprio un cambiamento radicale e improvviso, gli enti e le istituzioni attivi sul territorio hanno voluto lanciare una campagna per ricordare innanzitutto le possibilità esistenti per contrastare le diverse situazioni di rischio accresciuto.

Così come nel 2018, afferma il Dss, è stato possibile individuare le principali difficoltà condivise e scoprire strumenti e strategie per affrontarle attraverso la raccolta di storie di vita: dalle difficoltà di una mamma sola che fatica a ritornare nel mondo del lavoro alla storia di una coppia che ha rischiato di perdere il controllo sulle proprie finanze, passando però anche da chi ha temuto di vedere compromessa la propria attività a chi, già in situazione di difficoltà, ha dovuto fare i conti con entrate ridotte al minimo esistenziale.

“Sapere dove cercare oppure a chi rivolgersi per un sostegno o una consulenza non è mai scontato. Viviamo però in un Cantone ricco di risorse e strumenti per sostenere chi affronta un momento di difficoltà oppure non riesce a gestire il budget familiare, nati dalla collaborazione di diversi anni tra territorio e istituzioni. Questa campagna vuole ricordarli e valorizzarli”, ricorda il Dipartimento sanità e socialità.

Fra gli strumenti, ci sono ad esempio gli sportelli itineranti di consulenza finanziaria, promossi nell’ambito del progetto Rebus da Caritas Ticino, Sos Debiti e Acsi – partner di lunga data nella prevenzione all’indebitamento eccessivo – ai quali aderiscono sempre più Comuni per offrire ai propri cittadini una consulenza professionale gratuita sul budget. E le iniziative di educazione finanziaria promosse dalla Città di Lugano attraverso i propri corsi sulla gestione del budget e la distribuzione della guida “Zero, cento, mille. Dieci consigli per gestire il budget di casa”. Un altro esempio ancora è quello di Mendrisio che, in seguito a un progetto quadriennale di prevenzione, nel 2021 ha offerto regolarmente uno spazio di consulenza in collaborazione con i partner del territorio nell’ambito della propria iniziativa “Bilancio X ME”.

Gli stessi enti e Comuni – tra cui in particolare le Città di Lugano, Mendrisio, Bellinzona e Locarno, così come il Comune di Chiasso – “sono stati fondamentali anche nella preparazione della presente campagna. Hanno condiviso le storie, le preoccupazioni e i bisogni delle persone che si sono rivolte a loro, ma soprattutto hanno contribuito nella ricerca di quelle che sono state, in questo particolare momento, le strategie di successo”. Perché è senza dubbio un periodo difficile, ma l’aiuto c’è, conclude il comunicato.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved