intervista-a-monsignor-chiappini-trasmissione-contestata
Ticino
28.10.2021 - 16:580
Aggiornamento : 18:38

Intervista a monsignor Chiappini: trasmissione contestata

L’Autorità indipendente in materia radiotelevisiva esaminerà un ricorso contro la puntata di ‘Millevoci’ sulla vicenda giudiziaria del religioso

di Red

Di recente l’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (Airr) ha pubblicato nel proprio sito la lista dei casi su cui deciderà a breve. Il prossimo 3 novembre alle 14.45 al Kursaal di Berna delibererà su un ricorso contro la trasmissione radiofonica ‘Millevoci’ andata in onda il 1° marzo di quest’anno su Rete 1 (Rsi), servizio intitolato “Dal carcere al decreto d’abbandono: don Azzolino Chiappini racconta la sua vicenda”. In quell’occasione ‘Millevoci’ aveva dato spazio al religioso per testimoniare la sua vicenda giudiziaria: all’intervista aveva fatto seguito un dibattito con alcuni ospiti, tra i quali il vicedirettore della ‘Regione’ Andrea Manna. Stando a nostre informazioni, il ricorso è stato presentato da un privato che ha contestato il taglio della trasmissione. In particolare si rimprovera alla Rsi di avere trattato il caso giudiziario di don Chiappini senza però occuparsi di esaminare il contenuto del decreto di abbandono. Secondo il ricorrente non ci sarebbe stato un dibattito esaustivo, non essendo state menzionate le motivazioni del proscioglimento e le valutazioni formulate dal Ministero pubblico. Il dibattito quindi non sarebbe stato equo.

La sentenza dell’Airr sarà importante per i giornalisti, poiché chiarirà se occorre necessariamente valutare la decisione dell’autorità prima di riferirne pubblicamente.

L’Airr è un’autorità federale specializzata. Si compone di nove membri nominati dal Consiglio federale che esercitano la loro funzione a titolo accessorio. La sua sede è a Berna. È indipendente ed è paragonabile a un tribunale. Le deliberazioni sono in linea di principio pubbliche. È stata istituita nel 1984 e dal 1° gennaio 2019 è presieduta dall’avv. dr. iur. Mascha Santschi Kallay, consulente legale e in comunicazione. L’unico membro di lingua italiana è l’avvocato Edy Salmina di Lugano.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved