ULTIME NOTIZIE Cantone
26.10.2021 - 14:57
Aggiornamento: 16:48

Esercitazione dello Stato maggiore e partner, bilancio positivo

Dal 19 al 21 ottobre si è svolta la simulazione di un focolaio di influenza aviaria nel Mendrisiotto

esercitazione-dello-stato-maggiore-e-partner-bilancio-positivo

Lo Stato maggiore è stato coinvolto, dal 19 al 21 ottobre, in un’importante esercitazione insieme ad alcuni partner della protezione della popolazione, quali Polizia cantonale, Protezione civile, Pompieri, Servizi ambulanze, Servizi tecnici, l’Ufficio del veterinario cantonale e l’Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo. Lo comunica il Dipartimento delle istituzioni (Di). Lo scenario di partenza è stato quello di un focolaio di influenza aviaria, nel Mendrisiotto. Questo evento, sommato ad altre situazioni particolari, ha visto la costituzione di uno Stato maggiore regionale di condotta (Smrc), con sede presso il Centro pronto intervento del Mendrisiotto, coordinato dalla Polizia cantonale.

L’organizzazione e la pianificazione dell’esercitazione si sono svolte sotto la direzione della Sezione del militare e della protezione della popolazione. La simulazione ha permesso di:

  • Allenare la costituzione di un Smrc
  • Esercitare e perfezionare il ritmo di condotta dello Smrc
  • Esercitare le capacità di condotta dei quadri
  • Consolidare le sinergie operative di tutti gli enti coinvolti
  • Testare la prontezza, l’operatività e la capacità a durare degli specialisti

Lo scopo di questi esercizi, come ricorda il Di, è quello di verificare e assicurare il pieno funzionamento delle misure tecniche e organizzative, al fine di garantire una maggiore sicurezza alla popolazione in caso di eventi particolarmente pericolosi e che richiedono un notevole sforzo organizzativo, sia a livello di mezzi sia a livello di personale messo in campo. A seguito dei risultati ottenuti, che saranno valutati nelle prossime settimane, verranno predisposti dei correttivi, laddove necessario, per ulteriormente migliorare l’efficacia d’intervento sul terreno e di condotta in situazioni che superano, per l’elevato grado di minaccia, l’ordinaria attività dei diversi enti.

La direzione dell’esercizio si è detta “soddisfatta” dei risultati raggiunti e intende riproporre a scadenze regolari questa importante attività di formazione continua che permette di essere pronti a rispondere in maniera adeguata alle differenti emergenze che potrebbero sorgere a livello cantonale. In particolare, un’esercitazione che vedrà impiegata anche una truppa sul terreno è prevista per il mese di ottobre del 2022.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved