aumento-dei-premi-casse-malati-il-guastafeste-non-ci-sta
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
2 ore

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
3 ore

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
3 ore

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
3 ore

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
3 ore

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
3 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
4 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
17.10.2021 - 15:10

Aumento dei premi Casse malati: il Guastafeste non ci sta

Ghiringhelli: ‘Per l’anno 2022 si parlava di una leggera diminuzione e invece, pur mantenendo lo stesso modello, mi ritrovo a dover pagare di più’

“Negli scorsi giorni la stampa nazionale ha dato gran risalto al fatto che, per la prima volta dopo molti anni, i premi per l’assicurazione di base delle Casse malati per il 2022 avrebbero subito mediamente una leggera diminuzione”, scrive il Guastafeste. “Anche se la parola ‘mediamente’ poteva lasciare intendere che qualche cassa malati avrebbe aumentato i premi anziché diminuirli, non mi sarei mai aspettato che proprio nell’anno dello ‘storico’ annuncio di un ribasso generalizzato, la mia cassa malati avrebbe proceduto a un aumento di proporzioni mai viste negli ultimi anni del premio di base”.

Dai conteggi ricevuti, Giorgio Ghiringhelli ha potuto constatare che rispetto al 2021 – mantenendo le stesse franchigie e lo stesso modello assicurativo – il suo premio mensile salirà da 468,7 a 492,8 franchi (ossia+ 5,14%). “Se questa non è una vera e propria stangata, sia in termini percentuali e sia in termini assoluti, non saprei come definirla”, ribadisce.

E questo nonostante una lettera del presidente, allegata ai conteggi, nella quale veniva detto che “gli assicurati sarebbero rimasti al riparo da grandi aumenti dei premi. Come si fa a raccontare simili bugie?”.

La replica

Interpellata da Ghiringhelli, la cassa malati in questione ha risposto che “la riduzione media nazionale dei premi dello 0,2 % per l’anno 2022 è calcolata sulla base dei circa 250’000 premi presentati da tutti gli assicuratori sanitari. Tuttavia, solo circa la metà dei cantoni beneficia di una riduzione del premio. Nei restanti, vi è un aumento moderato. I premi individuali possono quindi deviare da questo valore medio, sia verso l’alto sia verso il basso”. Il dato percentuale comunicato dal Consiglio federale si riferisce “anche a tutte le fasce d’età (bambini, giovani adulti e adulti), alle assicurazioni con franchigie opzionali e con scelta limitata del fornitore di prestazioni (i cosiddetti modelli opzionali o modelli assicurativi alternativi), nonché alla quota di premio per la copertura degli infortuni. Il premio medio non è quindi applicabile al singolo caso”.

Oltre al Ticino, vi sono anche altri cantoni che nonostante l’annuncio di una riduzione dei premi hanno invece ricevuto un aumento. “Purtroppo negli ultimi 2 anni la Svizzera e il mondo intero stanno affrontando una situazione di pandemia che nessuno un paio di anni fa avrebbe mai immaginato”, prosegue la mail della cassa malati. “Ormai non si può più prevedere statisticamente il futuro, in quanto la situazione sanitaria mondiale cambia di giorno in giorno”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casse malati guastafeste premio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved