il-vaccino-johnson-johnson-arrivera-domani-in-ticino
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
5 ore

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
5 ore

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
6 ore

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
6 ore

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
6 ore

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
6 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
7 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
Mendrisiotto
7 ore

Sat Mendrisio organizza una gita in Val Formazza

Si partirà dal capoluogo momò alle 6.30 di sabato 3 settembre. La camminata durerà cinque ore. Le iscrizioni entro il 27 agosto
Locarnese
8 ore

Assemblea dell’Associazione Football Club Locarno

Per i soci del sodalizio calcistico del Lido ritrovo martedì a Palazzo Marcacci. Oltre al preventivo vi saranno le nomine del comitato
Mendrisiotto
8 ore

Riva San Vitale, festa di fine estate con concerti dal vivo

Musica live dei gruppi Luis Landrini Band e Vasco Jam. Appuntamento per sabato 27 agosto al Lido comunale tra rock e folclore latino
Locarnese
8 ore

Orselina, proiezioni cinematografiche al Parco

Tre serate all’insegna della settima arte nel giardino del paese. Organizzate dalla Pro in collaborazione con Festival, Cisa e Ticino Film Commission
Grigioni
8 ore

Maloja/Isola, elicottero fallisce l’atterraggio: 3 feriti lievi

Il velivolo si è ribaltato lateralmente. I tre passeggeri hanno lasciato l’abitacolo da soli
Locarnese
8 ore

Cevio, consegnate le firme per i due referendum

A decidere sulla vendita di un terreno e la costruzione di una scuola ‘patriziale’ a Bignasco saranno i cittadini
Mendrisiotto
9 ore

Mendrisio, mercato dell’usato a scopo benefico

Appuntamento venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 al Mercato coperto organizzato dall’Associazione per la cooperazione tra Ticino e Uganda
Mendrisiotto
9 ore

Morbio Superiore, sabato 27 stand di tiro obbligatorio

Dalle 14 alle 18.30 a Rovagina si potrà tirare 25 m con la pistola e 300 m con il fucile. Impegno da assolvere entro il 31 da tutti i soldati
Mendrisiotto
9 ore

Truffa alle assicurazioni sociali, condannata una 47enne

Inflitta una pena di 24 mesi sospesi condizionalmente. La donna ha truffato per quasi 600’000 franchi. Ora sogna l’indipendenza finanziaria
04.10.2021 - 10:58
Aggiornamento: 18:53

Il vaccino Johnson&Johnson arriverà domani in Ticino

La precedenza verrà data a chi non può assumere i preparati di Pfizer e Moderna

Omologato in Svizzera da marzo, il vaccino di Janssen (compagnia farmaceutica del gruppo Johnson&Johnson) arriverà domani in Ticino con 3mila dosi delle 6’100 destinate al cantone. «La priorità verrà data a chi è allergico alle componenti presenti in Pfizer e Moderna», dice il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini. Queste persone dovranno essere annunciate dal medico curante, oppure possono contattare il numero verde cantonale (0800 128 128). Coloro che desiderano immunizzarsi con Janssen, non per motivi medici, possono da oggi iscriversi tramite la piattaforma online (www.ti.ch/vaccinazione) e verranno inseriti in una lista d’attesa. Prima di definire la logistica delle somministrazioni, le autorità competenti vogliono capire quanto alta sarà la richiesta. «Janssen – illustra Zanini – è un vaccino vettoriale, dunque con una tecnologia diversa rispetto a Pfizer e Moderna». Per ottenere una protezione completa è necessaria una sola dose, il certificato vaccinale sarà però valido dopo 22 giorni: «Il tempo necessario al sistema immunitario per produrre gli anticorpi». Utilizzabile a partire dai 18 anni, Janssen ha come principali effetti secondari gli stessi degli altri due prodotti omologati in Svizzera. Qualche differenza però c’è: lo sviluppo di trombosi in 8 casi su un milione, come pure una minore efficacia. Il preparato non è raccomandato a donne in gravidanza e durante l’allattamento, nonché alle persone immunodepresse. Per quale motivo? «La ragione principale – spiega il farmacista cantonale alla ‘Regione’ –, è una mancanza di dati che indichino la sicurezza in queste situazioni. Per quanto concerne gli immunodepressi, il loro corpo risponde poco al vaccino, quindi un preparato più efficace è la prima scelta».

Moderna causa maggiori effetti collaterali? ‘Solo una percezione’

I ticinesi completamente vaccinati erano, a venerdì, circa il 61,5%, mentre quelli che fino a domenica avevano ricevuto una sola dose erano il 68%, ha indicato il farmacista cantonale. A livello svizzero il Ticino è dunque il terzo cantone con il tasso più alto. «Se ci riferiamo a chi è vaccinabile, quindi con almeno 12 anni, il dato è più alto: il 75,5% di essi ha ricevuto almeno una dose». Dunque tre persone su quattro sono coperte o termineranno il ciclo entro al massimo un mese, due di queste con Pfizer e una con Moderna. Questa differenza fra i due prodotti spiega «la percezione che Moderna causi maggiori effetti collaterali», dice Zanini. In ogni caso «le nuove iscrizioni diminuiscono progressivamente. La quota ideale di 240mila persone vaccinate è stata raggiunta, ora la Confederazione punta a un tasso di popolazione vaccinata dell’80%. Verosimilmente possiamo raggiungerlo grazie a Janssen». Zanini sottolinea che «il vaccino funziona», e mostra i dati dei ricoveri ospedalieri in Svizzera: «Nei mesi di agosto e settembre sono state ospedalizzate 2807 persone. Il 94,4% di esse non era immunizzato. Questo dato parla da sé».

‘Terza dose e richiamo sono due cose diverse’

Ultimamente si sente parlare di terza dose e di ‘richiamo’. Il farmacista cantonale fa chiarezza. «La vaccinazione di base è quella che si sta effettuando attualmente: due iniezioni per il grosso della popolazione, una sola per chi ha già fatto la malattia. Essa permette di ottenere il certificato vaccinale valido». La terza, invece, «è una dose in più, necessaria per dare la protezione di base e malati con caratteristiche particolari». Tale somministrazione «è già in corso da tempo in Ticino e a oggi ne abbiamo somministrate circa 120–130 e viene indicata dai medici». Quello che «potrebbe riguardare la popolazione generale è la cosiddetta vaccinazione di richiamo. Una dose che serve per rinfrescare la memoria del sistema immunitario». Attualmente in Svizzera non viene somministrata: «Sarà la Confederazione a indicare, eventualmente, chi dovrà riceverla e a partire da quando. Decisione che sarà basata su considerazioni di natura scientifica.

Successo per l’opzione ‘on the road’

«È stato un successo», dice Ryan Pedevilla, capo della Sezione del militare e della protezione della popolazione, riferendosi alla vaccinazione itinerante. Attualmente è in corso la seconda parte. Il furgone sta tornando infatti negli stessi luoghi in cui si era fermato a settembre, questo per dare la possibilità di ricevere in questa modalità anche la seconda dose. Pure coloro che desiderano fare la prima somministrazione possono utilizzare l’opzione ‘on the road’, la seconda iniezione verrà poi effettuata nelle altre strutture già presenti. «La media è stata di 128 somministrazioni al giorno. Un ottimo risultato dato che il nostro obiettivo era di 100», riferisce Pedevilla.

Zanini scettico sull’incentivo di 50 franchi

Venerdì scorso il Consiglio federale aveva messo in consultazione ai Cantoni un pacchetto di proposte per far fronte alla pandemia, tra cui quella di offrire 50 franchi a chi riesce a convincere qualcuno a vaccinarsi. «La risposta del Ticino verrà data dal Consiglio di Stato. Personalmente questa proposta mi lascia molto perplesso», ci dice il farmacista cantonale. «In Ticino ci siamo sempre sforzati di scegliere modalità che non fossero troppo invasive». Riguardo alla situazione epidemiologica abbiamo chiesto a Giovan Maria Zanini una previsione per le prossime settimane. Dobbiamo attenderci un picco come l’anno scorso? «Non sono in grado di rispondere. È evidente però che la vaccinazione funziona e questo dovrebbe metterci in una situazione molto più favorevole rispetto a un anno fa, quando eravamo sprovvisti di questo strumento». Per il farmacista cantonale è comunque di fondamentale importanza «farsi testare in presenza di sintomi e adottare tutti i comportamenti di protezione. La pandemia non è finita».

Leggi anche:

Da Berna 50 franchi per chi convince qualcuno a vaccinarsi

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
janssen johnson and johnson ticino vaccino anti covid
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved