corpo-e-avs-al-centro-dell-assemblea-di-io-l-8-ogni-giorno
(Ti-Press)
Ticino
05.09.2021 - 19:220
Aggiornamento : 19:40

Corpo e Avs al centro dell'assemblea di ‘Io l’8 ogni giorno’

Bilancio dell’annata trascorsa e idee per il futuro al centro di un incontro al Liceo di Bellinzona. Sul tavolo pensioni, violenze e nuove iniziative

Stilare un bilancio di quanto fatto e ottenuto e prepararsi a un’altra stagione di lotta: questi gli scopi dell’annuale assemblea del collettivo femminista ‘Io l’8 ogni giorno’, tenutasi oggi al Liceo cantonale di Bellinzona. Particolare attenzione, comunicano le organizzatrici, è stata prestata al ‘Piano d’azione femminista per l’eliminazione della violenza sulle donne’, “presentandone le principali riflessioni e ribadendo l’attualità e l’urgenza delle rivendicazioni che abbiamo elaborato per contrastare la violenza domestica, le violenze sessuali e le molestie nei luoghi di lavoro”.

Un’altra priorità è la battaglia contro l’innalzamento dell’età di pensionamento per le donne previsto dalla riforma Avs 21. “In questo ultimo anno – si legge in una nota – come donne siamo state sottoposte a pesanti attacchi ai nostri diritti e alla nostra autodeterminazione. La crisi sanitaria, economica e sociale ha peggiorato le nostre condizioni di vita e di lavoro. Come se non bastasse il governo federale vuole ancora aumentare la nostra età di pensionamento a 65 anni, facendo pesare su di noi e sulle nostre pensioni, già più basse di quelle degli uomini, il peso di una riforma del sistema pensionistico in realtà non necessaria”. Il collettivo conferma la sua partecipazione alla manifestazione sul tema che si terrà a Berna il 18 settembre, per la quale ha organizzato un trasporto speciale (per annunciarsi: info@iolotto.ch).

Nel tracciare la via da seguire si è dedicata particolare attenzione al corpo delle donne: “Un corpo costantemente sotto attacco, un corpo che subisce molteplici pressioni e tentativi di controllo da parte del patriarcato, un corpo che è però anche al centro delle lotte e delle diverse forme di resistenza che noi donne opponiamo a questo sistema. In una serie di incontri che organizzeremo nei prossimi mesi vogliamo dunque affrontare questi temi declinandoli nelle varie fasi della nostra vita, dall’infanzia alla terza età”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved