Yverdon-sport Fc
1
Sciaffusa
0
1. tempo
(1-0)
FC Stade Ls Ouchy
0
Xamax
0
1. tempo
(0-0)
Aarau
1
Winterthur
0
1. tempo
(1-0)
MEKTIC N./PAVIC M.
0
CACIC N./DJOKOVIC N.
0
fine
MEKTIC N./PAVIC M.
0
DJOKOVIC N./KRAJINOVIC F.
0
1 set
(2-1)
CILIC M. (CRO)
0
DJOKOVIC N. (SRB)
2
fine
Zurigo
2
Bienne
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Friborgo
2
Berna
2
2. tempo
(1-2 : 1-0)
Ginevra
1
Lakers
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
Losanna
2
Davos
1
2. tempo
(1-0 : 1-1)
Olten
3
Langenthal
2
2. tempo
(2-1 : 1-1)
La Chaux de Fonds
2
Turgovia
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Sierre
0
Visp
2
1. tempo
(0-2)
Ticino Rockets
1
GCK Lions
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
Winterthur
0
Zugo Academy
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
perequazione-il-governo-alla-gestione-sospendete-il-messaggio
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
32 min

Il moltiplicatore non si tocca, i balzelli causali sì

Per i cittadini di Mendrisio si annuncia un rincaro della tassa sul sacco (e non solo). Si monitorano i bisogni, che cambiano. L’analisi della Gestione
Ticino
1 ora

Altra ‘manif’ di protesta sabato a Bellinzona

Gli Amici della Costituzione sfilano contro gli inasprimenti decisi oggi dal Consiglio federale
Ticino
2 ore

Tassazione frontalieri, Roma dà luce verde alla ratifica

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera all’esecuzione dell’accordo italo-svizzero. Un iter analogo è in corso a Berna
Bellinzonese
2 ore

Mercatino di Natale sulla piana di Ambrì

Appuntamento per mercoledì 8 dicembre sul piazzale esterno dello stadio multifunzionale
Luganese
2 ore

Lugano: tornano i corsi d’italiano per stranieri de ‘Il Centro’

Le lezioni dell’associazione, organizzate nell’ambito delle attività a favore dell’integrazione, si svolgeranno da febbraio a giugno 2022
Bellinzonese
2 ore

‘Music on Ice’ pronto a incantare i ticinesi

Lo spettacolo proporrà un viaggio nel tempo il 21 e 22 gennaio al Centro sportivo di Bellinzona
Luganese
2 ore

Tesserete: la Bottega del Mondo cambia orari sotto Natale

Durante il periodo festivo il negozio resterà aperto durante giorni e fasce orarie un po’ diversi dal solito
Luganese
2 ore

A Lugano l’acqua costerà il 20% in più. ‘Giù gli sprechi’

Un’interpellanza interpartitica chiede al Municipio di valutare l’introduzione di tasse progressive basate sul consumo domestico dell’oro blu
Luganese
2 ore

Lugano: ‘Al Conza attesa incredibile per il vaccino’

Lunghe code anche al freddo. ‘Tanti si sono presentati per la terza dose senza appuntamento’. Segnalata anche una carenza di personale sanitario
Luganese
2 ore

Lugano: aperture straordinarie dei negozi e mega show

In programma diverse aperture eccezionali dal 5 al 19 dicembre e lo spettacolo ‘Effimero & Balocchi di Huma Show’ il 16 dicembre
Ticino
2 ore

Tutte le caselline dei... radar

La prossima settimana i controlli si svolgeranno nei distretti di Bellinzona, Blenio, Locarno, Lugano e Mendrisio
Bellinzonese
3 ore

Colpo grosso in un chiosco di Bellinzona

Un affezionato cliente dell’edicola Ramarro ha vinto 250’000 franchi con un biglietto di Swisslos
Locarnese
3 ore

Conciliabilità lavoro-figli, tre realtà territoriali si aiutano

Nel Pedemonte il Municipio risponde a un’interrogazione del Ppd e rende noti i dati di un questionario sul tema. Scarsa la rispondenza
il video
Bellinzonese
3 ore

Covid Pass obbligatorio nel capannone in Piazza del Sole

Il Municipio di Bellinzona opta da subito per il 2G ma non per la pista di ghiaccio e lo snow-tubing. Mascherina al mercato del sabato e a quelli natalizi
Ticino
 
27.08.2021 - 15:300
Aggiornamento : 16:02

Perequazione, il governo alla Gestione: 'Sospendete il messaggio'

Il Consiglio di Stato chiede di bloccare la trattazione della richiesta di abbassare di 5 milioni, per tre anni, il contributo di livellamento tra comuni

Il taglio di cinque milioni per tre anni, dal 2020 al 2022, al contributo di livellamento che nell’ambito della perequazione i Comuni paganti versano ai Comuni beneficiari non s’ha da fare. Con lettera del 25 agosto, il Consiglio di Stato ha infatti chiesto alla Commissione parlamentare della gestione di “sospendere la trattazione del messaggio n. 7969”, vale a dire quello licenziato il 24 febbraio e che prevedeva, appunto, questo taglio in conseguenza degli effetti della pandemia.

“La proposta del Consiglio di Stato, ripresa dalle conclusioni di un Gruppo di lavoro che nell’autunno scorso ha discusso le possibili conseguenze sulle finanze dei Comuni della pandemia, era intesa ad alleggerire i Comuni che finanziano il contributo di livellamento che, a quel momento, si ritenevano i più toccati dall’evento sanitario”, scrive il governo. Immediata fu, Bellinzona in testa, la reazione dei Comuni beneficiari. Il sindaco Mario Branda, interpellato dalla ‘Regione’ commentò: “Poiché il governo ha iniziato a imboccare questa strada ancora prima di conoscere i preventivi comunali 2021 e senza attendere i consuntivi dell’anno scorso, ci chiediamo su quali basi abbia fatto le proprie valutazioni. Stando alle cifre poi emerse, mi sembra di vedere che i Comuni paganti non siano messi peggio di quelli beneficiari”.

‘I Comuni sembrano superar meglio del previsto il difficile momento’

Ed è proprio quanto rilevato da Branda ad aver (anche) portato il Consiglio di Stato alla retromarcia: “Constatato - scrive infatti il governo alla Gestione - come i Comuni sembrano in generale superare meglio del previsto il difficile periodo non avverandosi di fatto l’ipotesi che siano i Comuni paganti a subire maggiormente le conseguenze della pandemia e, soprattutto, volendo evitare un’inopportuna spaccatura tra Comuni, il Gruppo di lavoro è giunto alla conclusione che fosse a questo punto opportuna la sospensione del messaggio”.

Ma se la spaccatura tra Comuni era servita, anche il clima in seno alla Commissione della gestione non era dei migliori su questo dossier. Lo riconosce anche il Consiglio di Stato, nel riferire di “essere a conoscenza che il tema sta creando discussione e divisione all’interno del vostro gremio, motivo per cui il Dipartimento delle istituzioni, tramite la Sezione degli enti locali, ha indetto una riunione del Gruppo di lavoro allo scopo di valutare l’attualità della misura proposta alla luce dell’evolversi della congiuntura economica e dei dati (parziali e in parte provvisori) dei conti 2020 dei Comuni ticinesi”. Riunione del Gruppo di lavoro che, a differenza di quelle che hanno portato poi alla stesura del messaggio governativo, è stata allargata anche ai Comuni di Mendrisio e Bellinzona. Ed è ragionevole supporre che anche questo abbia contribuito sia alla discussione, sia alle conclusioni.

Le cifre

Nell’incontro del 23 agosto, quello che ha sancito la decisione governativa poi Comunicata due giorni dopo alla Gestione, sono state illustrate delle cifre interessanti. Innanzitutto quelle delle stime che il Bak ha fatto in luglio sull’evoluzione del Pil cantonale: per il 2020 il calo è del 3,6% (quando in luglio 2020 si stimava un -8% e in novembre un -4,8%), mentre per il 2021 la risalita è del 4,3%, nel 2022 del 3%, nel 2023 del 2,1%, nel 2024 e nel 2025 del 2,6%. Presto per cantar vittoria, ci mancherebbe. Però è un indicatore che la situazione sia migliorata rispetto a quanto previsto. Considerando i risultati del 2020 dei Comuni, 59 risultano beneficiari del contributo di livellamento mentre i paganti sono 34 e i neutri 12. Ebbene, per quanto riguarda i beneficiari 29 chiudono con un avanzo e 30 con un disavanzo, con un risultato complessivo di -21,7 milioni di franchi; i paganti chiudono invece con un avanzo per 23 Comuni e un disavanzo per 11. E il risultato complessivo è di -6 milioni di franchi. Numeri che hanno fatto cambiare orizzonte, considerando come le fosche nuvole stiano lasciando molti meno temporali di quel che si pensava.

Martedì la discussione in Gestione

E ora? Sul messaggio, varato in febbraio dal governo, i relatori commissionali sono il leghista Michele Guerra e il capogruppo socialista in Gran Consiglio Ivo Durisch. Quest’ultimo ha già preannunciato un rapporto contrario alla riduzione del contributo di livellamento, ritenendo in sostanza che la misura penalizzerebbe i Comuni oggi più poveri e oltretutto in un momento particolarmente difficile a causa della pandemia e dei suoi contraccolpi sul piano sociale e su quello economico. Ma a questo punto non è da escludere lo statu quo dopo la recente lettera con cui il Consiglio di Stato chiede alla Gestione di congelare l’esame del messaggio. Se ne saprà di più martedì quando si riunirà la commissione parlamentare. E il già nutrito ordine del giorno si arricchisce così di un ulteriore tema.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved