Young Boys
0
Lugano
0
1. tempo
(0-0)
Bologna
1
Roma
0
fine
(1-0)
Inter
2
Spezia
0
fine
(1-0)
Genoa
Milan
20:45
 
Sassuolo
Napoli
20:45
 
CACIC N./DJOKOVIC N.
GOLUBEV A./NEDOVYESOV A.
21:30
 
DJOKOVIC N. (SRB)
0
BUBLIK A. (KAZ)
0
1 set
(5-2)
Langenthal
1
Visp
0
1. tempo
(1-0)
sisma-al-dipartimento-del-territorio-lascia-paolo-poggiati
Paolo Poggiati (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
24 min

Muralto, s’illumina il Grand Hotel della rinascita

Spettacolare scenario natalizio sulla facciata est dell’albergo da anni in disuso. Domani il via ufficiale al nuovo corso di Artioli
Ticino
49 min

‘Quei doppioni burocratici sono da eliminare’

Cristina Maderni (Plr) torna a sollecitare il governo, questa volta con una mozione, sulle semplificazioni amministrative
Ticino
1 ora

Mascherine in quarta e quinta elementare da lunedì

Questa la principale novità per contrastare la nuova ondata. No, invece, ai test a tappeto giudicati poco utili e troppo onerosi
Ticino
1 ora

‘Pandemia dei dati’. Evento annullato

L’incontro pubblico organizzato dall’Acsi non si terrà né in presenza, né in streaming
Luganese
2 ore

Incendio a Lugano, palazzo evacuato

In via Maderno, non dovrebbero esserci stati feriti o intossicati
Luganese
2 ore

Agno, la filarmonica in concerto di gala

L’appuntamento è per domenica pomeriggio alle scuole comunali. Ingresso gratuito, con Certificato Covid e mascherina
Luganese
2 ore

Mps, no all’aumento delle tariffe dell’acqua potabile

Lanciata a Lugano una petizione dopo la decisione annunciata dal Municipio cittadino di un rincaro del 20%
Mendrisiotto
2 ore

‘Natale a Chiasso’ sarà il Natale del territorio

Presentato il calendario di manifestazioni che, disposizioni sanitarie permettendo, animerà la cittadina dall’8 al 24 dicembre
Grigioni
2 ore

Domenica 5 dicembre San Nicolao a San Bernardino

Nel pomeriggio distribuzione di doni ai bambini, con pista di ghiaccio aperta al pubblico
Locarnese
2 ore

Ppd di Locarno, lanciata la volata di Marco Pellegrini

Dopo le dimissioni improvvise del presidente sezionale Alberto Akai, l’ex municipale dà la sua disponibilità a succedergli
Mendrisiotto
3 ore

Mendrisio: in attesa di Campione, il casinò ‘affila le armi’

Due novità – Poker Room e Jackpot – all’Admiral, che si prepara per affrontare il ritorno della concorrenza della sala da gioco dell’enclave
Ticino
29.07.2021 - 16:410
Aggiornamento : 22:18

Sisma al Dipartimento del territorio: lascia Paolo Poggiati

Dimissiona il capo della Sezione dello sviluppo territoriale. Non avrebbe condiviso la recente riorganizzazione con la nascita della sezione 'Natura e biodiversità'

Terremoto al Dipartimento del territorio diretto da Claudio Zali. Si è dimesso il capo della Sezione dello sviluppo territoriale Paolo Poggiati. Stando a quanto appreso dalla ’Regione’, l’alto funzionario del Cantone ha rassegnato le dimissioni per la fine del prossimo febbraio. E le avrebbe rassegnate non condividendo la recentissima riorganizzazione decisa dal consigliere di Stato leghista che ha portato all’istituzione di una Sezione: una nuova sezione, attribuita alla Divisione dell’ambiente, denominata ’Natura e biodiversità’, nella quale è stato inserito anche l’Ufficio della natura e del paesaggio, finora sotto la Sezione dello sviluppo territoriale appartenente alla Divisione dello sviluppo territoriale e della mobilità. Un ’trasloco’ che Poggiati non avrebbe digerito.

Nell'Amministrazione cantonale da oltre trent'anni

Originario della Leventina ma residente da tempo nel Mendrisiotto, nel Comune di Breggia, Poggiati, 62 anni, architetto paesaggista, è alle dipendenze dell’Amninistrazione cantonale dal 1990, dopo aver lavorato in proprio per alcuni anni come consulente nella pianificazione locale. Nel maggio del 2011 è stato nominato dal Consiglio di Stato alla testa della Sezione dello sviluppo territoriale, dopo aver diretto l’Ufficio della natura e del paesaggio.

La decisione dei vertici del Dipartimento del territorio di dar vita alla Sezione natura e biodiversità, decisione di cui è si è saputo dal 'Bollettino ufficiale delle leggi' del 16 luglio, ha sollevato interrogativi dentro e fuori i palazzi dell'Amministrazione. Alcuni li pone l’Udc con un’interrogazione inoltrata il 20 luglio da Daniele Pinoja per il gruppo parlamentare. Fra i quesiti posti al Consiglio di Stato: "Era veramente necessaria un'operazione di questo genere?" 

'Natura e biodiversità', chi la dirigerà? Concorso interno, concorso lampo

E chi dirigerà la nuova Sezione? Il concorso è uscito il 16 luglio, lo stesso giorno nel quale sul Bollettino delle leggi è apparsa la novità: la Sezione natura e biodiversità. Un concorso interno all’Amministrazione. Un concorso lampo: è infatti scaduto lunedì 26. Rumors indicano in Luca Veronese, oggi capo dell’Ufficio del coordinamento e dell’informazione nonché collaboratore personale di Zali, il futuro responsabile della nuova Sezione. Secondo nostre informazioni, per le posizioni dirigenziali Zali avrebbe comunque sempre optato per concorsi interni, puntando così sulle risorse umane presenti in seno al Dipartimento. Tornando alla neonata Sezione, il concorso si è sì chiuso, ma il governo non ha ancora proceduto alla designazione del suo capo. Si vedrà.   

Sempre secondo nostre informazioni, qualche anno fa Poggiati avrebbe manifestato al direttore del Dipartimento l'intenzione di far capo al prepensionamento. Probabilmente la recente riorganizzazione ha indotto l'alto funzionario a rompere gli indugi, ovvero a rassegnare le dimissioni. Contattato dalla 'Regione', Poggiati preferisce non rilasciare dichiarazioni, non ora. Insomma, non è questo il momento delle esternazioni.

Molti gli incarti che lo hanno impegnato in questi trent'anni e passa al Dipartimento del territorio. Incarti che hanno scritto la storia del territorio cantonale e ne hanno rivelato i cambiamenti. Balza all’occhio un’annotazione ‘storica’ che accomuna gli esordi alla fine di carriera di Poggiati. Entrambi i momenti sono stati accompagnati, suo malgrado, dalla polemica. Scelto per le sue competenze - nasce come detto architetto paesaggista - dall’allora direttore del Dt Marco Borradori per guidare la Sezione dello sviluppo territoriale, Poggiati era con altri funzionari pubblici iscritto nella famigerata lista di proscrizione del ‘Mattino della Domenica’ e figurava tra i nomi da epurare. Oggi è lui ad andarsene chiudendosi la porta alle spalle.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved