alla-ri-scoperta-del-patrimonio-ambientale
Foto Dip. territorio
Ticino
19.05.2021 - 19:350

Alla (ri)scoperta del patrimonio ambientale

Illustrato il programma 2021 del Festival della natura

Far conoscere alla popolazione il patrimonio naturalistico e ambientale e farne apprezzare la ricchezza e la varietà in biodiversità. È quanto si prefigge il 'Festival della natura', manifestazione nazionale, i cui contenuti ticinesi sono stati illustrati stamane alle Isole di Brissago dal direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali, dal co-presentatore de 'Il Giardino di Albert' Christian Bernasconi e dal presidente dell’Alleanza territorio e biodiversità Nicola Petrini. Ricco il programma anche dell'edizione 2021 del Festival, che si aprirà venerdì 21 e si concluderà domenica 30 maggio, con eventi e visite guidate in diverse località del Cantone. La manifestazione coinvolge diversi enti e associazioni attivi nel settore che permetteranno ad adulti e bambini di immergersi, in tutta sicurezza, nel nostro territorio e di scoprirne le peculiarità. 

Dal 21 al 30 per evidenziare queste peculiarità e meglio farle conoscere il patrimonio naturalistico, anche il Dipartimento del territorio affiancherà le numerose attività e manifestazioni. Il Festival della natura è un momento privilegiato per discutere, riflettere e informarsi sulla natura e l’ambiente in cui viviamo, ha sottolineato Bernasconi, citato nel comunicato del Dipartimento, sottolineando come la situazione attuale abbia inoltre messo in risalto l'importanza di creare un ponte solido tra scienza e società, affinché tutti possano accedere a un’informazione corretta. Per Petrini il vero motore del cambiamento sono proprio attività come quelle proposte dal Festival e le emozioni positive che suscitano. Zali ha fra l'altro ringraziato tutte le associazioni e le centinaia di volontarie e di volontari che non solo oggi, non solo questa settimana, ma tutto l’anno sono attive a favore dell’ambiente con impegno e passione. Ulteriori informazioni sul sito festivaldellanatura.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved