ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani

Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
2 ore

Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’

La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Gallery
Luganese
8 ore

Manno: con l’auto nella scarpata, due ferite

L’incidente stradale è avvenuto attorno alle 21. Le due occupanti della vettura, una donna e una bambina, se la sono cavata con qualche escoriazione
Grigioni
9 ore

Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta

L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Locarnese
9 ore

Locarno, sul preventivo 2023 la Gestione ‘bastona’

Per nulla soddisfatti della situazione finanziaria della Città i commissari. Nel rapporto evidenziate diverse criticità. La politica di rilancio non va
Luganese
9 ore

Massagno, si è spento Paolo Grandi

Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
11 ore

Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’

Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
11 ore

Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini

Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
12 ore

Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città

Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Mendrisiotto
12 ore

Valichi secondari, ‘di notte bisogna chiuderli’

Lorenzo Quadri (Lega) presenta una mozione al Consiglio federale, dopo l’insuccesso di una analoga presentata nel 2014 dalla collega di partito Pantani
Bellinzonese
12 ore

Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’

Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
13 ore

Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023

Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Locarnese
16 ore

Sull’argine di Losone correre è tutta un’altra cosa

Grazie all’apposito fondo di rivestimento e alle demarcazioni podistiche è possibile svolgere allenamenti specifici in mezzo alla natura
Ticino
16 ore

Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)

È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
16.05.2021 - 18:40
Aggiornamento: 20:37

Sirica: il Plr ha pagato una sua certa arroganza

'Opportuno il ballottaggio a Bellinzona e la nostra è stata una campagna corretta', ribatte il presidente dei liberali radicali Speziali all'omologo socialista

sirica-il-plr-ha-pagato-una-sua-certa-arroganza
Fabrizio Sirica e Alessandro Speziali (foto Ti-Press)

«È andata alla grande, al di là delle attese. Una vittoria su tutta la linea!». Gongola Fabrizio Sirica nel commentare la riconferma del socialista Mario Branda alla carica di sindaco di Bellinzona nella sfida con il municipale liberale radicale Simone Gianini. Un responso delle urne così chiaro, il copresidente cantonale del Ps non se l'aspettava. «Nessuno se lo aspettava. I più ottimisti fra i sostenitori di Branda - aggiunge Sirica - prevedevano uno scarto di 1'500 voti. Invece Branda ne ha ottenuti oltre 3mila in più di Gianini. Un risultato netto. È un successo davvero notevole per Mario. Che per giunta ha vinto praticamente ovunque nei quartieri, anche nelle roccaforti liberali degli ex Comuni».

Il ballottaggio a Bellinzona: fra quelli svoltisi in Ticino, il più importante politicamente, pensando anche alle elezioni cantonali del 2023. «Mi dicono che ho poco 'fair play'. Sarà. Tuttavia la mia analisi è questa: il Plr, secondo me, ha pagato una certa arroganza - riprende il copresidente dei socialisti ticinesi -. I liberali radicali hanno voluto il ballottaggio, ma non si è mai capito bene il senso politico di questa mossa. Nelle loro proposte non c'è stata discontinuità rispetto al passato». Un passato in cui Branda «si è sempre comportato in maniera responsabile», in cui «ci ha messo sempre la faccia come sindaco, anche per errori o manchevolezze da parte del Municipio, sebbene fossero attribuibili non al Ps bensì ad altri partiti», osserva Sirica alludendo in particolare alla vicenda dei sorpassi di spesa. E allora quella del Plr, rincara, «è stata una mossa dettata dalla voglia di potere, finalizzata unicamente a riconquistare la poltrona di sindaco persa anni fa».

Speziali: avremmo forse dovuto profilarci maggiormente

Nessuna arroganza, ribatte Alessandro Speziali. «Ho già sentito un sacco di reazioni provenienti dal nostro partito e da fuori che smentiscono l'aggettivo usato da Sirica - sostiene il presidente cantonale del Plr -. Ci siamo buttati nel ballottaggio con coraggio e in tanti all'interno e all'esterno del partito ritenevano opportuno questo passo. Peraltro la campagna di Simone è stata corretta, tutt'altro che arrogante». Le urne hanno comunque premiato Branda. Una domenica avara di sole e politicamente amara per Gianini e il suo partito. «Ci aspettavamo qualche punto percentuale in più per il nostro candidato alla carica di sindaco, pur essendo consapevoli - puntualizza Speziali - dell'estrema difficoltà dell'impresa, dato che Mario Branda, va riconosciuto, è stato ed è un bravo sindaco, è riuscito a intercettare il consenso dei quartieri e anche delle cosiddette roccaforti liberali: quello odierno è stato un voto di stima per la sua conduzione del Municipio. Insomma, nei prossimi tre anni a Bellinzona dovremo come Plr lavorare ancor di più e meglio». Stiamo al presente, scontata la domanda: cosa non ha o non avrebbe funzionato in casa liberale radicale nell'elezione per il sindaco? «Ho visto un partito compatto, che ha lavorato molto. Però non è bastato. Forse - continua il presidente del Plr - avremmo dovuto profilarci maggiormente nel proporre una visione alternativa di Bellinzona, con qualche progetto forte per la Città. Ma col senno di poi siamo tutti allenatori». 

Sirica sulle 'cantonali' 2023: quello di Branda è uno dei nomi da considerare

Dal presente al futuro. Al rinnovo dei poteri cantonali del 2023 e in particolare alla corsa per il Consiglio di Stato. Nel Ps c'è l'annunciata non ricandidatura del titolare del Dipartimento educazione cultura e sport Manuele Bertoli. Ma c'è anche questa brillante rielezione di Branda a sindaco.... «Adesso cogliamo e ci godiamo il momento, cioè la bella vittoria di oggi - afferma un diplomatico Sirica -. Come Direzione e come Ufficio presidenziale non abbiamo ancora abbozzato la discussione per il 2023. È però chiaro - precisa - che quello di Mario Branda, la cui forza politica è ulteriormente aumentata con il voto odierno, è uno dei nomi che non si potrà non prendere in considerazione nella composizione della lista per il governo. Una riflessione su di lui e con lui andrà quindi sicuramente fatta. Ora però le sue priorità sono altre. Il lavoro in Municipio e come sindaco non gli mancherà davvero. Saprà ripagare la fiducia accordatagli dagli elettori. Nel partito inizieremo ad affrontare il tema delle elezioni cantonali - argomenti, nomi ed eventuali alleanze - a breve, medio termine: nel giro di un anno bisognerà infatti avere in chiaro gran parte delle idee. Il 2023 non è lontano». Nel Plr, fa sapere Speziali, «non si sta ancora pensando alle persone da mettere in lista per le 'cantonali', il vivaio comunque lo abbiamo. Stiamo però già coltivando i temi e le proposte sui quali concentrare l'azione del partito: preferisco che il Plr ragioni prima di tutto sui contenuti». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved