santa-chiara-alla-moncucco-a-sfavore-della-popolazione
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Morbio Inferiore, ‘A cena con papà’

La manifestazione, organizzata dal Dicastero cultura, venerdì 20 maggio
Luganese
4 ore

Ponte Capriasca, evento solidale per Zanzibar

L’associazione Sister Island ha fondato un asilo e diversi progetti virtuosi di sviluppo
Luganese
4 ore

Comano, s’inaugura la Gra

Domenica 22 maggio festa al Parco San Bernardo con le autorità e il patriziato
Bellinzonese
4 ore

Scoprire la biodiversità con il Festival della natura

Dal 18 al 22 maggio in tutto il cantone si terrà una manifestazione che porterà la popolazione a diretto contatto con l’ambiente
Locarnese
4 ore

Delitto di Avegno, presunto autore trasferito alla Farera

Il ministero pubblico ha disposto una perizia psichiatrica, per chiarire lo stato di salute. Il 21enne avrebbe ucciso la madre colpendola ripetutamente
Grigioni
5 ore

Gestione del bosco nell’Ottocento, se ne parla a Soazza

Appuntamento per sabato 21 maggio
Ticino
5 ore

Imposte di circolazione, Dadò: ‘Siamo pronti ad andare in aula’

Il presidente del Ppd (e della Gestione) presenta il rapporto sulle iniziative popolari promosse nel 2017: ‘È ora di decidere’. Ma Plr e Ps nicchiano
Mendrisiotto
5 ore

Provvida Madre fa 50 e si regala Casa Ursula

La fondazione è attiva da anni nell’assistenza a persone con disabilità. ‘Servizi cambiati, ma non la passione’. Pubblicato un libro di testimonianze
Bellinzonese
5 ore

Anziani, anche De Rosa a Bodio per l’assemblea di GenerazionePiù

I delegati si riuniranno il 24 maggio. All’ordine del giorno pure la presentazione del consigliere di Stato su pianificazione integrata e cure a domicilio
16.05.2021 - 12:33
Aggiornamento : 17.05.2021 - 16:28

Santa Chiara alla Moncucco, 'a sfavore della popolazione'

La dirigenza socialista esprime preoccupazione per l'acquisizione temendo 'un'inutile concorrenza che avvelana il settore'

L'acquisizione della clinica Santa Chiara da parte della Clinica Moncucco "impedisce uno sviluppo sinergico dell’ospedale pubblico sulle rive del Verbano, segnatamente con il rafforzamento e il completamento del settore mamma-bambino, inaugurando invece un periodo di concorrenza tra ospedali che alla fine non andrà a favore della popolazione del Locarnese e delle sue valli e arrischierà di costare a tutti i cittadini ticinesi". Esprimono preoccupazione Laura Riget e Fabrizio Sirica, co-presidenti del Partito socialista e il capogruppo in Gran Consiglio Ivo Durisch che considerano "stupefacenti alcune dichiarazioni della maggioranza degli attuali proprietari della clinica e del presidente del Cda della Clinica Luganese, che ammettono candidamente che a contare non sia stato il prezzo offerto, ma le possibilità di sviluppo della clinica. Sembrerebbe infatti che l’offerta dell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) fosse chiaramente più elevata di quella, accettata, della Clinica Moncucco".

'Politica sanitaria: e il bisogno dei pazienti?'

I tre dirigenti del Ps Ticino scrivono anche: "Dopo averci sempre insegnato come funziona la concorrenza, improvvisamente in questa trattativa il prezzo offerto dai vari candidati all’acquisto sembra essere stato trattato come un criterio secondario, mentre a prevalere sarebbero stati non ben conosciuti sviluppi futuri dell’attività del nosocomio, che però non dipendono dalle scelte di venditori e acquirenti, ma dalla pianificazione ospedaliera cantonale che sarà decisa dalle competenti autorità politiche. Spiegazioni poco convincenti, che mostrano una visione della politica sanitaria per nulla orientata al bisogno dei pazienti". Il Ps Ticino "chiede un sistema sanitario ben presente nelle regioni, adeguato ai bisogni e scevro da inutili concorrenze che avvelenano solo il settore, si adopererà per ridurre al massimo la nefasta concorrenza tra ospedali, benché le pessime regole federali, del tutto ideologiche, siano state costruite proprio per incentivare questo meccanismo del tutto negativo per la popolazione". Da qui, la richiesta di porre in primo piano la qualità delle prestazioni negli ospedali nell'affrontare la prossima pianificazione ospedaliera.

Sostegno all'iniziativa popolare

Questo, sempre secondo Riget, Sirica e Durish, "implica un’adeguata disponibilità di medici specialisti, una presenza del pronto soccorso, un'adeguata presenza della medicina intensiva, un numero minimo di casi trattati per avere una certa massa critica, ecc., venga privilegiato rispetto al criterio della semplice economicità delle prestazioni". Per queste ragioni, i tre dirigenti ribadiscono "il sostegno all’iniziativa popolare 'Per la qualità e sicurezza delle cure ospedaliere' auspicando che il Gran Consiglio dia finalmente seguito alle richieste sottoscritte da oltre 13'000 cittadini. Il sistema sanitario ticinese merita di meglio che una sterile concorrenza tra pubblico e privato sulle spalle di pazienti e contribuenti e il PS sarà in prima fila per cercare di evitare che questo accada".

Leggi anche:

La Clinica Santa Chiara passa alla Moncucco

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
concorrenza moncucco preoccupazione ps santa chiara sistema sanitario
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved