nomina-magistrati-e-giustizia-i-quesiti-trasmessi-a-rouiller
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Bellinzonese
1 ora

Faido, riuscita la festa sportiva sul ghiaccio

Un successo la prima edizione del quadrangolare di hockey amatoriale voluto per animare un cartellone invernale orfano di carnevali e (per ora) di neve
Ticino
2 ore

Telefonate dai falsi poliziotti: una vittima nel Mendrisiotto

La Polizia cantonale riporta numerose segnalazioni di tentate truffe telefoniche volte a estorcere o sottrarre con l’inganno grosse somme alle vittime
Locarnese
3 ore

L’ambasciatrice di Polonia in visita a Losone

le autorità comunali hanno accolto Iwona Kozłowska, per discutere delle celebrazioni degli 80 anni dalla costruzione della Strada dei polacchi
Locarnese
3 ore

Il semaforo del CO2: col rosso ‘scatta’ la ventilazione

In tutte le aule delle scuole comunali di Locarno posati i sensori che registrano il tenore dell’anidride carbonica
Locarnese
3 ore

Premio Dalcol 2021 all’associazione ‘Nella Casa del Padre mio’

L’associazione opera a favore della gioventù bisognosa in Ghana. A ritirare il riconoscimento è stato il medico dentista Luca Cheda con la moglie Adelia.
Ticino
4 ore

In Ticino +14 pazienti Covid e nessun decesso. Contagi in calo

Continua per il quinto giorno di fila la diminuzione dei casi giornalieri. Due persone in meno in cure intense. 25 i positivi in casa anziani in 72 ore
Mendrisiotto
4 ore

Ente turistico e Football club Chiasso assieme per la regione

Collaborazione tra Ort Mendrisiotto e Basso Ceresio e la squadra di calcio per incrementare la promozione del territorio
Locarnese
8 ore

Verzasca, fiume e foce limacciosi: si aspetta la pioggia

Sono visibili le prime e inevitabili conseguenze ambientali dello svuotamento della diga lungo il greto del fiume, fino alla foce.
Mendrisiotto
8 ore

A Stabio i giovani aiutano a trovare casa al loro Spazio

Il Municipio ha convocato una Commissione. Da 19 anni il Centro condivide con i ragazzi attività ed esperienze
Ticino
8 ore

‘Specialisti utili alla ricerca e all’economia elvetiche’

Il Consiglio di Stato: sì all’ammissione agevolata sul mercato del lavoro degli stranieri di Stati terzi con master o dottorato conseguito in Svizzera
Ticino
16 ore

Trenord, il Covid continua a colpire il personale

I dati forniti da Regione Lombardia dopo le proteste dei pendolari
Locarnese
19 ore

Cevio, lieve calo demografico nel 2021

La diminuzione della popolazione nel capoluogo distrettuale è dovuta soprattutto alle partenze
Locarnese
19 ore

Locarno, quest’anno non si scaccia gennaio

La Pro Città Vecchia ha annullato l’edizione della tradizione che da tempo immemore coinvolge i bambini alla fine di questo mese
Luganese
19 ore

Montagnola, una nuova guida per il museo Hermann Hesse

La direttrice Regina Bucher lascerà l’incarico alla fine di quest’anno. La fondazione si attiva per ricercare una persona in grado di sostituirla
 
10.05.2021 - 18:570

Nomina magistrati e giustizia, i quesiti trasmessi a Rouiller

La commissione parlamentare ha trasmesso al perito incaricato, l'ex presidente del Tribunale federale, 12 domande tecniche. Sei per ciascun ambito

C'è posta per l'ex presidente del Tribunale federale Claude Rouiller, cui la commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ ha deciso di rivolgersi ancora una volta dopo averlo interpellato in qualità di perito sull'iter del rinnovo del Ministero pubblico lo scorso inverno. A Rouiller, infatti, sono stati trasmessi “i quesiti tecnico giuridici da approfondire per evadere il mandato conferito dal Gran Consiglio in merito alla questione nomine in Magistratura e organizzazione giudiziaria”, si legge in una nota diffusa dalla ‘Giustizia e diritti’. Il mandato di cui si parla è stato deciso dal Gran Consiglio lo scorso 14 dicembre, giorno in cui i procuratori pubblici uscenti - compresi quelli preavvisati negativamente dal Consiglio della magistratura (Cdm) - vennero tutti rieletti per altri dieci anni dal parlamento, sostenendo una risoluzione della Commissione con la quale si chiedeva di approfondire i problemi di natura organizzativa e procedurali emersi in quel delicato periodo riguardo alle nomine, così come la possibilità di formulare proposte di miglioramento dell'intera macchina. 

‘Qual è il grado di motivazione esigibile di un preavviso negativo o favorevole?’

Ebbene, il primo passo è stato fatto. Rouiller, come appurato dalla ‘Regione’, dovrà rispondere a un totale di 12 quesiti, sei per quanto riguarda l'Elezione dei magistrati e i preavvisi del Cdm; sei su organizzazione e vigilanza del Ministero pubblico. Per quanto concerne la prima parte, al perito viene chiesto di “verificare il quadro normativo e operativo esistente per l'attività di sorveglianza e di preavviso al rinnovo delle cariche da parte del Cdm; in particolare dica il perito quali sono i diritti delle parti e come garantirne il rispetto”. Tema sul quale Rouiller si era già espresso poiché interpellato proprio sul diritto dei cinque pp preavvisati negativamente a essere sentiti. Ma è ricco il mandato che è stato assegnato all'ex presidente del Tribunale federale, considerato come gli viene chiesto d'indicare “quali principi operativi devono essere garantiti durante la procedura di preavviso per il rinnovo delle cariche dei magistrati” e nel caso di criticità “quali soluzioni prospetta”. Sia per il primo sia per il secondo punto, Rouiller dovrà esprimersi sulla necessità che i temi principali siano disciplinati nell'eventuale base legale. Tornando alla procedura di nomina, al perito si chiede “considerato che il preavviso del Cdm non è vincolante per il rinnovo delle cariche dei magistrati, qual è il grado esigibile di motivazione di detto preavviso, sia esso contrario o favorevole alla rielezione” e ”quali limiti può opporre il Cdm alla commissione ‘Giustizia e diritti’ per quanto concerne l'accesso ai dati raccolti e agli atti in sede di procedura rinnovo delle cariche dei magistrati”. Nella sua prima perizia, Rouiller si era espresso anche proprio sul diritto di ricevere gli atti da parte dei magistrati durante la procedura di rielezione. Richiesta che era stata bocciata dal Cdm ai cinque pp e alla commissione parlamentare. Da ricordare Infine, a chiudere la prima batteria di quesiti, “alla luce delle risposte che saranno date alle domande precedenti, valuti il perito se anche il regolamento della Commissione di esperti indipendenti per l'elezione dei magistrati debba essere aggiornato e, se del caso, con quali contenuti”.

‘Servono sostituti procuratori pubblici, forse?’

Affrontato lo spinoso argomento che ha fatto tanto parlare negli scorsi, travagliati mesi il focus della ‘Giustizia e diritti’ si sposta sull'organizzazione in senso lato del Ministero pubblico. Ma su temi comunque attuali, a partire dal carico di lavoro che ha portato recentemente alla decisione di inserire due pp in più nell'organico. Rouiller, si legge, “verifichi preliminarmente la persistenza e l'incidenza dei problemi rispetto alla ripartizione del carico di lavoro, la logistica e l'organico riscontrati in conclusione dal Cdm nel suo rapporto del 2009”. Sempre a livello di organico, spetterà al perito dire se “le figure operative attualmente previste sono sufficienti” oppure se sia “necessario dotarsi di altre figure (sostituti procuratori pubblici, segretari giudiziari con compiti e competenze accresciuti o altro)”. Riguardo alla vigilanza, Rouiller dovrà dire “quali sono le competenze effettive in ambito di vigilanza sul Ministero pubblico da parte del procuratore generale/della direzione del Ministero pubblico, se intravvede criticità e quali strumenti eventualmente propone per un più efficace controllo operativo interno”. E, soprattutto, “se e quando si applica il dovere di segnalazione dei procuratori pubblici al Cdm da parte del procuratore generale” e quando lo stesso Cdm “è tenuto a intervenire d'ufficio”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved