demografia-delle-imprese-aumentano-iscrizioni-e-fallimenti
(Archivio Ti-Press)
13.04.2021 - 16:150
Aggiornamento : 19:34

Demografia delle imprese, aumentano iscrizioni e fallimenti

Nel quarto trimestre dell’anno il saldo delle costituzioni di società è cresciuto di 137 unità. Anche le chiusure per bancarotta sono però in sensibile crescita

Nel quarto trimestre dello scorso anno, è aumentato nuovamente il numero netto delle imprese iscritte al registro di commercio in Ticino. L’incremento è pari a +137 unità. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, è diminuito sia il numero delle nuove iscrizioni (-38 imprese) sia ancor più il numero delle cancellazioni (-188 imprese). In termini assoluti, il numero di nuove iscrizioni è stato pari a 586 unità mentre sono state cancellate 449 imprese.

È quanto emerge dalla statistica sulla demografie delle imprese stilata dall’Osservatorio delle dinamiche economiche (O-De) dell’Istituto di ricerche economiche dell’Usi. Secondo l’O-de ”le misure economiche di supporto alle imprese confermato la loro efficacia nel preservare il tessuto produttivo e imprenditoriale”.

A livello geografico, l’aumento ha interessato tutti i distretti, con l’esclusione del Mendrisiotto, dove si è invece registrata una contrazione. In relazione al settore economico, le uniche attività che registrano una diminuzione del numero di imprese sono quelle legate al real estate (immobiliare) e al trasporto e stoccaggio. Con riferimento alla tipologia giuridica di impresa, è aumentato nuovamente il numero delle società a garanzia limitata (Sagl) e delle succursali di imprese svizzere mentre si è ridotto il numero delle società anonime (Sa) e delle succursali di imprese estere.

Il tasso di fallimento cresce invece dallo 0,27% allo 0,32% ponendosi su un livello leggermente superiore rispetto alla media degli ultimi quattro anni (pari allo 0,29%). Il valore è in crescita negli ultimi tre trimestri ma ancora inferiore rispetto al valore precedente l’inizio della pandemia.

Il saldo intercantonale dei movimenti di impresa è infine negativo e pari a -16 unità. Il saldo continua a essere particolarmente negativo con il canto Zugo mentre il maggiore settore di partenza delle imprese risulta essere quello delle attività di commercio all’ingrosso.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved