ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
52 min

Ascona, una conferenza tra fede e denaro

Relatore sarà Markus Krienke, teologo e filosofo
Locarnese
3 ore

‘Le Corti inCanto’: offriamo delicatezza in cambio di passione

Dopo 15 edizioni il Gruppo Centro Storico di Locarno vuole cedere il testimone a chi intenda dare continuità alla manifestazione
Ticino
5 ore

Divertimento, pregiudizi, didattica, ricerca... cos’è il gaming?

Chiacchierata a tutto tondo col ricercatore Supsi Masiar Babazadeh: ‘Non è solo Super Mario, ci sono programmi usati anche dalle aziende per i neoassunti’
Bellinzonese
5 ore

Una Bellinzona più pulita val bene una fredda giornata di vento

Clean Up Day: oltre alle scuole si è attivato anche un gruppo di volontari capitanato dall’amministratrice di un profilo Facebook dedicato alla città
Luganese
13 ore

Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’

Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
15 ore

Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’

Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
Mendrisiotto
16 ore

Chiasso, natura e paesaggio per il ‘nuovo’ Faloppia

Il Municipio presenta al Consiglio comunale la richiesta di un credito di 300mila franchi per elaborare il progetto definitivo di riqualifica
Mendrisiotto
16 ore

‘ProgettoAmore’ e i fondi per l’emergenza in Ucraina

I proventi della manifestazione sono stati donati all’associazione Insieme per la pace che grazie a due volontari ha portato provviste a Nikolaev
Ticino
16 ore

Il governo dice sì al fondo per apprendisti in difficoltà

Accolta la proposta di Fonio ed Ermotti-Lepori. Sarà gestito dal Decs, rifornito da pubblico e privato, e servirà a rifondere le direzioni delle sedi
Luganese
16 ore

Marco Valli cittadino onorario di Comano

La proclamazione con il voto unanime del Consiglio comunale per il suo impegno: 40 anni dedicati alla collettività
Luganese
17 ore

Parco Morosini di Vezia, inaugurazione col sole

Il polmone verde, restaurato e valorizzato, riaperto al pubblico. Gli edifici storici sono tornati all’antico splendore
Ticino
18 ore

Cantonali 2023, il Forum alternativo è corteggiato dall’Mps

A sinistra dell’area rossoverde continuano le manovre in vista delle elezioni. Dopo aver bocciato la lista con Ps e Verdi, si apre una nuova possibilità
02.04.2021 - 20:12

Lega e Verdi: ritardi nel versamento delle Ipg Corona

Un'interpellanza e un'interrogazione: si chiede al Consiglio di Stato di fare il punto sugli aiuti ai casi di rigore e agli indipendenti

lega-e-verdi-ritardi-nel-versamento-delle-ipg-corona

Due atti parlamentari: un’interpellanza della Lega e un’interrogazione dei Verdi. Ad accomunarli è il tema degli aiuti finanziari pubblici, della loro erogazione per attenuare l’impatto (socio-economico) della pandemia su ditte e indipendenti. Si chiede allora al Consiglio di Stato di fare il punto, fornendo cifre aggiornate. Sullo sfondo "le situazioni", scrive il capogruppo leghista in Gran Consiglio Boris Bignasca, sono note: “Aumento della povertà, pressione sul mercato del lavoro, disoccupazione, emigrazione dal Ticino, calo demografico significativo”. Ebbene, a che punto è "l’elargizione dei sussidi" alle aziende considerate casi di rigore? Quante richieste? Quante risposte positive? E ancora: quanti aiuti sono stati stanziati? Quando "si prevede di stanziare" quelli restanti?

Nell’interpellanza, di cui Bignasca è primo firmatario, la Lega al governo chiede inoltre a che punto sia l’elargizione delle Ipg Corona agli indipendenti: quante le richieste, quante le risposte positive, quanti gli aiuti sin qui stanziati, quando si prevede di elargire quelli rimanenti. Dalla popolazione, si afferma ancora nell’atto parlamentare, “sono stati riscontrati innumerevoli ritardi nell’elargizione di questo aiuto”. Il Consiglio di Stato, domanda la Lega, “scarica tutta la colpa sullo Ias (l’Istituto delle assicurazioni sociali, ndr) o si assume le proprie responsabilità, agendo e risolvendo il problema?". Non è tutto. A che punto è il versamento delle “indennità ponte” gestite insieme ai Comuni? Quante le richieste? Quante le risposte positive? Quanti gli aiuti stanziati e quando si prevede di stanziare quelli restanti? E poi gli ultimi due quesiti, quelli politici: "Cosa intende fare il Consiglio di Stato per uscire dalla crisi in cui si trova il Cantone? Quando potremo avere un pacchetto di misure a favore delle famiglie e dell’economia?".

'Mentre aspettano ricevono un precetto. Paradossale!'

Si concentrano sugli indipendenti gli ecologisti. “I ritardi nel rispondere alle richieste dei contributi Ipg sembrano essere prassi consolidata”, si evidenza nell’interrogazione, della quale è primo firmatario il capogruppo in parlamento Nicola Schoenenberger. Diversi lavoratori indipendenti, sostengono i Verdi, “ricevono precetti esecutivi dal Servizio contributi della Cassa cantonale di compensazione Avs/Ai/Ipg, mentre stanno aspettando i contributi Ipg Corona per pagare le fatture (anche quelle dell’Avs)". Un paradosso, sottolineano, rimarcando che “la misura che dovrebbe essere urgente viene così svuotata della sua caratteristica principale: l’urgenza". E "i ritardi che l’ufficio accumula nell’evadere le pratiche vanno ad aggravare la situazione di persone incolpevoli che da mesi si ritrovano senza uno stipendio”. Persone che “per mangiare (figurarsi pagare le fatture di beni e servizi che non sono di prima necessità), troppo spesso sono obbligate a indebitarsi, rischiando così di compromettere a lungo termine la propria stabilità economica". Non solo: “La situazione che si è venuta a creare genera inoltre un effetto domino che rischia di impoverire anche chi ha un lavoro, ma non vede remunerate le proprie prestazioni a causa dell’impossibilità di pagare da parte dei propri clienti”. Per i Verdi “la scollatura tra chi ha e chi non ha, rischia seriamente di compromettere la pace sociale che da sempre caratterizza il nostro Paese".

Riguardo all’Ipg Corona, gli ecologisti pongono al Consiglio di Stato una serie di domande: quante richieste sono state registrate tra lo scorso settembre e il marzo 2021? Quante le istanze evase? Quanti richiedenti, in termini percentuali, hanno dovuto aspettare più di un mese "per ottenere una risposta dall’ufficio preposto?". Qual è la percentuale di richiedenti che stanno aspettando una risposta per le domande di settembre-ottobre, per quelle di novembre-dicembre e per quelle di gennaio-febbraio? Altri quesiti: “Quanti funzionari (unità a tempo pieno) sono preposti per rispondere alle richieste di contributi? Quotidianamente quante richieste riesce a evadere ogni funzionario? Quanto tempo ci vorrà per recuperare i ritardi, considerando i nuovi accorgimenti informatici, che dovrebbero essere implementati prossimamente? Quanti i precetti esecutivi emanati nei primi tre mesi del 2021?".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved