WAS Capitals
2
Detroit Red Wings
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-1 : 0-1)
FLO Panthers
4
BOS Bruins
1
fine
(1-1 : 1-0 : 2-0)
CHI Blackhawks
2
TOR Leafs
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
DAL Stars
2
VEGAS Knights
1
2. tempo
(1-1 : 1-0)
EDM Oilers
PHI Flyers
04:00
 
uno-spiraglio-di-luce-per-l-iniziativa-popolare-spazi-verdi
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 ore

Parmalat bis, l’accusa chiede tre anni di reclusione per Sala

Per il Ministero pubblico della Confederazione l’ex manager di Bank of America ha agito consapevolmente. ‘Il reato è quello di riciclaggio aggravato’
Bellinzonese
7 ore

Allievi di Galbisio rimasti a piedi: reclami senza esito

Sul percorso non idoneo la Direzione delle Medie 2, il Municipio di Bellinzona e i genitori hanno scritto più volte al Decs, che è irremovibile
Luganese
8 ore

Lugano, preventivo 2021 rivisto: il rosso sale a 21,6 milioni

L’aggiornamento serve alla base legale per la gestione pubblica dell’aeroporto e considera le uscite causate dagli aiuti concessi per il Covid
Bellinzonese
8 ore

Monte Carasso-Mornera, funivia fuori esercizio per due pomeriggi

A causa del trasporto di materiale a valle, l’impianto non sarà a disposizione dell’utenza martedì 2 e mercoledì 3 novembre dalle 12.30 alle 16
Mendrisiotto
8 ore

A Chiasso mostra dell’artista ucraino Ivan Turetskyy

Il 13 novembre si inaugura l’esposizione che guarda a un nuovo post futurismo
Mendrisiotto
8 ore

Uffici chiusi per San Martino a Mendrisio

La tradizionale Fiera non ci sarà, ma la Città rispetterà le consuetudini legate alla giornata
Bellinzonese
8 ore

Ben 350 partecipanti al concorso letterario ‘Castelli di carta’

Martedì si è tenuta la cerimonia di premiazione per le categorie Adulti e Ragazzi
Bellinzonese
9 ore

Aet collabora col Vallese per rafforzare la formazione

Settore idroelettrico: l’accordo con la società Hydro Exploitation Sa prevede scambi interaziendali per apprendisti, formatori e personale qualificato
Mendrisiotto
9 ore

Chiasso: previsioni in rosso e alcune incognite da svelare

Il Municipio stima di chiudere i bilanci 2022 con mezzo milione di deficit. La città tiene il punto su moltiplicatore e servizi. Intanto, si investe
Luganese
9 ore

Accoltellatore Pregassona, 6 anni e 10 mesi anche in Appello

I giudici confermano la condanna di primo grado per l’iracheno che ferì gravemente un suo connazionale: fu tentato omicidio intenzionale
Ticino
10 ore

Condanne più aspre per i pedofili, stop all’iniziativa cantonale

Dopo il no delle commissioni di Stati e Nazionale, la decisione ufficiale: no all’aumento delle pene minime e massime chiesto da Dadò: ‘Delusione totale’
Bellinzonese
10 ore

Giornico, ‘senza aggregazione avremo maggiori difficoltà’

Bellotti e Poggi sono convinti che valga la pena unire le forze con Bodio, Personico e Pollegio. Nel frattempo passi avanti per l’area di servizio
Bellinzonese
11 ore

Limite 30 km/h notturno a Bellinzona? Più no che sì

Ridurre il rumore dalle 22 alle 6: il Municipio attende il test pilota di Losanna, ma già adesso afferma di preferire la posa di asfalto fonoassorbente
Ticino
 
25.03.2021 - 05:200
Aggiornamento : 11:23

Uno spiraglio di luce per l’iniziativa popolare 'Spazi verdi'

La commissione 'Ambiente' ha inviato il rapporto agli iniziativisti sulla proposta di salvaguardare le aree di fondovalle risparmiate finora dal cemento

A oltre sei anni di distanza per l’iniziativa popolare ‘Spazi verdi per i nostri figli’ si vede un barlume di luce. Era il 15 dicembre 2014 quando Cittadini per il territorio, Unione contadini e Agrifutura con il sostegno di altre associazioni tra cui Wwf, Pro Natura, Società per l’arte e la natura (Stan) e Associazione per un Piano di Magadino a misura d’uomo (Apm) depositarono - forte di 14’064 firme consegnate alla Cancelleria dello Stato nel dicembre 2014 - la richiesta di modificare la Legge cantonale sullo sviluppo territoriale per salvaguardare le aree verdi di fondovalle risparmiate finora dal cemento. «Abbiamo elaborato un rapporto, una sorta di compromesso, che è stato spedito poche settimane fa agli iniziativisti» dice alla ‘Regione’ il presidente della commissione parlamentare ‘Ambiente, territorio ed energia’ Henrik Bang (Ps). L’ultimo inghippo - si spera, l’ultimo - è rappresentato dal fatto che relatore di questo rapporto è il leghista Fabio Badasci, che però dalla scorsa sessione di Gran Consiglio non è più deputato. «Lo riattribuiremo, non cambierà nulla» taglia corto Bang. Che guarda al futuro, soprattutto «facendo un discorso di area». Nel senso che «noi come Ps e Verdi siamo riusciti a ottenere questo compromesso. Se dagli iniziativisti arrivasse una bocciatura molto probabilmente ragionerei su una firma con riserva, e l’argomento entrerebbe nel dibattito in aula. Come presidente della commissione sono contento che questo tema abbia avuto un’accelerata, mi sono impegnato per portare a termine alcuni dossier aperti da tanto tempo e questo era uno di quelli che mi stavano a cuore».

L’iniziativa, di cui ha scritto anche Fabio Dozio nel commento su ‘laRegione’ di ieri, propone di inserire nella Legge sullo sviluppo territoriale un nuovo articolo, composto di tre capoversi. Il primo: “Gli spazi verdi di fondovalle non edificabili o non edificati in larga misura sono paesaggi di importanza cantonale e vanno tutelati come zona agricola o forestale, zona di protezione, zona degli spazi liberi o zona per il tempo libero”. Il secondo: “Negli spazi verdi di fondovalle non edificati in larga misura, in particolare se in presenza di terreni non ancora urbanizzati, la zona edificabile va ridotta”. Terzo capoverso: “Il Cantone identifica e tutela gli spazi verdi non edificabili o non edificati in larga misura dei fondivalle della Riviera, del Piano di Magadino, del Piano del Vedeggio e del Piano del Laveggio e del Gaggiolo con lo strumento del Piano di utilizzazione cantonale”.

Il primo firmatario Ivo Durisch: ‘Mi sembra un passo avanti, ma valuteremo’

Ora c'è una bozza di rapporto commissionale. Due a questo punto gli scenari: «O gli iniziativisti ci dicono che il rapporto va bene e quindi c’è il via libera al rapporto commissionale, o che non va bene e quindi si andrà al voto popolare», afferma Bang. «Ho ricevuto ii rapporto e lo discuterò a breve con gli altri iniziativisti», fa sapere Ivo Durisch, capogruppo del Ps in Gran Consiglio e primo proponente di ‘Spazi verdi per i nostri figli’. «Anche se preferivo il messaggio del governo che accoglieva l’iniziativa senza modifiche sostanziali, il controprogetto elaborato dalla commissione mi sembra un importante passo avanti, ne parleremo al più presto fra noi iniziativisti. Una cosa è sicura: se il controprogetto non dovesse venir accettato dal parlamento siamo pronti ad andare al voto popolare. Per cui sarebbero i cittadini a esprimersi». Secondo Durisch, il controprogetto commissionale «accoglie in buona sostanza le nostre principali richieste». Il rapporto della commissione «si differenzia su un punto importante dal testo da noi proposto: l’iniziativa parla di spazi verdi "non edificati in larga misura”, il controprogetto di ”terreni non edificati e non urbanizzati”. Il che riduce il campo di applicazione dell’iniziativa. Oltretutto sul concetto di "terreni non edificati in larga misura" c'è giurisprudenza, non ce n'è invece sul concetto "terreni non edificati". È però una differenza che, a prima vista, non giustifica il ricorso alle urne. Una differenza, peraltro, che sarebbe difficile da spiegare alla popolazione, dato che ci si addentrerebbe in complesse questioni giuridiche».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved