giornata-del-malato-il-messaggio-e-passato
Athos Pedrioli (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
10 ore

Covid e vacanze all’estero? ‘Paese che vai... regole che trovi’

Capire quali sono le norme all’estero non è sempre facile, e il sito della Confederazione non aiuta. Hotelplan: ‘i disagi con i voli problema del momento’
Locarnese
12 ore

Intragna, nullaosta al progetto forestale Corona dei Pinci

Il Patriziato centovallino autorizza gli interventi selvicolturali sui monti di Losone progettati dal confinante Patriziato. Ok al consuntivo
Locarnese
13 ore

Scontro fra auto e moto a Maggia: due 19enni gravemente feriti

Uno di loro rischia la vita. Per consentire i rilievi del caso la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 18.
Bellinzonese
14 ore

Si introduce nelle scuole Semine e ruba due computer

È successo durante la notte. Il ladro ha forzato una delle entrate.
gallery
Ticino
17 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
21 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
1 gior

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
1 gior

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
1 gior

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
1 gior

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
1 gior

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
1 gior

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
Bellinzonese
1 gior

Luca Decarli presidente del Rotary Club Bellinzona

Succede ad Alessandra Alberti
07.03.2021 - 20:53

'Giornata del malato, il messaggio è passato'

Parla il presidente dell'Agmsi Athos Pedrioli. La pandemia, il motto scelto per quest'anno ('vulnerabili ma resilienti') e la campagna vaccinazioni

«A causa della pandemia abbiamo dovuto rinunciare alle visite nelle strutture sanitarie, ma tramite i canali social eravamo comunque presenti con una serie di messaggi per sottolineare questa giornata e la rispondenza è al momento molto buona». È soddisfatto Athos Pedrioli, presidente dell'Associazione giornate del malato della Svizzera italiana, l'Agmsi (www.agmsi.ch).  Oggi si è celebrata in Svizzera la Giornata del malato edizione 2021 (è stata istituita nel 1939), che per via della pandemia, e per il secondo anno consecutivo, in Ticino non ha potuto essere caratterizzata dalle consuete visite di una delegazione ufficiale dell'associazione in ospedali e case di cura. Tuttavia per ricordare pazienti, utenti e operatori sanitari che in questi ultimi dodici mesi sono stati confrontati con la malattia, l'Agmsi ha preparato un filmato che è stato trasmesso alla e dalla rete sanitaria cantonale e dai canali social Agmsi.

Si tratta di una serie di testimonianze legate al tema 'vulnerabili ma resilienti', accompagnate dalle riflessioni del direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa, del presidente dell'Ente ospedaliero cantonale Paolo Sanvido, del presidente delle Cliniche private Giancarlo Dillena e dello stesso Pedrioli, spiega l'associazione in una nota. L’obiettivo è "di mostrare che sebbene le malattie e la disabilità ci possono limitare fisicamente e psichicamente, così come rafforziamo il sistema immunitario del nostro corpo, possiamo farlo anche con la nostra psiche e diventare più resistenti - sottolinea l'Agmsi -. Superare una malattia o conviverci, ma soprattutto integrarla nel proprio vissuto ci rendono resilienti e più forti". 

La Giornata del malato "è l'occasione per il presidente della Confederazione di invitare la popolazione a non dimenticare le persone la cui salute è compromessa: tuttavia il contesto quest'anno è diverso e la pandemia ha mietuto numerose vittime ripercuotendosi in modo pesante sulle nostre vite. Un tale flagello non lascia nessuno veramente indenne", ha dichiarato il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca Guy Parmelin. "Da quando, un anno fa, abbiamo avuto in Svizzera il primo defunto per Covid-19, la pandemia - ha ancora ricordato il presidente della Confederazione - ha mietuto nel nostro Paese oltre novemila vittime. Molti piangono un parente o un caro amico. A queste persone va il mio più sincero cordoglio". Per la Svizzera e per molti altri Paesi la pandemia ha rappresentato la maggiore sfida dalla Seconda Guerra mondiale, ha rilevato Parmelin. Si è quindi rivolto alle persone a rischio costrette a proteggersi più delle altre e anche ai giovani, "cui stiamo chiedendo notevoli sforzi". Il consigliere federale ha avuto anche un pensiero particolare per tutto il personale sanitario. La Giornata del malato quest' anno ha adottato il motto 'Vulnerabile ma resiliente'. E "la pandemia ci mostra fino a che punto la nostra società può essere vulnerabile". Il Consiglio federale "fa tutto il necessario perché la nostra società resti solida. Quello di cui abbiamo bisogno in dosi elevate è la resilienza! Dobbiamo mantenere il nostro ottimismo, restare disponibili e dare prova di responsabilità. Nessuno di questi rimedi può essere prescritto, dobbiamo attingere alle nostre risorse dato che, come ha affermato il filosofo inglese Bernard Williams, l'uomo non ha mai reso alcun materiale tanto temprato quanto lo spirito umano", ha evidenziato il presidente della Confederazione. 

'Vaccinazioni, ora avanti tutta'

Ora si guarda con speranza e fiducia alla vaccinazione, considerata l'unica arma efficace contro il virus. «Come Svizzera abbiamo però perso un po' il treno - osserva Pedrioli -. Siamo anche il Paese dell'industria farmaceutica, siamo tra le nazioni più ricche, tuttavia, secondo me, si poteva fare di più, se oltretutto teniamo conto che la nostra popolazione è numericamente paragonabile a quella di Israele, dove la vaccinazione sta andando alla grande. Ci si augura ora che anche in Svizzera la campagna proceda celermente, non solo per gli over 65 ma anche per i giovani, affinché a partire dai 16, dai 18 anni di età chi lo desidera possa essere vaccinato al più presto». Aggiunge il presidente dell'Agmsi: «Devo invece complimentarmi con il Consiglio di Stato ticinese per come ha gestito la prima e per come sta gestendo la seconda ondata pandemica, nonostante le non poche e gravi difficoltà». 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
athos pedrioli giornata malato vaccinazioni
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved