COL Avalanche
1
BOS Bruins
3
2. tempo
(1-0 : 0-3)
elezioni-comunali-rimandate-il-tf-da-ragione-al-governo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Sì al congedo ai dipendenti pubblici per famigliari malati

Il Gran Consiglio approva le 14 settimane pagate per chi ha un figlio o un partner con gravi problemi di salute. Sì anche all’appello per India
Ticino
5 ore

Pierfranco Longo: ‘Tantissima delusione’

No superamento livelli, il presidente della Conferenza genitori: sconfortante che le istituzioni non siano riuscite a trovare un compromesso minimo
Ticino
6 ore

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Con 42 contrari (Plr, Lega, Udc, Mps) e 40 favorevoli (Ppd, Ps, Verdi, Pc, Più donne) cala il sipario sulla proposta di Bertoli: ‘Deluso per la scuola’
Mendrisiotto
6 ore

Droni e galline fra i vigneti. Viticoltori ecosostenibili

Tanti esempi nel Mendrisiotto. Andrea Conconi, direttore di Interprofessione della vite e del vino ticinese: ’Progressi nella produzione biologica’
Bellinzonese
7 ore

Sì ai 2,72 milioni per il Parco del Piano di Magadino

Il Gran Consiglio in notturna approva i due crediti a favore degli investimenti e per la gestione nel periodo 2021-2024
Ticino
7 ore

Sul decreto taglia spese si voterà il 15 maggio

Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione popolare
Luganese
9 ore

Campione d’Italia? ‘Non sarà più casinò-centrico’

Dopo tre anni e mezzo, oggi la casa da gioco ha riaperto. E adesso? ‘Bisogna continuare a rimboccarsi le maniche’: intervista al sindaco Roberto Canesi.
Ticino
9 ore

Ecco perché il Tf non ha annullato la legge negozi

I giudici: cancellarla unicamente a causa delle (discutibili) modalità con cui è entrata in vigore sarebbe eccessivo e non appare quindi opportuno
Bellinzonese
9 ore

La musica come ponte tra Bellinzona e una scuola in Israele

Premio Spitzer all’istituto musicale Hmi per il progetto con la scuola del villaggio Neve Shalom dove convivono pacificamente ebrei e palestinesi
Grigioni
11 ore

Grono conta 47 abitanti in più

L’aumento riguarda tutte le frazioni. Al 31 dicembre 2021 nel Comune grigionese vivevano 1’427 persone.
Luganese
11 ore

Cerimonia per la maggiore età a Vernate e Neggio

Presenti oltre i neo diciottenni anche le autorità dei due comuni malcantonesi
07.01.2021 - 11:120
Aggiornamento : 19:22

Elezioni comunali rimandate, il Tf dà ragione al governo

Mon Repos respinge il ricorso contro il decreto dello scorso marzo. Ma avverte: il rinvio di un anno è prossimo al limite della proporzionalità

Il provvedimento del Consiglio di Stato - ovvero il decreto con cui lo scorso marzo il governo ha annullato le elezioni comunali previste per il 5 aprile 2020 e rinviato le stesse al 18 aprile di quest'anno- "può essere ritenuto rispettoso del principio di proporzionalità e della garanzia dei diritti politici".  Lo afferma il Tribunale federale nelle quattordici pagine nella sentenza con la quale respinge il ricorso inoltrato dagli avvocati Fiorenzo Cotti e Annie Griessen Cotti e da Pierluigi Zanchi: i tre locarnesi avevano impugnato davanti ai giudici di Losanna la decisione del Consiglio di Stato invocando la violazione del diritto di voto dei cittadini. Ma la contestazione non regge, secondo Mon Repos. "Il provvedimento del rinvio costituisce una misura idonea e necessaria alla luce della situazione sanitaria esistente", scrive la prima Corte di diritto pubblico, nella composizione a cinque giudici, riferendosi alla prima ondata pandemica in occasione della quale l'Esecutivo cantonale aveva varato il decreto riguardante il rinnovo dei Municipi e dei legislativi locali.

Rinnovo dei poteri comunali che si svolgerà domenica 18 aprile. Il rinvio delle elezioni per il periodo di un anno, avverte il Tribunale federale, è "considerevole" e "prossimo al limite della proporzionalità". Tuttavia "è ancora ammissibile".

I giudici: è rilevante anche la fase della campagna elettorale

"Nella suddetta situazione di pandemia, il divieto di tenere manifestazioni pubbliche o private, limitava gravemente lo svolgimento di una campagna elettorale e la possibilità per gli elettori di parteciparvi - si legge inoltre nel verdetto dell'Alta Corte federale, datato 22 dicembre e intimato stamane alle parti -. Ciò ha comportato una restrizione per il cittadino di formarsi liberamente una sua opinione nel modo più completo possibile". La tesi dei ricorrenti "secondo cui le operazioni di voto e di spoglio avrebbero potuto essere organizzate rispettando le raccomandazioni sanitarie delle autorità ed evitando assembramenti di persone non è quindi di per sé sufficiente né decisiva per concludere al pieno rispetto della garanzia dei diritti politici". Per il Tf, "è in effetti rilevante pure la fase della campagna elettorale". I ricorrenti avevano poi richiamato le elezioni comunali ginevrine tenutesi il 15 marzo 2020. "In quel caso - osserva Mon Repos - la campagna elettorale si è però svolta normalmente, senza particolari restrizioni direttamente legate alla crisi sanitaria". In Ticino "i divieti e le limitazioni ordinate dalle autorità avrebbero per contro pregiudicato la campagna elettorale durante un periodo di tre settimane precedenti le elezioni".

Cotti: sarà una campagna per benestanti

«È stata una decisione presa a cinque giudici, quindi combattuta», commenta alla 'Regione' Fiorenzo Cotti. Per il quale «è stata persa un’occasione per affermare che l’annullamento di elezioni in corso deve essere un evento eccezionale e che la democrazia non può fermarsi. E del resto, in Svizzera e all’estero, anche nel medesimo periodo si sono tenute diverse votazioni o elezioni. Il Tribunale federale ritiene che il divieto di tenere manifestazioni pubbliche abbia pregiudicato la campagna elettorale. Ha però omesso di considerare che la campagna era già terminata e che il prossimo aprile il dibattito e la campagna saranno limitatissimi. In effetti ben pochi avranno ancora qualche spicciolo per farsi pubblicità. Sarà una campagna per benestanti». In ogni caso, annota sempre l'avvocato locarnese, il Tf «ha lasciato intendere che un anno di rinvio è il massimo tollerabile. Ciò significa che le elezioni dovranno tenersi costi quel che costi, limitando se del caso il voto alla sola corrispondenza. Questo ricorso ha quindi avuto il pregio di chiarire una questione interpretativa fondamentale. Rinviare di poche settimane, il tempo di organizzare i seggi, sarebbe stata comunque la soluzione più equa e proporzionata». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved