ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
2 ore

Da Sciaffusa a Castel San Pietro per la Masseria di Vigino

Una coppia d’Oltralpe ha dichiarato il suo interesse per l’antico complesso rurale. Effettuato un sopralluogo con l’Ufficio dei beni culturali
Bellinzonese
2 ore

Tragedia in montagna, monitori indagati per omicidio colposo

Inchiesta sui due 14enni varesini morti sopra Ghirone: gli accompagnatori respingono le accuse riguardo alla scelta del sentiero impervio non ufficiale
Bellinzonese
7 ore

Incendio nel grottino di un’abitazione a Gnosca

Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita. Sul posto sono giunti polizia e pompieri, per spegnere le fiamme
Ticino
9 ore

Nicola Klainguti nuovo capo della Sezione sviluppo territoriale

Lo ha nominato il Consiglio di Stato. Il Laureato in scienze della terra al Politecnico federale di Zurigo entrerà in carica il 1. gennaio
Ticino
10 ore

Responsabilità sociale, da Comuni e imprese c’è interesse

Oltre 200 persone hanno seguito una giornata su questo tema organizzata dai consiglieri di Stato Christian Vitta e Norman Gobbi
Ticino
10 ore

‘Il Servizio violenza domestica della Cantonale va potenziato’

Tamara Merlo e Maura Nembrini Mossi: ‘250mila franchi in più per raddoppiare le unità’. Più Donne propone un emendamento al Preventivo 2023
Ticino
11 ore

Previdenza, ‘scendiamo in piazza contro la tattica del salame’

‘E perché la fetta è ampia ma la torta inconsistente’. La Rete a difesa delle pensioni lancia la seconda mobilitazione per opporsi ‘ai tagli alle rendite’
Bellinzonese
11 ore

A Bellinzona terza serata di dialogo tra musulmani e cristiani

Sabato 10 dicembre al Centro Spazio Aperto confronto sulla fraternità tra Ismaele e Isacco e le rispettive discendenze
Ticino
12 ore

Parte il treno rossoverde, ‘sui livelli giochi politici’

Partito socialista e Verdi lanciano la campagna elettorale. Noi: ‘Saremo la novità’. Riget: ‘Il Mendrisiotto incarna le emergenze da affrontare’
Bellinzonese
12 ore

A Giubiasco e Bodio mercatini benefici pro associazione Alessia

Ecco gli orari e i giorni di apertura
09.12.2020 - 19:02
Aggiornamento: 21:16

'Metodologia problematica, Berna sostenga i settori colpiti'

Il Consiglio di Stato prende atto delle misure poste in consultazione contro la pandemia, ma auspica adeguato sostegno finanziari a settori colpiti

metodologia-problematica-berna-sostenga-i-settori-colpiti
(Ti-Press)

Nonostante gli obiettivi perseguiti dal Consiglio Federale con le misure poste in consultazione, il Consiglio di Stato ticinese nel suo comunicato odierno definisce "problematica" la metodologia adottata e auspica un ulteriore e concreto sostegno finanziario ai settori coinvolti nel caso le restrizioni vengano effettivamente messe in atto.

Il Consiglio di Stato ricorda di aver presentato già lunedì le disposizioni cantonali entrate in vigore oggi, sottolineando come esse siano state parzialmente riprese anche nel progetto posto in consultazione dal Consiglio federale (come, ad esempio, limitazione dei partecipanti per le manifestazioni private e la limitazione dell’orario per gli esercizi pubblici). La proposta dell’autorità federale, tuttavia, introdurrebbe restrizioni più severe rispetto alla situazione attuale in Ticino anche per altri settori (per esempio negozi e attività culturali).

Al riguardo il governo ticinese "tiene a ricordare che aveva già risposto in maniera pronta alla richiesta formulata negli scorsi giorni dal Consiglio federale di introdurre nuove misure." Il Consiglio di Stato, prosegue il comunicato, intende sottolineare che "ritiene problematica la metodologia adottata dal Consiglio federale, nella convinzione che cambiamenti normativi troppo frequenti e a diversi livelli istituzionali finiscano per generare insicurezza fra la popolazione e gli operatori economici".

Nella propria presa di posizione il Governo ticinese ha in particolare segnalato:

  • Bar e ristoranti: propone di mantenere gli orari di apertura dei bar fino alle 19.00 e dei ristoranti fino alle 22.00, di uniformare la chiusura dei commerci dediti alla vendita di cibo d’asporto alle 22.00 (e non alle 23.00), di mantenere l’orario di chiusura alle 22.00 anche per il 24 dicembre 2020 (e non alla 01.00) e di consentire l'apertura dei ristoranti anche i giorni di Natale e Capodanno.
  • Cene e feste private: saluta positivamente la limitazione a 5 persone (come già in vigore in Ticino) e l’apertura a 10 persone dal 24 al 26 ed il 31 dicembre, chiedendo di aggiungervi anche il 1° gennaio. Invita inoltre a rinunciare alla limitazione aggiuntiva a due economie domestiche in favore di una raccomandazione, come attualmente e come in vigore anche nel settore della ristorazione.
  • Aperture domenicali dei negozi prima di Natale: il Governo invita a mantenere le aperture domenicali fino a Natale come strumento per diluire su più giorni l’afflusso di persone, mentre accetta la chiusura di domenica 27 dicembre.


A mente del Governo, se la Confederazione dovesse decretare le misure più restrittive poste in consultazione dovrà anche garantire un adeguato e concreto sostegno finanziario ai settori colpiti. A questo proposito il Governo ticinese saluta positivamente l’intenzione annunciata dal Consiglio federale di introdurre nuove forme di sostegno, che però andranno concretizzate a breve per evitare conseguenze pesanti per gli operatori economici.

Al di là delle nuove misure poste in consultazione, il Consiglio di Stato segnala la crescente preoccupazione per gli affollamenti che si registrano quotidianamente sui mezzi di trasporto pubblico, in particolare treni pendolari. Il Governo ticinese coglie quindi l’occasione per invitare il Consiglio federale ad attivarsi da subito anche in questo ambito di competenza federale con misure efficaci e uniformi in tutta la Svizzera.

Si ricorda infine che la decisione del Consiglio federale sul pacchetto di misure poste in consultazione oggi è attesa per venerdì 11 dicembre.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved