sviluppo-del-reddito-in-ticino-si-e-marciato-sul-posto
L'effetto dumping c'è stato, ma contenuto (foto Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
24 min

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
6 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
8 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
14 ore

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
15 ore

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
15 ore

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
21 ore

Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina

Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
21 ore

Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago

L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
1 gior

Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca

Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
1 gior

Orselina, Silvan Zingg al Parco

Il grande pianista svizzero, re del Boogie Woogie e del Blues, sarà di scena mercoledì
Locarnese
1 gior

Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’

Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Luganese
1 gior

Pregassona, tanta frutta e verdura agli orti condivisi

Le cassette messe a disposizione dall’Associazione Amélie hanno dato, nel vero senso della parola, i loro frutti. Purtroppo ci sono stati anche dei furti.
Luganese
1 gior

Hangar malmesso ad Agno, scatta l’interpellanza

Sara Beretta Piccoli, alla luce del rischio di rilascio di amianto nella struttura aeroportuale (lato fiume), chiede lumi al Municipio
Luganese
1 gior

Muzzano, prima tappa di Miss Tap Model

Sabato 20 agosto avrà luogo la manifestazione al Ristorante Tcs Vedeggio. Durante la serata ci sarà musica e intrattenimento
Ticino
1 gior

A Ferragosto il sole brucia, il radar pure

Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli della velocità
Luganese
1 gior

Cantoreggi, l’Appello conferma la condanna di primo grado

Pensione La Santa, la corte di secondo grado infligge 4 anni e tre mesi di carcere all’austriaco, per lesioni, omicidio colposo e omissione di soccorso
03.08.2020 - 06:00

Sviluppo del reddito, in Ticino si è marciato sul posto

Nel decennio tra il 2007 e il 2016 il divario con la 'mediana' nazionale è aumentato. E ora la crisi del coronavirus ci metterà del suo

L'epidemia di coronavirus avrà effetti tutt'altro che trascurabili sul portafoglio degli svizzeri: stando all’istituto Bak Economics nel biennio 2020-2021 - notizia di qualche giorno fa - il reddito pro capite sarà inferiore di 1700 franchi rispetto a quello che sarebbe stato senza pandemia. Una diminuzione del potere di acquisto tutt’altro che trascurabile per chi vive di solo salario. Secondo i ricercatori basilesi le conseguenze economiche dell’epidemia di coronavirus intaccheranno in modo notevole non solo le entrate dei lavoratori dipendenti, ma anche i redditi dei lavoratori autonomi e quelli da capitale.

Complessivamente il reddito disponibile - cioè quello che rimane dopo aver detratto i contributi sociali, le imposte e i premi di cassa malati - scenderà quest’anno del 2,5%. Nei settori maggiormente colpito dal lavoro ridotto o dai licenziamenti, le perdite saranno maggiori. Particolarmente difficile, stando sempre al Bak, è la situazione nel ramo alberghiero e della ristorazione, nel turismo, nel comparto degli eventi, nei servizi alle persone e nel trasporto pubblico. È comunque molto probabile che la recessione globale causata dalla pandemia (il Pil degli Stati Uniti è crollato del 32,9% nel secondo trimestre; un ribasso mai conosciuto nella storia, ndr) colpisca anche le aziende votate all’export. Licenziamenti sono attesi, dagli specialisti del Bak Economics, anche nel settore finanziario. 

Quando i redditi aumentavano, ma il Ticino era fanalino di coda

In Svizzera, nel decennio tra il 2007 e il 2016, i redditi sono aumentati sensibilmente. Ciò vale sia per quanto riguarda il reddito medio, sia per quello mediano. È quanto risulta sempre da un’analisi del Bak Economics che in collaborazione con la banca Cler ha messo a punto lo Swiss income monitor dal quale emerge che un’economia domestica svizzera nel 2016 ha guadagnato in media poco meno di 68 mila franchi. Tra il 2007 e il 2016, il reddito assoluto medio è aumentato infatti di quasi 4'800 franchi, il che corrisponde a un incremento complessivo del 7,6%. Se si considerano invece i singoli anni, l'impatto della crisi finanziaria ha causato solamente un leggero indebolimento dello slancio di crescita nel 2009 e nel 2010. Infatti, il reddito medio svizzero è aumentato in tutti gli anni, ad eccezione del 2012 e del 2015. 

Bisogna però considerare che il reddito medio è spesso distorto da singoli individui che guadagnano molto di più rispetto alla maggioranza delle persone. Se si vuole sapere qual è il reddito di un ‘cittadino normale’, è quindi meglio considerare il ‘reddito mediano’. Se si prende in considerazione la ‘mediana’, appunto (il valore che divide esattamente a metà la distribuzione dei redditi, ndr) l’aumento è meno marcato (+6,7% in totale, pari al +0,7% l’anno). Infatti, se nel 2007 il reddito mediano delle economie domestiche svizzere è stato di circa 49’100 franchi, tra il 2007 e il 2016 lo stesso valore è aumentato di 3'300 franchi fino ad arrivare a 52’400 franchi (+6,7%, appunto). Nel paragone cantonale, il reddito assoluto mediano più elevato – che ammonta a 65 mila franchi  – è stato riscontrato a Zugo, cantone a bassa imposizione fiscale. Seguono i cantoni di Basilea Campagna (59'400) e Zurigo (58 mila). Mentre il Ticino (44’300) e il Vallese (41'200) hanno i redditi netti mediani più bassi. Per quanto riguarda il Ticino tale valore è rimasto pressoché costante per tutto il decennio essendo pari a 44’500 nel 2007 e 44’300. Anzi, il divario salariale con il resto della Svizzera si è approfondito: un differenziale di 8’100 franchi rispetto ai 4’600 di 10 anni prima. Su sito www.cler.ch è anche possibile verificare qual è la propria posizione reddituale personale e familiare rispetto al resto della popolazione svizzera.  

La spiegazione degli economisti

Per quanto riguarda il cantone Ticino, “gli stretti legami con l'area milanese sono uno dei fattori che influenzano i redditi relativamente bassi”. “La sua vicinanza alla zona euro fa sì che la pressione sui prezzi e quindi anche sui redditi sia molto più alta della media svizzera”, scrivono i ricercatori del Bak. Oltre il 25% dei lavoratori dipendenti del cantone Ticino è inoltre costituito da pendolari transfrontalieri, i quali hanno pretese salariali inferiori a quelle dei dipendenti svizzeri. La stessa tendenza ticinese al ribasso (-0,4%) - e in modo più marcato - si riscontra anche a Ginevra (-4,6%). Nel cantone romando si è partiti nel 2007 con un reddito mediano di 52 mila franchi e si è arrivati nel 2016 a 49’600 franchi. Per quanto riguarda lo sviluppo dal 2007 al 2016, in quattro cantoni la crescita mediana è stata a due cifre: a Obvaldo del 16%, a Uri del 12% e a Svitto e Turgovia del 10% ciascuno (Svizzera: +6,7%). Il cantone di Obvaldo è stato così il migliore in termini di aumento di reddito medio e mediano. 

Cosa si intende per ‘reddito’

Il reddito di un’economia domestica comprende più del solo salario: esso include anche rendite di qualunque genere (pensionistiche, vitalizi, eccetera), redditi locativi e altri redditi di capitali. In Svizzera, il reddito delle economie domestiche e degli individui viene rilevato da diverse statistiche. Tuttavia, nello Swiss income monitor di Banca Cler viene considerato unicamente il reddito assoluto della statistica fiscale che è calcolato detraendo dal reddito lordo imponibile (salari, rendite, assegni alimentari percepiti e redditi di capitali e ricavi di locazione) le spese rilevanti ai fini fiscali (contributi straordinari alle assicurazioni sociali, assegni alimentari versati, pagamenti al 3° pilastro e interessi passivi (ad es. interessi ipotecari) e le detrazioni generali come le spese mediche, l'istruzione e la formazione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved