Ticino
26.06.2019 - 16:040

Sette milioni per sentieri e percorsi Mtb

Il Consiglio di Stato ha lincenziato il messaggio che mira a contribuire alla sistemazione della rete esistente lunga circa 3'800 km

Un credito di 7 milioni di franchi da destinare tra il 2020 e il 2023 ai sentieri escursionistici d’importanza cantonale, in particolare per attività di miglioria e di ricostruzione. È quanto chiede il messaggio licenziato dal governo che prevede pure – per la prima volta – un credito di 300'000 franchi riservati alla manutenzione dei percorsi per mountain bike. L’impegno del Consiglio di Stato, viene sottolineato in un comunicato stampa odierno, è ampiamente giustificato dalle molteplici ricadute positive di una delle offerte più apprezzate del turismo ticinese. "Basti pensare che in media un escursionista spende 43 franchi per ogni giorno di escursione (per il trasporto, il vitto e l'eventuale pernottamento). La cifra d'affari annua a livello svizzero si aggira attorno ai 2,5 miliardi di franchi contando anche gli ospiti stranieri", scrive. Il Consiglio di Stato ricorda che oltre all’aspetto turistico, i sentieri sono un’importante opportunità di svago, apportano benefici all’economia rurale e forestale, generano effetti positivi sull’occupazione nelle aree discoste, veicolano valori storico-culturali e contribuiscono alla promozione della salute pubblica.

Sempre più danni a causa di eventi climatici estremi

Fra gli altri obiettivi quadriennali vengono citati il coordinamento fra il crescente numero di percorsi per Mtb ed i sentieri escursionistici ufficiali, la ricostruzione dei sentieri degradati ed il completamento del registro dei manufatti, quali passerelle e ponti. "Preme sottolineare come, dopo anni il contributo per i sentieri è stato adeguato ai costi crescenti, cagionati in particolare dalla crescita della rete cantonale (...) dalla continua progressione della qualità dei sentieri ticinesi che necessitano di maggiori risorse e dagli eventi climatici estremi che cagionano danni sempre più frequenti e importanti".

La rete cantonale, composta da circa 3'800 km di sentieri, è mantenuta e segnalata dalle Organizzazioni turistiche regionali (Otr), sottolinea il governo, ricordando che per gestione e sorveglianza, nonché per la consulenza e formazione, il Dipartimento del territorio si avvale della collaborazione di Ticino Sentieri. "Durante gli ultimi quattro anni, oltre ai consueti lavori di manutenzione, le squadre delle Otr sono intervenute in via straordinaria per ristabilire la percorribilità di tratte danneggiate a seguito di danni della natura. Hanno così garantito l’accessibilità e la continuità della rete dei sentieri escursionistici", scrive il Consiglio di Stato.

Per il prossimo quadriennio il governo intende invece contribuire alla sistemazione, alla segnalazione e alla gestione della rete cantonale, con un contributo annuo di 1,65 milioni di franchi a complemento del finanziamento assicurato dalle Otr (tasse di soggiorno). Altri 0.4 milioni di franchi saranno invece destinati alla ricostruzione (promossa da Otr, Comuni, Patriziati o altri enti pubblici) di alcuni sentieri degradati o danneggiati. Inoltre, le Otr potranno beneficiare di ulteriori 0.3 milioni di franchi per la manutenzione dei percorsi per rampichini di cui assumono la gestione.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
franchi
sentieri
stato
rete
otr
percorsi
consiglio
consiglio stato
milioni franchi
manutenzione
© Regiopress, All rights reserved