laRegione
Nuovo abbonamento
La prima pagina dell'opuscolo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
5 ore
Gordola, ritrovato dopo 8 giorni il 34enne disperso
Era scomparso il 3 luglio sui Monti di Motti. L'uomo era caduto in una zona impervia. Ha riportato ferite gravi.
Gallery
Mendrisiotto
7 ore
Arzo: l'estrazione del marmo rischia di morire
Nel 2017 avevano ridato vita all'attività, lÎ alle cave. Adesso il blocco delle esportazioni li ha messi terra. 'Se non arrivano commesse, chiudiamo'
Ticino
9 ore
La terra trema nel Sopraceneri
La scossa tellurica, di magnitudo contenuta (2,9), è stata avvertita dalla popolazione del Bellinzonese
Mendrisiotto
10 ore
Il Mendrisiotto vuole far fermare i treni InterCity
Lanciata una petizione popolare (online) per scongiurare i piani dell'orario 2021, che 'stoppano' i convogli a lunga percorrenza a Lugano
Grigioni
12 ore
Grigioni, oltre un centinaio di persone in quarantena
Diversi gli episodi che hanno portato alle misure, tra cui un bimbo positivo in un campo vacanza
Ticino
18 ore
A novant’anni dal volo antifascista su Milano
Bassanesi e Dolci raggiunta Milano da Lodrino incitarono gli italiani in piena dittatura a 'Insorgere! Risorgere!'
Bellinzonese
18 ore
Il Moesano pronto a investire nel Centro giovanile
Al vaglio dei legislativi il mandato di prestazione che permetterebbe di assumere una animatore retribuito e rendere 'itinerante' il luogo d'incontro di Roveredo
Locarnese
18 ore
Brissago, una mozione chiede di ampliare il Porto
Mentre proseguono i lavori del Centro servizi nautici, si attende di conoscere il destino di due grossi progetti privati. Il Municipio invita alla 'calma'
Ticino
18 ore
'In montagna gente che non la conosce, serve più attenzione'
Enea Solari (Federazione alpinistica ticinese): le misure di protezione contro il coronavirus devono essere rispettate, speriamo in più sensibilizzazione
Ticino
21.04.2018 - 17:100

Famiglie arcobaleno, un opuscolo spiega come fare con i figli

Nella pubblicazione si spiega il quadro giuridico appena entrato in vigore e la psicologia infantile

Dal Primo gennaio 2018 un bambino può avere, legalmente, due genitori dello stesso sesso. Persone che sottoscrivono un’unione domestica registrata o i conviventi hanno, quindi, la possibilità di adottare il figlio del partner. Una modifica di legge che ‘‘garantisce ai bambini una sicurezza giuridica indipendentemente dall’orientamento sessuale dei genitori e favorisce un maggiore riconoscimento della pluralità dei modelli familiari che caratterizzano la nostra società’’, come scritto nel comunicato che presenta il primo opuscolo in lingua italiana sulle Famiglie arcobaleno.

Pubblicato dalla Federazione svizzera delle famiglie arcobaleno in collaborazione con il Dipartimento della sanità e della socialità e la Delegata per le pari opportunità, si pone come obiettivo di ‘‘favorire il riconoscimento della pluralità dei modelli familiari’’. Ma la legge, come scritto nel testo diffuso a tutti i professionisti che operano a stretto contatto con bambini e famiglie, da sola non è sufficiente. ‘‘Solamente attraverso l’apertura alla diversità di noi tutti, cittadine e cittadini, e all’inclusione sarà possibile raggiungere il pieno riconoscimento della pluralità dei modelli familiari’’.

Sono circa 30mila i bambini che crescono in queste realtà. Un numero importante, che ha contribuito a portare al nuovo quadro giuridico in vigore da gennaio. Soprattutto riguardo all’adozione del figliastro, ovvero il figlio del/della partner. ‘‘Dal momento in cui l’adozione diventa effettiva, una famiglia con due mamme o due papà ha esattamente gli stessi diritti e doveri verso i figli di una famiglia eteroparentale’’, si legge nell’opuscolo. Chiaramente, un bambino non può avere più di due genitori legali, quindi questa possibilità è data solo quando uno dei due genitori è sconosciuto o nel caso sia deceduto. Per valorizzare la diversità non c’è altra strada che lavorare su prevenzione e sensibilizzazione. Per questo motivo, nell’opuscolo, viene spiegato come i bambini assorbono dall’ambiente in cui vivono la capacità di essere di vedute aperte e, di conseguenza, a scuola e in famiglia è consigliato di non tollerare alcun commento omofobo o che possa far sentire escluso o discriminato un bambino che viene da una famiglia arcobaleno.

© Regiopress, All rights reserved