Mendrisiotto
Il Centro d’incontro ad Arzo si concretizza
La Città chiede al legislativo l’approvazione del sostegno di 200’000 franchi all’Associazione Atelier Arte e Artigianato fondata da Gardi Hutter
Lo stabile avrà una nuova vita
(Ti-Press)
10 aprile 2023
|

Un’intesa tra l’Associazione Atelier Arte e Artigianato (AAA), fondata dall’attrice Gardi Hutter, e la Città di Mendrisio ha messo in cantiere il recupero dell’ex stabile Coop di Arzo. Il progetto è di riqualificare l’edificio e i suoi spazi esterni, attraverso la formazione di un polo culturale e associativo, un centro d’incontro a disposizione di artisti, artigiani e associazioni. Favorevole a ridare vita a questo spazio di pubblico interesse, il Municipio di Mendrisio chiede al legislativo l’approvazione della convenzione con AAA concernente la concessione del diritto di superficie, e il via libera per stanziare un credito di 200’000 franchi volto alla realizzazione degli spazi per gli allievi delle Scuole elementari di Arzo.

Sì, perché l’associazione ha proposto alla Città di insediare la mensa scolastica all’interno dello stabile, al fine di favorire ancora di più gli scambi tra generazioni e l’interazione tra l’ente pubblico e le associazioni, tra la quotidianità del nucleo e la creazione artistica e culturale. L’inserimento del refettorio, scrive il Municipio nel messaggio, “consente inoltre di consolidare il servizio scolastico ed extra-scolastico nel quartiere, un tassello importante per conciliare le esigenze della famiglia e del lavoro, obiettivo anch’esso (come altri aspetti quali la vicinanza alle persone, la salvaguardia del paesaggio, i servizi scolastici nei quartieri, ndr) inserito nelle strategie di Mendrisio 2035”.

L’investimento previsto per la ristrutturazione del complesso (compresi arredi e installazioni tecniche) ammonta a circa 3 milioni di franchi. L’AAA dispone già di mezzi propri pari a 2 milioni, riservati per l’operazione di rifacimento. L’Ente regionale di sviluppo, interpellato dall’associazione, ha preannunciato un sussidio di circa 180mila franchi. Alla Città di Mendrisio, qualora il legislativo approvasse il messaggio, spetterebbe dunque ‘solo’ il finanziamento della mensa.

L’associazione ha conferito allo studio di architettura PeR di Mendrisio il mandato di eseguire uno studio di fattibilità per la ristrutturazione dello spazio in questione. Prossimamente sarà presentata la relativa domanda di costruzione. L’iniziativa, conclude l’esecutivo mendrisiense, “rappresenta un’occasione importante di collaborazione tra pubblico e privato”.

Leggi anche:
Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE