Mendrisiotto
Svizzera e Malta si incontrano al Monte Generoso
Il consigliere federale Ignazio Cassis ha ricevuto il ministro degli Esteri maltese Ian Borg
Borg e Cassis sul trenino del Monte Generoso
(Ti-Press/Pablo Gianinazzi)

Oggi, in cima al Monte Generoso, si è tenuto un incontro tra il consigliere federale Ignazio Cassis e il ministro degli Esteri maltese Ian Borg. Al centro del meeting la presenza della Svizzera e di Malta nel Consiglio di sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) e le relazioni bilaterali tra i due Paesi. Come la Svizzera, anche Malta occupa un seggio non permanente in seno al Consiglio di sicurezza dell'Onu per il periodo 2023-2024. Malta ha presieduto questo organo nel mese di febbraio, mentre la Confederazione lo farà a maggio.

Malta, un alleato per la pace

Malta rappresenta un partner importante per la Confederazione nel quadro dell'impegno di quest'ultima a favore della pace e della sicurezza, precisa il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae). Il quale ricorda che i due Paesi collaborano per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici come cause di conflitti e per promuovere il ruolo delle donne in quanto artefici della pace.

Durante l'incontro ticinese si è discusso anche delle relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea (Ue). Il capo del Dfae ha ricordato gli intensi colloqui esplorativi attualmente in corso tra Berna e Bruxelles, grazie ai quali il Consiglio federale intende stabilizzare e sviluppare la via bilaterale con l'Ue. I due ministri si sono anche soffermati sulla questione della migrazione e dell'asilo e in particolare sulla riforma del sistema Schengen/Dublino, attualmente in discussione nell'Ue.

Cassis e Borg hanno inoltre parlato dell'accordo firmato con Malta durante la visita del capo del Dfae a La Valletta, in novembre, sull'attuazione del secondo contributo svizzero (1,3 miliardi in dieci anni) ad alcuni Stati membri dell'Ue per garantire la stabilità, la sicurezza e la prosperità in Europa. Tale accordo definisce le priorità tematiche della collaborazione con La Valletta e permetterà di finanziare progetti per un ammontare di 3,5 milioni di franchi fino al 2029. La Svizzera e Malta collaboreranno principalmente nel settore della salute.