ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
24 min

Condannato per aver truffato tre anziane del Luganese

Pena parzialmente sospesa per un 27enne reo confesso. Tra i nove tentativi di ‘falso nipote’ messi in atto nel settembre 2022, sei sono stati sventati
Mendrisiotto
1 ora

Torna il Carnevale di Pedrinate

L’appuntamento è per il prossimo weekend nel salone comunale del paese
Locarnese
2 ore

Una nuova direzione per lo sviluppo del PalaCinema

Migliorare le sinergie tra gli inquilini, promuovere attività culturali e formative nel campo della settima arte le sfide che attendono il nuovo direttore
Locarnese
2 ore

Un corso per gestire le emergenze con bambini

Lo organizza la Sezione Samaritani Bassa Vallemaggia sabato 11 febbraio a Gordevio, seguito il 20 febbraio da uno sull’uso del defibrillatore
Luganese
3 ore

Blackout nel Luganese, quasi un’ora senza corrente

La causa è stata un guasto alla rete nazionale Swissgrid.
Ticino
4 ore

Attività invernali e fauna selvatica: prove di... convivenza

Quattro regole per non violare le ‘zone di tranquillità’: con ‘Rispetto è protezione – Sport sulla neve e rispetto’ Nature-Loisirs sbarca in Ticino
Mendrisiotto
4 ore

Ecco i pasti pronti che scaldano il cuore

L’associazione Lì&Là si occupa di fornire pranzi e cene alle famiglie con figli ospedalizzati. Un’idea nata dall’esperienza personale di Sveva
Bellinzonese
4 ore

A Bellinzona un centinaio di abitanti in più dal Luganese

Considerando arrivi e partenze, dai dati sulla popolazione emerge un saldo positivo (di circa 50 unità) pure da Locarnese, Tre Valli e Mendrisiotto
Gallery
Locarnese
7 ore

In Parlamento per promuovere il diritto all’accessibilità

Marco Altomare, 29enne di Losone, soffre di una malattia genetica rara. Ma questo non gli impedisce di tentare la carta del Gran Consiglio
Mendrisiotto
7 ore

La politica momò, tra municipali che vanno e che vengono

A Morbio Inferiore Fabio Agustoni lascia il gruppo Morbio 2030, ma resta come indipendente. Altra novità a Mendrisio, stavolta nel Centro
Bellinzonese
7 ore

Ronco Bedretto: prima del verde 10 anni di deposito Ustra

L’area della cava Leonardi sarà trasformata in zona agricola con il materiale di scavo proveniente dal secondo tubo autostradale del San Gottardo
Luganese
14 ore

Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni

Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
16 ore

In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea

Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Luganese
17 ore

Troppe zanzare tigre, Magliaso corre ai ripari

Nel 2022 è stata registrata un’importante espansione. L’istituto di microbiologia ha suggerito al Comune ulteriori misure
06.12.2022 - 08:30
Aggiornamento: 19:32

Niente rapporto sui Preventivi a Mendrisio. E il Cc slitta

Annullata la seduta del legislativo, prevista per il 12 dicembre. La proroga chiesta dal primo cittadino non è stata concessa dagli Enti locali

niente-rapporto-sui-preventivi-a-mendrisio-e-il-cc-slitta
Ti-Press
Il dibattito è rinviato

I Preventivi 2023 stanno diventando un osso duro per Mendrisio. Piatto forte, anzi l’unico, del prossimo Consiglio comunale, la discussione - che si annunciava già vivace - per il momento è rimandata a data da definire. Prevista per lunedì 12 dicembre, la seduta è stata, infatti, annullata a poco più di una settimana dall’appuntamento con l’aula consiliare, chiamata a dire la sua, soprattutto, sulla proposta del Municipio della Città di ritoccare verso l’alto il moltiplicatore di due punti, passando dal 75 al 77 per cento, a fronte di previsione a tinte rosse e un deficit di quasi 4 milioni di franchi. Ed è proprio questo che oggi mette in fibrillazione la politica locale. Non a caso, la Commissione della gestione non ha ancora firmato il suo rapporto - con tutta probabilità non univoco -; di conseguenza al presidente del legislativo, Benjiamin Albertalli, non è rimasto altro da fare che rinviare il dibattito. «Martedì prenderò una decisione sul calendario – ci fa sapere il primo cittadino –, e a quel punto ciò che verrà deciso sarà vincolante». Come dire, che la Gestione prenda buona nota. Verosimilmente, ci conferma ancora, se ne riparla comunque a gennaio. Un ritardo che potrebbe portare a un richiamo nei confronti della Commissione.

Gestione, lavori in corso

Sta di fatto che l’esame della Finanziaria di Mendrisio, assieme alla nuova strategia fiscale, rimane un cantiere aperto. In queste settimane, in effetti, i commissari hanno subissato di domande i vari capi dicastero e richiesto diversi approfondimenti, con l’obiettivo di vivisezionare i preventivi e sviscerare ogni cifra di bilancio. La missione finale? Capire se rimangono dei margini per procedere a ulteriori risparmi. Di sicuro in Consiglio comunale ci si presenterà con degli emendamenti. Quando? La Gestione, riunita lunedì sera in riunione, dovrebbe definire la tempistica da qui alla prossima seduta plenaria. Ciò che emerge da questa impasse è, comunque, la necessità per gli organi istituzionali di un Comune polo di avere più tempo a disposizione per analizzare un documento voluminoso come quello dei preventivi.

Il presidente del Cc resta in attesa

D’altro canto la Loc, la Legge organica comunale, parla chiaro. Come recita l’articolo 49, la seconda sessione del Consiglio comunale, incentrata sul preventivo dell’anno seguente, si deve tenere entro il 31 dicembre. A meno che a livello cantonale non venga concessa una dilazione. «Confermo – dice da noi interpellato Albertalli –, sono stato informato dalla Gestione che non vi era alcun rapporto depositato e firmato in tempo utile per convocare la seduta, inizialmente prevista il 12 dicembre. Seduta che, di conseguenza, è stata annullata. Quindi è stata chiesta subito una proroga alla Sezione degli enti locali (Sel). Su una nuova possibile data, come detto, mi pronuncerò quando sarà stata presa una decisione». Restando, insomma, in attesa di un cenno dalla Gestione.

Gli Enti locali: ‘Nessuna eccezione’

Facciamo, però, un passo indietro, alla missiva indirizzata alla Sel. Il presidente del Consiglio comunale non vuole entrare nel merito. Ma da quanto abbiamo potuto accertare gli Enti locali nei giorni scorsi hanno risposto, e non in modo positivo. In altre parole, niente posticipo. Il Consiglio di Stato (per mano della Sezione) può derogare a fronte di una istanza motivata del primo cittadino e a titolo eccezionale. Ora, si fa capire, pur comprendendo la volontà della Commissione della gestione di procedere con una serie di approfondimenti, questo non basta, ribadisce la Sel, per costituire un "elemento di forza maggiore tale da giustificare l’eccezione". D’altra parte, si richiama, va tenuto anche conto "della politica restrittiva adottata negli ultimi anni per quanto riguarda la concessione di proroghe delle sedute ordinarie del legislativo", in particolare quando ci si ritrova a dover discutere dei preventivi del Comune.

Gestione, massimo riserbo

Bocche cucite anche in Gestione. Raggiunto da ‘laRegione’ il presidente Tiziano Calderari preferisce non rilasciare dichiarazioni in merito. Non almeno finché non si sarà chiusa la discussione. Le aspettative sulle conclusioni del lavoro commissionale, dunque, salgono. Dall’esame scaturirà una soluzione di compromesso? Per ora la politica appare spaccata. Consegnato il dossier a fine ottobre, si è visto subito che la proposta di aumentare il moltiplicatore era controversa. In uno schieramento, quello dei favorevoli, essenzialmente Plr e Sinistra e Verdi, nell’altro il Centro; con la Destra divisa al suo interno e la Lista civica scettica. E i più ostili, al Centro, hanno tutta l’aria di non aver cambiato idea, preludio a un rapporto di minoranza. «Siamo orientati a presentare un emendamento – ci concede Gianluca Padlina –. Ma è ancora presto per entrare nei dettagli».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved