ULTIME NOTIZIE Cantone
Centovalli
2 ore

Golino-Zandone, trasporto pubblico da potenziare

La richiesta di più corse bus da parte del Comune delle Centovalli e della Agie Charmilles (tramite Cit) recapitata alla Sezione della mobilità
Grigioni
3 ore

Giù la maschera! Roveredo si tuffa nel Carnevale Lingera

Inaugurata questa sera la 61esima edizione. Fra le novità la possibilità di acquistare i biglietti online e il percorso del corteo di sabato
Luganese
3 ore

Una preda nella tana: l’accusa alza la posta in gioco in Appello

Nella seconda giornata di processo parola al procuratore pubblico e all’avvocata della vittima.‘I tre ragazzi hanno creato un clima di terrore’.
Locarnese
4 ore

L’indebitamento pubblico preoccupa Gordola, su le imposte

Il Consiglio comunale sposa la linea del rapporto di minoranza della Gestione e alza il moltiplicatore dall’84 all’88 per cento, sconfessando il Municipio
Ticino
5 ore

Ricerca fra le macerie, pure una squadra ticinese in Turchia

Lunedì Mauro Bonomi e Luna sono volati sul posto. In preallarme il presidente della sezione rossoblù di Redog Fabio Giussani: ‘Pronto a intervenire’
Morbio Inferiore
5 ore

Festa della Madonna di Lourdes, due appuntamenti al Santuario

Sabato 11 è previsto il Cenacolo del Movimento sacerdotale mariano, mentre domenica 12 il santo rosario meditato e la santa messa del pellegrino
Ticino
5 ore

Radar, un’altra interpellanza scottante diventa interrogazione

Alle domande poste da Passalia e Dadò (Centro) sull’aumento di controlli di velocità il governo risponderà in forma scritta. E tra diverso tempo.
Luganese
5 ore

Al Festival scacchistico prevalgono Berardi e Patuzzo

Il Memorial Barbero si è tenuto domenica 5 febbraio a Sorengo
Luganese
5 ore

Lugano, un libro sulle aziende a conduzione familiare

L’Unione Cristiana Imprenditori Ticinesi presenterà all’Hotel Dante, una pubblicazione di Alessandro Scaglione
Mendrisiotto
5 ore

Entra in Svizzera nonostante l’espulsione: preso e processato

Per l’uomo vigeva il divieto di entrare nel nostro Paese. La Corte ha optato per l’espulsione immediata senza pena detentiva.
Ticino
5 ore

Blacklist morosi di cassa malati sospesa per tutto il 2023

La conferma arriva dal governo dopo la riunione della Piattaforma Cantone-Comuni: alla riattivazione della procedura, però, cambierà qualcosa
Bellinzonese
5 ore

I Puffi arrivano in esclusiva al Carnevale di Faido

I bagordi avranno luogo da mercoledì 22 a sabato 25 febbraio, quando la palestra si trasformerà nel villaggio di ‘Pufflandia’
Mendrisiotto
6 ore

Tornano i buoni pasto a Castel San Pietro

I residenti che ricevono una rendita Avs potranno richiedere, dal 13 febbraio, un tagliando di 20 franchi da utilizzare negli esercizi pubblici del paese
Mendrisiotto
6 ore

Aperte le iscrizioni per la ‘Walking Mendrisiotto’

La giornata si terrà domenica 16 aprile. Previsti quattro itinerari e vari corsi
Bellinzonese
6 ore

Per Carnevale Sobrio si trasforma nella contea di Hazzard

La manifestazione avrà luogo nella località leventinese sabato 11 febbraio, fra festa, maschere, balli, musica e buon cibo
Luganese
6 ore

Tre blackout in un mese: ‘Quando la sfortuna...’

A saltare ‘inspiegabilmente’ (forse un cortocircuito) un interruttore di sicurezza sul Pian Scairolo
laR
 
03.12.2022 - 05:30
Aggiornamento: 04.12.2022 - 10:27

Morbio Inferiore, si accende la discussione sul moltiplicatore

Il Municipio propone due punti in meno. La minoranza della Gestione: ‘scelte mirate senza scivolare in tentazioni propagandistiche’. Ultima parola al Cc

morbio-inferiore-si-accende-la-discussione-sul-moltiplicatore
archivio Ti-Press
Veduta su Morbio Inferiore

Ci sarà discussione a Morbio Inferiore sulla proposta del Municipio di ridurre il moltiplicatore dall’86 all’84 per cento. Sui banchi del Consiglio comunale, che si riunirà in seduta lunedì 12 dicembre, sono infatti arrivati un rapporto di maggioranza (favorevole) e uno di minoranza (contrario alla riduzione, ma favorevole al messaggio che accompagna il Preventivo 2023) della commissione della Gestione. La proposta, spiegano Rolf Stephani e Annamaria Patullo (Morbio 2030) nel loro rapporto di minoranza, è "ininfluente ma persino pericolosa sotto il profilo contabile, considerate le numerose incognite legate all’attuale situazione economica. Incognite che si riflettono anche sulle stime degli introiti fiscali possibili, ma largamente incerte".

Pareri a confronto

Morbio 2030 ritiene che il 2023 deve essere considerato come "una sorta di anno di transizione, ma comunque proficuo sotto il profilo del progresso sociale ecosostenibile". L’invito al Municipio è quindi quello di "attuare scelte mirate e comunque attente senza scivolare in tentazioni propagandistiche pre-elettorali (forse per cercare di rifare superficie dopo lo smacco della bocciatura dell’ecocentro), come sta facendo con la proposta di diminuire il moltiplicatore d’imposta". Il Preventivo 2023 stima un disavanzo di 738mila franchi a fronte di un fabbisogno da prelevare a mezzo d’imposta di 11,3 milioni. Stando alle indicazioni del Municipio, la riduzione del moltiplicatore porterà un introito di 350mila franchi di gettito rispetto al preventivo di quest’anno. Gettito che per il 2023 arriverebbe quindi a circa 12,5 milioni. Per la maggioranza della Gestione, come indica il presidente Marco Vassena (Plr), si tratta di "un passo sostenibile" che "rende più attrattivo l’insediamento nel comune". A sostegno della loro tesi, i consiglieri ricordano che il Consuntivo 2021 ha chiuso con un utile "ampiamente positivo" (490’770 franchi) e che "le proiezioni relative al 2022 prevedono una chiusura ampiamente in attivo grazie alle importanti sopravvenienze sulle imposte degli anni passati, all’incasso di notevoli imposte speciali e all’arrivo di nuovi buoni contribuenti (sia persone fisiche sia giuridiche)".

‘Una flebile boccata d’ossigeno’

La riduzione, fanno eco i contrari, "non sarà se non una flebile boccata d’ossigeno" e per questo "si potrebbe fare meglio, nel senso che le risorse certamente scaturite da un mantenimento dell’attuale pressione fiscale potrebbero incentivare iniziative volte da un lato a favorire una concreta redistribuzione del reddito con un’accentuata attenzione verso le fasce più deboli della popolazione, colpite nel recente passato da una serie di tagli, in settori cruciali quali la formazione e le agevolazioni nel trasporto pubblico, favorendo altresì inclusione e inserimento". La diminuzione di due punti "consentirà un risparmio di circa 50 franchi l’anno, in media, per i contribuenti di Morbio che dispongono di un reddito imponibile fino a 100mila franchi, e che rappresentano il 95 per centro (1’698 su 1’785) delle notifiche emesse per un totale di circa 3,5 milioni di franchi". Per le persone giuridiche "non avrà particolare impatto e ben difficilmente, da solo, riuscirà a calamitare nuovi arrivi". Nel rapporto viene inoltre evidenziato che nel documento presentato al Consiglio comunale "si evita, o si dimentica, di indicare l’ammontare del moltiplicatore aritmetico" che, stando "a nostre valutazioni ammonta al 90 per cento, cioè a un livello elevato". Dimenticanza "discussa in commissione, senza peraltro essere ripresa nel rapporto di maggioranza" e che rappresenta un argomento "indispensabile per una corretta analisi delle cifre da parte dei consiglieri comunali chiamati a votare il Preventivo 2023".

Autorizzazione alla lite

Tra le altre trattande all’ordine del giorno, c’è anche la richiesta del Municipio a stare in lite con la ditta che si è occupata della pavimentazione esterna e antitrauma della scuola dell’infanzia San Giorgio. Nel suo messaggio, l’esecutivo spiega che nel primo semestre del 2019, la Divisione lavori ha più volte sollecitato la ditta a voler presentare la liquidazione finale dei lavori svolti. Non avendo avuto seguito, la Divisione lavori "conformemente a quanto previsto dalle norme Sia, ha provveduto d’ufficio all’allestimento della liquidazione per un importo complessivo di 329’154 franchi". Importo contestato dalla ditta che "ha avanzato pretese per presunti ulteriori lavori svolti non previsti a contratto per oltre 150mila franchi, producendo numerosi bollettini allestiti solamente dopo la liquidazione d’ufficio e mai sottoposti all’approvazione dell’architetto". La direzione lavori ha riconosciuto "la piccola parte delle pretese risultata giustificata" e ha rivisto la liquidazione in 332’196 franchi. "Malgrado l’intervento dei rispettivi legali e dopo diversi incontri e scambi di corrispondenza tra le parti, non è purtroppo stato possibile giungere a una soluzione bonale della vertenza". Lo scorso 11 ottobre c’è stata "un’infruttuosa seduta di conciliazione dinnanzi al pretore, primo passo verso la probabile apertura di un contenzioso giudiziario". Il Municipio fa sapere che la ditta ha emesso le fatture relative agli importi riconosciuti dalla divisione lavori "e ulteriori due fatture relative agli importi oggetto del contendere per complessivi 155’369 franchi". La commissione delle Petizioni ha dato il suo consenso alla lite, dichiarandosi "sorpresa dall’ampiezza della differenza degli onorari richiesti rispetto ai preventivi e da quanto valutato dalla Divisione lavori".

Leggi anche:

‘Un margine c’è’, Morbio Inferiore abbassa il moltiplicatore

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved