29.11.2022 - 19:19
Aggiornamento: 30.11.2022 - 19:04

Ligornetto, mattinata musicale al museo Vela

Domenica 4 dicembre le note del clarinetto, del violoncello e del pianoforte allieteranno gli spettatori della 44esima Stagione concertistica di musica

ligornetto-mattinata-musicale-al-museo-vela
I tre artisti

Penultimo appuntamento della 44esima Stagione concertistica di musica nel Mendrisiotto domenica 4 dicembre alle ore 11 presso il Museo Vincenzo Vela, con il Trio composto da Sarah Albertoni al clarinetto, Claude Hauri al violoncello e Corrado Greco al pianoforte. Il programma della matinée offre un affascinante viaggio musicale tra romanticismo e contemporaneità. Opera centrale del programma, il celebre Trio op. 114 di Johannes Brahms (1833-1897), uno dei massimi capolavori per questa formazione. Due i brani per violoncello e pianoforte in programma: i tre pezzi, di stile post-impressionista, scritti nel 1914 dalla compositrice francese Nadia Boulanger (1887-1979) e l’evocativo "Come una specie d’infinito" del compositore italiano Nicola Sani (nato nel 1961). Completa il programma il delizioso "Notturno" op. 75 per trio di Friedrich Wilhelm Voigt (1833-1894).

Sarah Albertoni si forma artisticamente sotto la guida di Rolf Gmür, Fabio Di Casola, Hans-Rudolf Stalder, conseguendo il Master of Arts in Music Pedagogy presso la Musikhochschule di Winterthur-Zurigo. In seguito consegue il Master of Arts in Specialized Music Performance con François Benda presso il Conservatorio della Svizzera italiana a Lugano. Claude Hauri inizia giovanissimo lo studio del violoncello con il maestro Taisuke Yamashita che lo accompagna fino al diploma, ottenuto presso il Conservatorio a Lugano. Prosegue poi gli studi con Raphael Wallfisch, con il quale ottiene il diploma di perfezionamento alla Musikhochschule di Winterthur, Alain Meunier e Zara Nelsova. Ha suonato come primo violoncello nella Youth World Orchestra della Jeunesses Musicales. Corrado Greco si è diplomato in pianoforte a diciannove anni col massimo dei voti e la lode presso l’Istituto ‘Bellini’ di Catania, perfezionandosi con Alberto Mozzati e a lungo con Bruno Canino. Ha completato la sua formazione accademica al Conservatorio di Milano, dove si è diplomato a pieni voti in Composizione e in Musica Elettronica, e dove ora è docente.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved