27.09.2022 - 16:37
Aggiornamento: 18:26

Kiwanis Mendrisiotto, 40 anni di amicizia e solidarietà

Nel corso della sua attività, il Club momò ha raccolto e devoluto poco meno di due milioni di franchi

kiwanis-mendrisiotto-40-anni-di-amicizia-e-solidarieta
I soci fondatori con la torta del 40esimo

In 40 anni il Kiwanis del Mendrisiotto ha raccolto e devoluto poco meno di due milioni di franchi. E questo per il Club è l’anno dei festeggiamenti. Il club del Mendrisiotto è infatti nato quarant’anni fa dalla volontà di alcuni amici – Paolo Zürcher, Antonio Vaghi e Mario Debernardis – che hanno considerato importante la visione e gli obiettivi che il Kiwanis si è dato, hanno presentato il progetto e quindi raccolto l’adesione di 23 soci, dando il via alle attività del club momò, che oggi conta 38 soci (5 donne e 30 uomini). Il compleanno è stato festeggiato alla Vecchia Osteria di Seseglio.

Nel suo discorso, l’attuale presidente Paolo Zürcher ha posto un particolare accento sull’importanza dell’amicizia che da sempre contraddistingue le relazioni all’interno del Kiwanis Mendrisiotto, sottolineando come questa ‘parola d’ordine’ sia stata alimentata dal rispetto reciproco e da contatti e collaborazioni continue tra le persone. Un ‘legante’ che porta i soci a partecipare con entusiasmo agli incontri e alla realizzazione di un programma annuale che permette di raccogliere fondi da devolvere in particolare, appunto, per progetti indirizzati a un miglioramento della qualità della vita o dell’istruzione dei bambini e dei giovani. Tra i più recenti, e ne citiamo solo alcuni, ci sono i contributi ai bambini audiolesi di Loverciano, l’ospitalità a un gruppo di scolare sordo muti di San Pietroburgo, l’acquisto di un furgone per la Società Camminiamo insieme e la fornitura di banchi scolastici per la scuola costruita da Ecohimal a Leh nel Ladakh in India. Nell’ultimo decennio il Kiwanis ha sostenuto anche il progetto dell’associazione Abc (con sede a Mendrisio) con la realizzazione di un asilo infantile per 100 bambini a Catamayo, in Ecuador.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved