ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
40 min

Quasi mille abitanti in più a Bellinzona

Nel 2022 sono stati registrati 3’098 arrivi e 2’315 partenze, 360 nascite e 377 decessi. La popolazione è formata da 198 nazionalità diverse
Luganese
2 ore

L’ambasciatrice svizzera a Roma sarà ospite a Lugano

Monika Schmutz Kirgöz sarà la protagonista della seconda serata del ciclo ‘Incontri diplomatici’ al Consolato generale d’Italia
Luganese
3 ore

A Lugano tornano i corsi di italiano per stranieri

La prossima serie di lezioni è prevista tra febbraio e giugno. Organizza l’Associazione Il Centro, nella propria sede di via Brentani
Luganese
3 ore

Salute e salvezza spirituale, un convegno a Lugano

Nell’era post-pandemica, quale il ruolo della Chiesa? Se ne parlerà l’11 febbraio alla Biblioteca cantonale. Seguiranno rinfresco e visita a una mostra
Mendrisiotto
3 ore

Ai nastri di partenza il Carnevale di Genestrerio

I bagordi di Zenebritt si terranno domenica 5 febbraio, con musica, pranzo in compagnia e giochi
Grigioni
3 ore

Oltre 700 partecipanti alla Mangia e Nevi di San Bernardino

La tradizionale passeggiata enogastronomica, organizzata dall’associazione iSanbe, si è svolta sabato 28 gennaio
Luganese
3 ore

Carnevale di Comano in arrivo

La 56esima edizione di Ur Sgarbelée si terrà dall’11 al 21 febbraio tra maschere, pasti in compagnia e musica
Bellinzonese
3 ore

Comizio distrettuale del Plr di Bellinzona a Giubiasco

Appuntamento con i candidati del distretto per sabato 11 febbraio alle 11 al Mercato coperto
Ticino
3 ore

Le sirene d’allarme suoneranno l’1 febbraio per il test annuale

La consueta prova dei dispositivi di allarme avverrà a partire dalle 13.30. La comunicazione ufficiale anche in lingua ucraina per non suscitare paure
Bellinzonese
4 ore

Fatturato record nel 2022 per Interroll: crescita del 4%

Buon risultato per l’azienda di Sant’Antonino. Malgrado un sensibile calo di nuove commesse, c’è ottimismo per l’anno in corso
Mendrisiotto
9 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
9 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
17 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
21 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
22 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
16.09.2022 - 08:30
Aggiornamento: 15:11

Operatori di prossimità: ‘L’obiettivo è mantenere il Servizio’

Dopo l’annuncio della Fondazione Il Gabbiano, i Comuni del Distretto sono pronti a ripartire su nuove basi. Coinvolgendo anche Mendrisio

operatori-di-prossimita-l-obiettivo-e-mantenere-il-servizio
Ti-Press
‘Avere un’antenna è importante’

Rammarico e un pizzico di amarezza. Sono questi i sentimenti che, martedì sera, hanno attraversato i capidicastero e i municipali seduti al tavolo per ragionare di Servizio operatori di prossimità (Sopr) del Mendrisiotto. La decisione, vestita di ufficialità, dei vertici della Fondazione Il Gabbiano di lasciare il campo ha spiazzato i Comuni del Distretto. Quelle stesse autorità locali alle quali l’ente, chiamato nel 2019 a gestire il progetto, ha riconsegnato le chiavi; e che adesso dovranno riaprire il dossier non solo, come previsto, per ridiscutere i termini degli accordi in corso. Una cosa è certa, fa sapere da subito a ‘laRegione’ Roberta Pantani Tettamanti, responsabile del dicastero Socialità di Chiasso (cittadina che a suo tempo ha tenuto a battesimo la fase pilota dell’iniziativa), a questa esperienza nessuno vuole rinunciare.

Si chiude un capitolo

«Quando ci hanno comunicato la loro scelta alla riunione – ribadisce la capadicastero di Chiasso – da parte di tutti c’è stato un grande dispiacere e un po’ di delusione. Anche per il fatto che questo progetto, di fatto, si sarebbe interrotto alla fine dell’anno con le convenzioni in scadenza (al 31 dicembre 2022, ndr). Infatti, ci saremmo dovuti ritrovare per discutere una modalità di rinnovo della collaborazione, magari con contenuti nuovi. Invece, abbiamo preso atto che il progetto così come è strutturato attualmente non potrà più andare avanti».

All’orizzonte ‘proposte alternative’

A prima vista si tratta di una battuta d’arresto. «Credo che da parte di tutti sia stato ribadito che il Servizio sia comunque necessario e che vale la pena mantenerlo – mette un punto fermo –. Giunti sin qui tutti noi apriremo ora la discussione all’interno dei nostri Municipi: riporteremo la comunicazione della Fondazione, poi saranno gli esecutivi a riflettere sul da farsi. È altrettanto vero che ci siamo dati un nuovo appuntamento: come Comuni ci ritroveremo entro brevissimo tempo per discutere di proposte alternative per l’organizzazione e il mantenimento del Servizio».

‘È invitato anche Mendrisio’

Tra i portavoce presenti martedì all’incontro l’impegno è preso, e con convinzione. Tanto che ci si è dati pure un orizzonte temporale: fra un mese se ne riparla di nuovo, e con le idee più chiare. «Per allora ciascuno si sarà confrontato con il rispettivo gremio. Naturalmente – anticipa Roberta Pantani Tettamanti – a questa nuova riunione dovrà essere presente anche Mendrisio». Una dichiarazione d’intenti, quest’ultima, che vale un invito all’indirizzo della Città, la quale il giugno scorso, proprio in vista dello scadere dell’intesa formale che reggeva il Servizio regionale, ha imboccato la strada dell’autonomia; e in tal senso ha già pubblicato il bando di concorso per l’assunzione di un operatore di prossimità, scaduto giusto nei giorni scorsi.

‘Faremo tesoro dell’esperienza’

Il Distretto, insomma, sembra intenzionato a ricucire la rete che sino a ora ha sostenuto il progetto. Sta di fatto, che si deve ripartire daccapo? «Purtroppo sì. E questa è stata un po’ la delusione di tutti – riconosce la capadicastero –. Dopo quattro anni (dalla collaborazione stretta con la Fondazione Il Gabbiano, ndr) ci toccherà ricominciare dall’inizio. In origine come Comune di Chiasso avevamo portato avanti questo progetto e ci era sembrato giusto, poi, affidarlo alla Fondazione per il suo proseguimento. Faremo tesoro dell’esperienza di questi anni e cercheremo di proporre una soluzione alternativa». Sulla strada da imboccare per il futuro, fa capire Pantani Tettamanti, è ancora prematuro esprimersi. Ripeto – chiarisce – credo sia importante che il Servizio venga mantenuto, magari migliorato. Ma cerchiamo di andare avanti con questo progetto».

Il tema della regionalità

Tutto è nato puntando sulla regionalità dell’approccio: resterà una caratteristica del Servizio operatori di prossimità, visto la conformazione del nostro territorio? «Lo scopo di farne un progetto regionale è dettato dalla mobilità dei giovani all’interno della regione, che non ha confini comunali – annota Pantani Tettamanti –. Era ed è importante, quindi, avere davvero un’antenna sul territorio che possa coprirlo tutto e possa essere d’aiuto a tutti i giovani del Distretto. Ed è da lì che dobbiamo ripartire: mantenendo (ma anche migliorando) e offrendo un Servizio territoriale. Resta da valutare in che modo, a fronte della decisione di Mendrisio. Vedremo come potremo collaborare. Penso che pure loro, come noi, siano consapevoli dell’importanza della territorialità e della possibilità degli operatori di muoversi senza vincoli istituzionali sul terreno». Il lavoro di squadra, del resto, paga sempre, come dimostrato dal gruppo nato dall’intesa dello stesso Servizio con le Polizie locali.

Leggi anche:

Operatori di prossimità, Il Gabbiano lascia il campo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved