ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
17 min

Tesserete, un Park & Ride trova posto sul terreno Arl

Presso la stazione dei bus sorgeranno una quindicina di posteggi. Il presidente del Cda Gianmaria Frapolli: ‘Vogliamo favorire la mobilità pubblica’
Luganese
20 min

Aston Bank, scoperto ridotto a meno del 10 per cento

Alle Assise correzionali di Lugano si è parlato anche del fallimento della banca. Sedici mesi sospesi a un 53enne ex dipendente
Ticino
32 min

La Lega dei Ticinesi lancia la campagna elettorale con 4 feste

Si parte da Giubiasco per poi toccare Mendrisio, Quartino e Pregassona. Come consuetudine, alla parte politica è abbinato un pranzo conviviale offerto
Muralto
36 min

Corso di cajon con la Scuola di musica

Cinque sedute per apprendere l’uso di questo strumento musicale con la Sam. Lezioni al via il 9 febbraio
Mendrisiotto
54 min

Laveggio in... bianco: c’è finita della polvere d’argilla

Sul posto Pompieri e tecnici del Dipartimento del territorio: sospesi i lavori in un cantiere a Stabio. I pescatori vigilano
Locarnese
59 min

A Intragna le pratiche postali si fanno al San Donato

Dal primo febbraio la Casa anziani accoglierà, all’entrata, la filiale della Posta. Un’insolita collaborazione che animerà, ulteriormente, l’istituto
Locarnese
1 ora

Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide

A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
1 ora

Collina d’Oro si avvicina ai 5’000 abitanti

Importante aumento (+110 persone) di popolazione nel 2022, grazie esclusivamente al saldo migratorio e in larga parte all’accoglienza degli ucraini
Luganese
1 ora

Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne

Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
Bellinzonese
2 ore

Quasi mille abitanti in più a Bellinzona

Nel 2022 sono stati registrati 3’098 arrivi e 2’315 partenze, 360 nascite e 377 decessi. La popolazione è formata da 198 nazionalità diverse
laR
 
31.08.2022 - 05:30

Dallo sportello in proprio alla filiale in appalto, ecco fatto

Nel Distretto il processo di trasformazione degli uffici postali si conclude con Coldrerio e Rancate

dallo-sportello-in-proprio-alla-filiale-in-appalto-ecco-fatto
Ti-Press
Le operazioni allo sportello sono in ‘netto calo’

Ancora due sportelli e nel Mendrisiotto la Posta avrà mutato... pelle. Con la trasformazione degli uffici postali tradizionali di Coldrerio e Rancate in filiali gestite in partenariato, la strategia messa in campo negli anni scorsi si sarà compiuta, così come pianificato per 48 centri del cantone. I tempi cambiano (con la digitalizzazione che avanza) e il Gigante giallo vuol far tornare i conti. Tanto da muoversi con una determinazione che le resistenze mostrate da alcuni Municipi anche dalle nostre parti (Coldrerio incluso) non sono riuscite a fiaccare. Così alle comunità locali tocca accettare la realtà, seppur a malincuore. L’ex regia federale, non a caso, gioca la carta della comunicazione.

A tu per tu con i cittadini di Coldrerio

A metà agosto ha recapitato ai cittadini di Coldrerio un volantino e questa sera (dalle 20) ha organizzato un incontro informativo all’Oratorio parrocchiale per accompagnare verso l’apertura, il 5 settembre, della sede all’interno della Società cooperativa di consumo, lì in via Mola (di fronte alla Casa comunale). Poi nel corso dell’autunno toccherà a Rancate, ora chiusa e in attesa di riaprire in collaborazione con una farmacia.

La mappa gialla del Distretto

La Posta parla di un processo di stabilizzazione della rete. Una scelta operativa che nel Distretto, a bocce ferme, vede il Gigante giallo muoversi in proprio in nove filiali (a cominciare da Chiasso e Mendrisio), mentre nelle altre sedici (contando anche Coldrerio e Rancate) negli anni si sono stretti accordi con grande distribuzione, negozietti, società varie delineando una geografia altra rispetto a quella conosciuta in passato. Nella quotidianità, tiene a ribadire il portavoce dell’azienda Marco Scossa, i servizi offerti sono gli stessi, fatta eccezione per la limitazione nell’uso del contante o per le operazioni di cambio franco-euro. L’evoluzione della Posta non si arresta qui. Occorre fronteggiare, fa capire Scossa, «il netto calo delle operazioni tradizionali allo sportello. Mi si dirà che in questi ultimi anni (anche a seguito della pandemia, ndr) il movimento pacchi è aumentato in modo sensibile, ma questo influisce solo in minima parte sull’attività degli uffici postali. Semmai interessa il personale addetto alla distribuzione».

Centrato un obiettivo, avanti un altro

E allora avanti così. L’ex regia federale adesso ha un altro nuovo obiettivo da perseguire, conferma Scossa. Che spiega: «La Posta intende aprire le filiali gestite in proprio da partner terzi esterni». Esemplificando? «Gli uffici postali tradizionali si vogliono sempre più veri e propri punti di riferimento al servizio della popolazione, in grado di offrire consulenza su determinati prodotti e servizi, o ancora in grado di ospitare altri partner, ad esempio delle compagnie assicurative come sta avvenendo nella Svizzera interna». E nel cantone? «Non si è ancora arrivati a stringere questo tipo di accordi in Ticino. Queste collaborazioni, d’altro canto, possono interessare pure Cantoni e Comuni o aziende dei più svariati settori che intendono appoggiarsi a noi sfruttando i nostri spazi e la competenza dei nostri collaboratori». Ormai si parla di ‘Posta di domani’ e si tirano le somme di una strategia che nel Paese è riuscita ad assestare il numero di filiali attorno alle 800.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved