ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
6 min

Quasi mille abitanti in più a Bellinzona

Nel 2022 sono stati registrati 3’098 arrivi e 2’315 partenze, 360 nascite e 377 decessi. La popolazione è formata da 198 nazionalità diverse
Luganese
2 ore

L’ambasciatrice svizzera a Roma sarà ospite a Lugano

Monika Schmutz Kirgöz sarà la protagonista della seconda serata del ciclo ‘Incontri diplomatici’ al Consolato generale d’Italia
Luganese
2 ore

A Lugano tornano i corsi di italiano per stranieri

La prossima serie di lezioni è prevista tra febbraio e giugno. Organizza l’Associazione Il Centro, nella propria sede di via Brentani
Luganese
2 ore

Salute e salvezza spirituale, un convegno a Lugano

Nell’era post-pandemica, quale il ruolo della Chiesa? Se ne parlerà l’11 febbraio alla Biblioteca cantonale. Seguiranno rinfresco e visita a una mostra
Mendrisiotto
2 ore

Ai nastri di partenza il Carnevale di Genestrerio

I bagordi di Zenebritt si terranno domenica 5 febbraio, con musica, pranzo in compagnia e giochi
Grigioni
2 ore

Oltre 700 partecipanti alla Mangia e Nevi di San Bernardino

La tradizionale passeggiata enogastronomica, organizzata dall’associazione iSanbe, si è svolta sabato 28 gennaio
Luganese
3 ore

Carnevale di Comano in arrivo

La 56esima edizione di Ur Sgarbelée si terrà dall’11 al 21 febbraio tra maschere, pasti in compagnia e musica
Bellinzonese
3 ore

Comizio distrettuale del Plr di Bellinzona a Giubiasco

Appuntamento con i candidati del distretto per sabato 11 febbraio alle 11 al Mercato coperto
Ticino
3 ore

Le sirene d’allarme suoneranno l’1 febbraio per il test annuale

La consueta prova dei dispositivi di allarme avverrà a partire dalle 13:30. La comunicazione ufficiale anche in lingua ucraina per non suscitare paure
Bellinzonese
3 ore

Fatturato record nel 2022 per Interroll: crescita del 4%

Buon risultato per l’azienda di Sant’Antonino. Malgrado un sensibile calo di nuove commesse, c’è ottimismo per l’anno in corso
Mendrisiotto
9 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
9 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
17 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
20 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
21 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
25.08.2022 - 18:52
Aggiornamento: 19:08

Chiasso, una giornata all’insegna della salute

L’Associazione per l’assistenza e le cure a domicilio organizza, il 3 settembre, una camminata a tappe sul tema del benessere fisico e psichico

chiasso-una-giornata-all-insegna-della-salute
Un momento di condivisione e apprendimento

Per la Giornata nazionale delle cure a domicilio, Acd non si farà cogliere impreparata. Al contrario, quest’anno ha scelto di unire le proprie forze con quelle di altri Enti della rete socio-sanitaria, per dare vita a un evento dedicato al benessere, a 360°. «La salute, se tutto va bene, ci viene regalata dalla nascita. Dovremmo quindi imparare a conservarla il più a lungo possibile, per arrivare in forma alla terza età». È proprio sulla base di questo pensiero, espresso da Sabrina Revolon, responsabile di progetto, che il 3 settembre si concretizzerà l’evento Salute Chiasso!, una camminata di gruppo per tutte le età che comprenderà varie tappe con attività volte alla promozione della salute, dell’alimentazione, del movimento e del benessere. Il 2 settembre, in occasione del mercato di Chiasso, verrà presentato il progetto e si assisterà a... un flashmob con gli utenti.

L’unione fa la forza e promuove la salute

Acd non è sola in questo progetto. Al suo fianco ci sono gli Istituti sociali del Comune di Chiasso, Tertianum Comacini, il Centro di movimento Mo-Movi, l’Associazione ticinese terza età e il m.a.x. museo. «Salute Chiasso! non sarà solamente una giornata dedicata alle cure domiciliari, ma federerà dei partner, e penso sia di fondamentale importanza avere questa visione aperta nel fare collaborazioni, promozione e attività variegate con altri Enti – ha esordito stamani in conferenza stampa il direttore di Acd Brian Frischknecht –. La Giornata nazionale delle cure a domicilio quest’anno si intitola ‘una visione sistemica’. Una visione quindi ampia fatta di sanità ma anche di animazione, promozione e prevenzione, e su Chiasso cerchiamo proprio un coordinamento e una visione comune e d’insieme». «La collaborazione per quest’evento – ha aggiunto Revolon –, è nata dall’idea di proporre alla popolazione di Chiasso, ma anche in maniera più ampia su tutto il territorio del Mendrisiotto e Basso Ceresio, delle strutture e servizi di qualità che comunicano tra loro e si coordinano per il bene della persona e della famiglia che si prende a carico».

‘L’inizio di un auspicabile percorso’

«In un percorso di presa a carico di un utente, se collaboriamo, la fascia di utenza della popolazione si allarga così da dare una continuità d’intervento», ha affermato Fabio Maestrini, direttore degli Istituti sociali del Comune di Chiasso. Dello stesso parere è anche il direttore di Tertianum, Luca Cimaglia: «Grazie a questo progetto abbiamo potuto sviluppare delle collaborazioni con le case anziani pubbliche, oltre a quelle che già abbiamo con Acd, e ritengo sia molto importante avere una rete di questo tipo». «L’evento – ha poi espresso Angelo Riva, direttore di Mo-Movi –, si presenta come anello di una catena che si sta consolidando. Una collaborazione che sarà l’inizio di un auspicabile percorso».

Pronti, partenza e via

«L’idea – ha illustrato Revolon – è di mettere in moto le persone all’interno della città affinché provino a fare piccoli cambiamenti che sono importanti per uno stile di vita più sano». La partenza sarà in piazza Indipendenza, alla presenza del consigliere di Stato del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa, a partire dalle 8.30. I percorsi previsti sono due, uno breve di 2 chilometri e uno di 5, e sono adatti a grandi e piccini. Al partecipante la scelta di uno dei due. Lungo gli itinerari sono previste alcune tappe di approfondimento rispetto ai temi classici di salute pubblica e la conoscenza degli spazi cittadini dove gli Enti offrono cure, prevenzione e promozione della salute.

Un percorso, sei tappe

In piazza Indipendenza verrà proposta un’attività di risveglio muscolare. Al Centro diurno di Villa Olimpia i partecipanti potranno beneficiare di una sana colazione e di attività rispetto a una sana alimentazione. La terza tappa, al m.a.x. museo, offrirà un’esperienza auto-riflessiva. La direttrice Nicoletta Ossanna Cavadini sensibilizzerà i presenti sul tema della gestione del tempo cronologico, alla base del benessere individuale e sociale. Si arriverà poi al Centro di movimento Mo-Movi, dove si parlerà dell’importanza di vari aspetti del movimento. «Movimento – ha indicato la responsabile di progetto – non significa unicamente resistenza cardiovascolare ma anche forza e, soprattutto, equilibrio». Il percorso più lungo prevede una tappa al Centro diurno ricreativo di Atte, un luogo di incontro e socializzazione del comune, dove verranno anche proposti percorsi formativi per la terza età.

La camminata si concluderà al Tertianum Comacini con movimento, musica e comunità. Qui, ci ha spiegato Revolon, «le persone verranno coinvolte in un progetto che è più ampio che è iniziato qualche mese fa e che vorremmo estendere a tutte le strutture e gli istituti. Si tratta di un progetto che sarà sviluppato in autunno – in collaborazione con gli stessi Enti – volto ad aiutare le persone con difficoltà motorie o cognitive a ritrovare una certa sicurezza e benessere nella relazione con l’altro mediata da musica e movimento».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved