in-futuro-chiasso-sapra-far-valere-le-sue-potenzialita
Ti-Press/Massimo Piccoli
Francesca Cola Colombo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
7 min

In Val Onsernone brucia il Pizzo della Croce

L’allarme è stato lanciato poco dopo le 11.40. Il rogo sarebbe stato innescato da un fulmine abbattutosi qualche giorno fa.
Bellinzonese
31 min

A Giumello una stagione alpestre secca e complicata

Anche il fiore all’occhiello dell’Istituto agrario cantonale di Mezzana soffre la siccità: produzione di formaggio ridotta di un quarto
Bellinzonese
38 min

Dalpe, il 6774 Festival in una due giorni di... impatto

Dalle bancarelle alla gastronomia, dalla musica al ballo, sui prati della sciovia Bedrina sabato 20 e domenica 21 agosto
Locarnese
42 min

‘Vin Pan salam’ compie 25 anni

Torna, da giovedì 18 fino a domenica 21 agosto, la sagra sul lungolago a base di musica e gastronomia locale
Locarnese
1 ora

Lancio del sasso ad Ascona, un’edizione di alto livello tecnico

Record battuti sia nella categoria femminile sia in quella maschile. L’ambito titolo di campione e campionessa ticinesi va a Urs Hasler e a Corina Mettler
Locarnese
2 ore

A Ronco s/Ascona si degusta risotto

La cena è prevista per sabato 20 agosto a partire dalle 19 in piazza del Semitori
Ticino
2 ore

Milano, nel 2021 un pieno di multe stradali

È la città d’Italia con i maggiori introiti: 102,6 milioni di euro, di cui quasi 13 solo dall’autovelox (nel quale incappano anche non pochi ticinesi)
Locarnese
2 ore

Alla Biblioteca di Locarno si parla di viaggi ed ecologia

All’evento, previsto per mercoledì 17 agosto alle 18.15 nella corte di Palazzo Morettini, interverranno gli scrittori Andrea Bertagni e Sabrina Caregnato
Luganese
3 ore

Ceresio e altri tre laghi svizzeri ai minimi storici

Il perdurare della siccità mette in crisi un po’ tutti i bacini. Fra i fiumi, Reno e Reuss con i valori più bassi rilevati nei mesi estivi
Mendrisiotto
3 ore

Tiro obbligatorio e in campagna a Maroggia

La società di tiro Aurora di Stabio dà appuntamento a venerdì 19 e sabato 20 e poi a venerdì 26 e sabato 27 agosto
Luganese
3 ore

Tresa, lavorava in Ticino il 28enne italiano morto

Lascia la compagna e due figli piccoli la vittima dell’incidente di sabato sera. Era dell’alto Varesotto e si era da poco trasferito nel Comasco
Bellinzonese
4 ore

Monte Carasso, serata pubblica sull’aiuto al Madagascar

All’appuntamento che si terrà il 23 agosto alle 20.15 nel salone dell’ex Convento delle Agostiniane sarà presente Suor Maria degli Angeli
Luganese
4 ore

Si rianima il villaggio medioevale di Redde

Torna nei due primi fine settimana di settembre la festa sulla collina di san Clemente, dove fino al 1’300 d.C, sorgeva un piccolo borgo
Locarnese
1 gior

Intragna, dal cornicione della scuola cadono pezzi d’intonaco

Immediato intervento dei tecnici per una verifica dell’accaduto. Municipio pronto a metter mano agli interventi del caso; la ripresa a settembre garantita
Ticino
1 gior

Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud

Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
1 gior

Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti

Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
1 gior

È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio

L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
1 gior

A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’

Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
1 gior

InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’

Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
laR
 
27.06.2022 - 05:30
Aggiornamento: 30.06.2022 - 19:24

‘In futuro Chiasso saprà far valere le sue potenzialità’

Quattro chiacchiere con Francesca Cola Colombo, dallo scorso mese di maggio responsabile marketing della cittadina di confine

Chiasso è una «realtà molto stimolante» e per il suo futuro «sarà importante trovare delle strategie». Da due mesi la cittadina di confine ha introdotto una nuova figura nel suo organigramma: Francesca Cola Colombo è infatti stata scelta come responsabile della promozione e del marketing, ruolo che occupa con una percentuale del 50 per cento. Un passato da atleta professionista (nei 100 metri), collaboratrice del Comitato olimpico italiano e docente, Francesca ha due figli e vive a Vacallo. L’abbiamo incontrata per capire come ha trovato quello che la commissione della Gestione ha definito il ‘prodotto Chiasso’ e quali saranno le prossime mosse per il rilancio della cittadina. «Quando mi trovo in una realtà un po’ complessa, esce il mio agonismo – ammette –. Il primo mese è stato un turbinio: in due giorni abbiamo deciso di fare l’Agenda Chiasso anche se non avevamo sponsor. Ne abbiamo raccolti trenta in una settimana: questo dimostra quanto le realtà chiassesi tengano alla loro città e mi ha fatto capire che ci sono tanto margine e possibilità di fare veramente bene».

L’impronta futura di Chiasso

Francesca Cola Colombo ha iniziato a lavorare due mesi fa. Che ‘prodotto Chiasso’ ha trovato? «Preferisco definirlo ‘progetto Chiasso’ – ci dice subito –. Il tutto deve comunque avere un’accezione positiva. Quello che devo ancora capire è il vero obiettivo di questa città: implementare gli abitanti? Portare investitori dall’Italia o promuovere il territorio? Le sfaccettature, così come le sfide, sono tantissime: bisogna solo identificare gli obiettivi». A breve è prevista una riunione con sindaco e capidicastero «proprio per pensare a una progettualità, a un’impronta futura, prendendo il tempo per fare degli studi appositi sul territorio e capire cosa vogliamo da Chiasso». Nel lavoro della responsabile marketing un punto fermo è già stato identificato. «La forza di questa città sono le associazioni: nel mio ruolo il primo passo è sempre ascoltare quello che loro hanno da proporre, e poi magari andare a integrare con attività e dare supporto, senza dimenticare quello che è stato fatto prima perché la storia è la base del futuro di tutte le associazioni. Il mio è un lavoro super partes. Non sono arrivata per stravolgere, ma per portare le mie competenze: chi ha bisogno di un consiglio o anche solo di un aiuto materiale, può contattarmi». Le prime settimane di lavoro sono servite anche a «studiare tutto lo storico di Chiasso per capire cosa è piaciuto, perché tantissime cose hanno funzionato, e magari pensarlo in una chiave più adatta al 2022». La fama che precede Chiasso, però, non è sempre positiva. «È una questione di comunicazione – risponde Cola Colombo –. In realtà può essere una fama positiva perché Chiasso offre un’accoglienza a 360 gradi, è sempre in prima linea quando c’è da mettersi in gioco per gli altri, ci sono integrazione, multietnicità e disponibilità ad accogliere. Se questo fosse il primo messaggio a passare, darebbe un valore aggiunto alla società. Poter lavorare su una situazione del genere, senza ovviamente dimenticare e trascurare commercianti, spedizionieri o l’Apec, crea molti stimoli».

La valorizzazione passa dalla pianificazione

Come intende muoversi per valorizzare il prodotto, o progetto, Chiasso? «La valorizzazione può passare da tante strade – risponde ancora la nostra interlocutrice –. Non è necessario avere la bacchetta magica, bisogna solo fare una pianificazione». Nei prossimi mesi «verranno portati avanti degli studi per analizzare la qualità di vita e come può funzionare l’accoglienza di altri investitori». Anche in questo caso con un punto di partenza chiaro. «Non possiamo restare con l’immagine di una Chiasso degli anni 70 con il traffico sul Corso, il cioccolato e i dadi. Da nessuna parte è più così: Como, per esempio, era la città della seta, oggi è la città del turismo». Per arrivare a identificare quello che Francesca Cola Colombo definisce «il modus operandi che ci porti in un’altra dimensione», entro fine agosto i rappresentanti di categoria riceveranno un formulario di gradimento delle attività, dove potranno indicare le loro desiderata. «L’abilità di un buon manager è la duttilità, il sapersi muovere sulle situazioni: se resti rigido sulla tua idea, cadendo ti rompi». Ha trovato apertura nei primi colloqui? «L’ho trovata: ci sono situazioni che vedo in divenire, mentre altre sono più restie».

La sfida si chiama Centro Ovale

Terminata la programmazione estiva – con eventi che dureranno fino a settembre – Francesca Cola Colombo sta gettando le basi per la festa d’autunno di ottobre e il programma natalizio, che si svolgerà in concomitanza con i Mondiali di calcio in Qatar. Questo per l’immediato. Ma se dovessimo parlare di un progetto che, prima o poi, vorrebbe sviluppare a Chiasso? «La sfida è il Centro Ovale – risponde senza esitazioni –. Doveva essere l’immagine bella della città nel punto più strategico e visibile, ma il progetto si è arenato. L’investimento è privato e ho poca possibilità d’incidere, a meno che non riesca a trovare a priori delle soluzioni da proporre alla proprietà. Il fatto che la struttura sia così in decadenza dà proprio un’immagine sbagliata della città. È un sogno nel cassetto, ma io il cassetto lo apro tutti i giorni». Tra i vari progetti c’è anche la valorizzazione del territorio e il potenziamento delle piste ciclabili.

Pensando alla Chiasso di domani

Guardando al futuro, la responsabile marketing non ha dubbi. «Ci metterà qualche tempo, ma Chiasso saprà far valere quelle che sono le sue potenzialità – conclude Francesca Cola Colombo –. Bisogna prendere coscienza del fatto che ovunque tutto è cambiato e bisogna continuamente cercare nuove strategie, non per tornare alla Chiasso che fu, ma per creare una Chiasso 2.0. Nei prossimi anni l’arrivo dell’istituto della moda potrà anche stravolgere gli equilibri della città: ci sono paesi piccolissimi, come Oxford o Cambridge, che vivono sugli studenti offrendo cose meravigliose. L’importante sarà semplicemente trovare delle strategie».

Leggi anche:

Chiasso guarda al suo futuro in promozione e immagine

Chiasso, nuova responsabile della promozione e del marketing

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiasso francesca cola colombo marketing strategie
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved